Uber investe sulla sicurezza con SafetiPin

Uber investe sulla sicurezza con SafetiPin

 

Scritto da , il 17/05/16

Seguici su

 
 

Il servizio di ride-sharing Uber ha annunciato un altro programma progettato per migliorare la sicurezza durante le sue corse, a seguito di una serie di problemi di sicurezza emersi nel corso degli ultimi mesi.

Uber ha firmato un contratto in India con la startup SafetiPin proprietaria dell'omonima app-tracking di sicurezza per aiutare a fornire un livello di sicurezza in più ai propri clienti delle zone intorno alla capitale indiana Nuova Delhi. Come parte dell'accordo, i conducenti Uber riceveranno formazione e contribuiranno con i controllori di SafetiPin di notte per raccogliere informazioni sui luoghi sicuri attorno alla città.

SafetiPin è una applicazione gratuita di sicurezza personale progettata "per tenervi al sicuro". Ha un set completo di funzionalità come il tracking GPS, elenco di numeri di emergenza, le indicazioni per arrivare in luoghi sicuri, pin in mappa che indicano le zone sicure e non sicure di una città, e offre una vasta gamma di altre funzioni che aiutano a pianificare in modo proattivo e rispondere alle situazioni che interessano la sicurezza personale.

SafetiPin stabilisce i punti sicuri di una città sulla base di nove parametri, tra cui l'illuminazione, visibilità e altri. La società fa affidamento alla sua base di utenti per raccogliere le informazioni e poi impiega "controllori professionalmente addestrati" per confermare o meno i punteggi dei luoghi.

A seguito di un programma di test che verrà condotto in India, Uber ha detto che l'iniziativa sarà ampliata nei prossimi mesi anche in altri mercati globali, tra cui Bogota, Colombia, Nairobi, in Kenya.

Uber esegue continuamente controlli sugli autisti ma un certo numero di suoi piloti sono stati al centro di una serie di accuse nel corso degli ultimi mesi, tra cui decine di richieste di violenza sessuale, sequestri di persona e violenza fisica, secondo le notizie riportate da diversi media internazionali.

 
Uber app
Uber app
 

Nel mese di dicembre, una donna di 26 anni a New Delhi ha detto di essere stata aggredita da un conducente Uber, che fu poi arrestato. Pochi giorni più tardi, un autista Uber a Boston è stato chiamato in giudizio con l'accusa di stupro, aggressione allo stupro, rapimento, e due casi di aggressione e percosse dopo aver attaccato una giovane donna nella sua auto che usava per offrire il servizio.

Il mese scorso, la donna presumibilmente violentata in India ha citato Uber, dicendo che la società non ha fornito protocolli di sicurezza adeguati. La donna, che non è stata identificata nella causa, ha detto che Uber dovrebbe aggiornare i suoi protocolli di sicurezza fornendo una assistenza 24 ore su 24 ai clienti, oltre ad integrare telecamere nelle auto.

Alla fine del 2014, SafetiPin ha emesso una dichiarazione sul presunto stupro a New Delhi. La società ha condotto un controllo della sicurezza lungo il percorso fatto dal conducente interessato dall'accusa per offrire una maggiore comprensione del livello di sicurezza della zona in cui è avvenuta la presunta violenza. SafetiPin ha detto che "Mentre il rafforzamento dei sistemi [di sicurezza di Uber] è fondamentale, è anche utile lavorare su questioni più ampie, come rendere le nostre città più sicure e più confortevoli perchè possano essere utilizzate dalle donne, migliorando gli spazi pubblici in città". "La condizione delle strade, le luci, la polizia presente, la presenza di persone, e la disponibilità di mezzi di trasporto pubblico sono tutti fattori che influenzano la sicurezza e l'accessibilità degli spazi pubblici."

Uber ha riconosciuto che deve migliorare il suo approccio alla sicurezza. Nel mese di dicembre, il capo della sicurezza globale della società, Phillip Cardenas, ha detto in un post sul blog che Uber ha "più lavoro da fare" per quanto concerne la sicurezza, aggiungendo che la sua azienda "è impegnata nello sviluppo di nuovi strumenti tecnologici per migliorare la sicurezza, rafforzando e aumentando il numero di città e paesi in cui vengono effettuati controlli e migliorando la comunicazione con i funzionari locali e le forze dell'ordine."

Uber ha detto che la partnership tra le aziende inizierà Mercoledì per una durata di cinque mesi. Durante questo periodo, Uber raccoglierà dati sulle strade di New Delhi e chiederà ai suoi autisti di scattare fotografie durante la notte per aggiungere ulteriori dettagli sullo stato delle strade del paese. La società spera poi di fornire le nuove informazioni ai funzionari locali per migliorare la sicurezza in giro per le strade di Nuova Delhi.

"Questi risultati avranno un ruolo cruciale nel fornire un'analisi della sicurezza in varie parti della città", ha detto un portavoce di Uber. 

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Uber investe sulla sicurezza con SafetiPin


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?