Sonos parla del futuro dei servizi di streaming e controllo vocale

Sonos parla del futuro dei servizi di streaming e controllo vocale

Sonos sta guardando avanti per riuscire a portare nel modo migliore le esperienze musicali con il supporto dei comandi vocali in casa.

 

Scritto da , il 12/03/16

Seguici su

 
 

"La nostra missione è quella di riempire ogni casa con la musica", scrive il CEO di Sonos John MacFarlane in un post sul blog della società che produce sistemi audio per la casa. "Comincio ogni giorno chiedendomi come possiamo farlo meglio." Una risposta, secondo MacFarlane, è portare un assistente vocale sugli altoparlanti Sonos.

MacFarlane ha espresso particolare interesse verso Alexa, l'assistente digitale disponibile oggi solo sugli altoparlanti Amazon Echo. Con Alexa è possibile interagire con frasi come "Che tempo farà domani?", "Aggiungi gelato nel mio carrello", "Riproduci la mia playlist 'party'", "che tempo farà a LA nel weekend?", "Wikipedia: Abraham Lincoln", "imposta allarme alle 8 del mattino" e così via.

"Alexa/Echo è il primo prodotto a mostrare davvero il potere del controllo vocale in casa", scrive MacFarlane nel blog. "La sua popolarità presso i consumatori accelererà l'innovazione nell'intero settore. Ciò che è nuovo oggi diventerà domani uno standard. Anche in questo caso, Sonos sta guardando avanti per riuscire a portare nel modo migliore le esperienze musicali con il supporto dei comandi vocali in casa. L'introduzione dei comandi vocali è un grande cambiamento per noi, quindi investiremo il necessario per portarla sul mercato in un modo meraviglioso".

In Sonos, "abbiamo sempre preso una visione a lungo termine" prosegue il CEO della società. "Progettiamo prodotti guardando dieci anni nel futuro per ottenere la soluzione migliore in quel momento. Abbiamo scommesso che lo streaming avrebbe cambiato radicalmente il modo in cui piace la musica, e ci siamo organizzati per fornire le migliori esperienze di ascolto... Abbiamo scelto di riempire spazi grandi con un minor numero di altoparlanti piuttosto che avere piu' gadget in un piccolo spazio; abbiamo scelto di consentire l'accesso a tutti i servizi di streaming in tutto il mondo, non solo quelli più popolari; e abbiamo scelto di sviluppare i nostri prodotti con WiFi, invece del Bluetooth, che era molto più impegnativo per i nostri ingegneri la di qualità superiore. Queste sono tutte le scelte fatte ad oggi".

Sonos ha dichiarato la fine del suo telecomando CR200 che serviva per comandare i suoi sistemi audio nel 2012 a favore di applicazioni per smartphone e trasformare quest'ultimo in un telecomando, evitando così di avere un altro gadget in giro per casa. Ma ci sono utenti che ancora non trovano semplice prendere in mano il loro telefono, sbloccarlo e poi lanciare l'applicazione Sonos - serve qualcosa di piu' diretto. Ecco quindi che l'interazione vocale con un sistema audio Sonos tornerà utile: immaginate che basterà pronunciare le parole "Sonos, fammi ascoltare 'titolo' di 'artista'" per ascoltare la canzone dal proprio servizio di streaming di musica preferito.

"Siamo stati pionieri dell'integrazione di servizi come Rhapsody, Napster, Spotify, Google Play Music, e molti altri. In un primo momento, questi servizi erano confinati in paesi specifici, ma con il tempo, e con le etichette che hanno cominciato a vedere il successo del modello di abbonamento a pagamento, c'è stata l'espansione. Poi l'anno scorso, quando Apple ha annunciato il suo ingresso [nel settore] con Apple Music, abbiamo aiutato [Apple a crescere] con gli abbonamenti di musica a pagamento. Con l'influenza di Apple, l'intero ecosistema musicale - etichette, artisti, gestione - ha cominciato ad abbracciare e far progredire lo streaming in tutto il mondo.

Ora, questo cambiamento è irreversibilmente avviato, e tutti nell'ecosistema si stanno adeguando aa un mondo di servizi di streaming. La biblioteca dei Beatles, ora disponibile su tutti i servizi di streaming, è un perfetto esempio di come le etichette si sono piegate allo streaming."

Tornando ad Alexa, il CEO di Sonos spiega che "Siamo appassionati di quello che Amazon ha fatto con Alexa e la linea di prodotti Echo. Il riconoscimento vocale non è nuovo; oggi è quasi onnipresente con Siri, OK Google, e Cortana. Ma Echo ha trovato un punto di forza nella casa e avrà un impatto [positivo] nell'accesso a musica, previsioni del tempo, e molte, molte altre cose mano a mano che gli sviluppatori avranno nuove idee e realizzeranno più contenuti per la piattaforma Alexa. Alexa / Echo è il primo prodotto a mostrare davvero il potere del controllo vocale in casa. La sua popolarità presso i consumatori accelererà l'innovazione nell'intero settore."

I prodotti Echo di Amazon con Alexa al momento sono limitati al mercato statunitense.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Sonos parla del futuro dei servizi di streaming e controllo vocale


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?