Brandz 2015: Apple sale in testa, Google e Microsoft inseguono

Brandz 2015: Apple sale in testa, Google e Microsoft inseguono

Brandz 2015: Apple sale in testa, Google e Microsoft inseguono. Nessun Brand italiano nella Top 100. Triplicato il valore dei top 100 brand rispetto al 2006.

 

Scritto da , il 27/05/15

 

Seguici su

 
 
L'annuale classifica BrandZ, una classifica che mira a dare un valore economico ai brand in base a diversi aspetti, vede Apple conquistare la classifica.

Nel 2014, Google aveva superato tutti, piazzandosi al primo posto per un valore stimato di 158 miliardi di dollari, precedendo Apple, a quota 147 miliardi e IBM a 107 miliardi di dollari.

Nel 2015, Apple sorpassa tutti volando letteralmente a quota 247 miliardi con una crescita di valore del 67%, staccando Google che cresce solo del 9% fermandosi a quota 173 miliardi.

Terzo posto di Microsoft, a quota 115 miliardi e in crescita del 28% mentre IBM scivola al quarto posto a quota 92 miliardi.

Huawei e Alibaba sono i due brand più conosciuti in Italia entrati nella classifica top 100.
Se guardiamo alla classifica decennale, vediamo delle notevoli differenze, sia per brand che per settori.
Leggi anche:
 
Classifica Top 20 BrandZ
Classifica Top 20 BrandZ
 
La prima classifica BrandZ, datata 2006, vedeva Microsoft, General Elettric e Coca Cola nei primi tre posti. Dieci anni più tardi, Microsoft è scivolata al terzo posto, ottavo posto per Coca Cola mentre General Elettric è scivolata molto in basso.

Tra i brand a maggior tasso di crescita troviamo Facebook, salito del 99%, Apple al 67% e Intel al 58%.

Nella classifica per settori, il comparto hi-tech vale ben 900 miliardi di dollari, seguito da quello TLC a quota 388 miliardi e infine dal settore Retail Shopping a quota 268 miliardi.

Giunta al decimo anniversario, BrandZ rilascia anche alcuni dati interessanti sui brand Top 100 a livello mondiale.

Guardando a questi 10 anni, Apple è il brand con la migliore performance totale, con una crescita del 1446%, seguito da AT&T, operatore americano, cresciuto del 1240% e terzo posto per Amazon a quota 941%.

Il dato decennale riflette la crescita delle stesse aziende. Apple, infatti, prima del boom dovuto ad iPhone era una società piuttosto limitata nel valore e nella fama. Idem Amazon che ha conosciuto un vero e proprio boom negli ultimi 5 anni con la crescita dello shopping online.

I top 100 brand hanno visto un netto accentramento di valore tanto che nel 2006, i Top 100 valevano complessivamente 1400 miliardi di dollari, cresciuti a 3300 miliardi nel 2015.

La Cina vede frammentare i propri brand e retrocedere come posizione media. Il primo brand cinese è Alibaba, in posizione numero 13 mentre Huawei, secondo brand Cinese, a quota 70.

L'Italia esce di scena, perdendo Gucci dopo la cessione del brand all'estero. Non ci sono infatti brand di proprietà italiana nella classifica Top 100.
Il primo brand europeo è SAP, seguito da Deutsche Telecom e Louis Vuitton.
Leggi anche: Classifica BrandZ Top 100 - Edizione 2014
Leggi anche:
 
Classifica Top 10
Classifica Top 10
 

Classifica Top 10 BrandZ 2015


Ecco la classifica dei top 10, con posizione in classifica, valore e miglioramento rispetto allo scorso anno.

1 - Apple, 247 miliardi, +1
2 - Google, 173 miliardi, -1
3 - Microsoft, 115 miliardi, +1
4 - Ibm, 93 miliardi, -1
5 - Visa, 91 miliardi, +2
6 - AT&T, 89 miliardi, +2
7 - Verizon, 86 miliardi, +4
8 - Coca Cola, 83 miliardi, -2
9 - McDonalds, 81 miliardi, -4
10 - Marlboro, 80 miliardi, -1

Condividi questa notizia

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria