Netflix reinventa lo streaming: qualita' superiore a pari velocita'

Netflix reinventa lo streaming: qualita' superiore a pari velocita'

 

Scritto da , il 16/12/15

Seguici su

 
 

Netflix dopo mesi di test sembra aver trovato una soluzione al problema di larghezza di banda e allo stesso tempo offrire contenuti con qualità d'immagine superiore.

Oggi, lo streaming di contenuti Netflix rappresenta il 36,5 per cento del traffico Internet degli Stati Uniti e questo dato puo' solo che aumentare visto che nei prossimi mesi sempre di piu' saranno i contenuti 4K disponibili, e le connessioni ad internet wireless in LTE e fibra miglioreranno. La piu' grande società del video streaming legale si appresta a ri-codificare il suo intero catalogo con più bitrate personalizzati in base ai contenuti del titolo. Questa mossa dovrebbe portare al 20 per cento di risparmio di banda.

Netflix offre una qualità standard agli utenti con una connessione di almeno 3 Mbps, qualità HD su connessioni di almeno 5 Mbps e il UHD 4K con almeno 25 Mbps. Tuttavia, è sbagliato chiedere ai clienti di avere una certa quantità minima di velocità su contenuti che non la necessitano. Infatti, le immagini di film che ha poca azione, scene non particolarmente complesse o film d'animazione non hanno bisogno della stessa minima velcoità richiesta per film come Avatar o Avengers dove i dettagli sono molti di piu'. Un film con pochi dettagli puo' essere compresso con un bitrate piu' basso pur mantenendo la stessa qualità, ma con il vantaggio di richiedere meno banda per essere riprodotto.

Alcuni video, per farla breve, si potrebbero vedere ugualmente (o quasi) con una velocità di 3 mega o 5 mega. Tutto dipende dal tipo di film.

Netflix spiega in una nota:

La codifica per titolo ci consente di offrire video di qualità superiore in due modi: in condizioni di bassa larghezza di banda, la codifica per titolo spesso vi darà una migliore qualità video con titoli con contenuti "semplici", come ad esempio Bojack Horseman, che sarà ora trasmesso in streaming in un risoluzione più elevata a parità di bitrate.

Quando la larghezza di banda disponibile è sufficiente per la codifica ad alto bitrate, la codifica per titolo spesso vi darà una ancora migliore qualità video per i titoli complessi, come Daredevil della Marvel, visto che è possibile codificare ad un bitrate massimo superiore rispetto a prima.

La nostra continua innovazione su questo fronte riconosce l'importanza di fornire un'esperienza di visualizzazione ottimale per i nostri clienti e contemporaneamente usare meno larghezza di banda e preservare meglio il consumo di Internet. 

 
Netflix, come funziona il nuovo algoritmo
Netflix, come funziona il nuovo algoritmo
 
Leggi anche:

Ecco come Netflix ha ragionato. A seconda del tipo di contenuto che si guarda, Netflix non dovrebbe usare lo stesso bitrate per tutti i titoli. Ad esempio, è inutile che un episodio dei Simpson in FullHD (1080p) richieda lo stesso bitrate come il film The Hunger Games sempre in FullHD. Dopo mesi di sperimentazioni, quindi, il team di ricerca e sviluppo della società ha messo a punto un algoritmo che associa profili di qualità analizzando i contenuti, non in base alla velocità di banda da richiedere al cliente.

L'azienda ha lavorato con i ricercatori della University of Southern California, l'Università di Nantes e UT Austin per elaborare il nuovo algoritmo che analizza ogni episodio di una serie tv o film per determinare la sua complessità in termini di dettagli da riprodurre.

Grazie al nuovo standard, più persone saranno in grado di guardare in streaming film e show TV in ​​HD senza alcuna perdita nella qualità che, anzi, dovrebbe essere superiore.

Cosa va a cambiare per chi usa Netflix. In particolare, la codifica per titolo consentirà a Netflix di offrire video di qualità superiore sia per chi ha connessioni lente ma anche per chi ha connessioni veloci. Infatti, in condizioni di bassa larghezza di banda la codifica per titolo darà una migliore qualità video con titoli con contenuti "semplici", mentre in condizioni di alta larghezza di banda la codifica per titolo spesso darà una migliore qualità video per i titoli complessi, visto che è possibile codificare ad un bitrate massimo superiore rispetto al vecchio algoritmo.

E' quindi un'ottima notizia per tutti, ma lo è in particolare per chi ha connessioni con velocità limitata. In media, i clienti Netflix hanno una connessione che viaggia sotto i 5 Mbps (in Italia la media è sotto i 4 Mbps).

Netflix ha già iniziato a convertire il suo intero catalogo col nuovo algoritmo. Se funzionerà, i clienti dovrebbero vedere le immagini in qualità superiore a parità di larghezza di banda disponibile.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Netflix reinventa lo streaming: qualita' superiore a pari velocita'


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?