Usa, hacker rivela: Ho Controllato Aereo in Volo

Usa, hacker rivela: Ho Controllato Aereo in Volo

L'FBI ha confermato in un rapporto che un esperto di sicurezza informatica ha dichiarato di essere riuscito a controllare il motore di un aereo stando seduto al suo posto, dopo aver hackerato il sistema di computer di bordo. Chris Roberts ha però detto di essere riuscito a spostare lateralmente l'aereo su cui volava. E' stato arrestato all'atterraggio di un volo durante il quale Roberts ha scambiato alcuni tweet con riferimenti alle sue gesta.

 

Scritto da , il 19/05/15

Seguici su

 
 

L'FBI ha dichiarato che un professionista di sicurezza informatica ha detto ad un proprio agente che è stato in grado di controllare il motore di un aereo stando seduto al suo posto, dopo aver hackerato il sistema di computer di bordo.

Stando a quanto si legge sul sito della CNN, un rapporto dell'FBI afferma che Chris Roberts ha detto di essere riuscito ad hackerare i computer di aerei passeggeri fino a 20 volte tra il 2011 e il 2014, e di avere preso il controllo del motore di un aereo durante un volo.

Roberts, fondatore di One World Labs, è un esperto in questioni legate alla sicurezza sugli aeromobili e non è trattenuto dalle autorità al momento in cui la Cnn ha dato la notizia. In precedenza, Roberts è stato arrestato dall'Fbi ad aprile al suo arrivo a New York su un volo della United Airlines dopo che le autorità avevano visto alcuni suoi tweet inviati durante il volo in cui parlava del possibile hackeraggio dell'aereo.

Roberts sostiene di aver svolto il suo lavoro nel pubblico interesse. "Negli ultimi cinque anni il mio unico interesse è stato quello di migliorare la sicurezza degli aeromobili", ha scritto in un tweet. In un'intervista con la rivista Wired il mese scorso, il signor Roberts ha suggerito che solo lui è entrato in possesso delle informazioni da lui stesso raccolte nelle occasioni di hackeraggio.

Roberts ha però detto di essere riuscito ad impartire dalla sua postazione un comando che è stato eseguito da uno dei motori del velivolo e di conseguenza l'aereo "si è spostato lateralmente durante uno di questi voli", riporta lo stesso documento dell'FBI.

Il documento dell'FBI dice anche che Chris Roberts ha detto di aver usato Vbox, un ambiente virtuale, "per costruire la sua versione della rete dell'aereo", stando a quanto riportato dall'esperto di sicurezza Graham Cluley sul suo blog. "Se ciò fosse vero, Roberts avrebbe letto i dati dell'aereo senza permesso, ma forse non ha mai modificato il vero sistema attivo durante il viaggio del velivolo", ha scritto, cercando di spiegare che Roberts potrebbe aver raccolto sì i dati del velivolo ma per effettuare delle simulazioni sull'ambiente virtuale e non sul vero veivolo.

Il professor Alan Woodward della Surrey University ha detto alla BBC che ha trovato "difficile credere" che un passeggero possa accedere e manipolare ai sistemi di controllo di un volo da una presa di corrente su un sedile dell'aereo. "I sistemi di volo sono in genere tenuti fisicamente separati, come sono tutti i sistemi critici per la sicurezza", ha detto. "Posso solo immaginare che qualcuno abbia frainteso qualcosa nella conversazione tra il ricercatore e l'FBI, e questo qualcuno sta esagerando; se così non fosse, è possibile che i costruttori di aeromobili abbiano un lavoro urgente da fare."

L'Fbi ha fatto domanda a una corte distrettuale di New York in cui parla di possibili crimini informatici. 


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Usa, hacker rivela: Ho Controllato Aereo in Volo


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?