CrossCheck, Google e Facebook insieme contro false news in Francia

CrossCheck, Google e Facebook insieme contro false news in Francia

I due colossi di internet si impegnano per combattere la disinformazione e le notizie false che vengono condivise online in seguito le polemiche emerse durante la campagna elettorale USA.

 

Scritto da , il 06/02/17

Seguici su

 
 

Le notizie false su Facebook e Google hanno raggiunto milioni di persone durante le ultime elezioni negli Stati Uniti, e il governo di Francia vuole tutelare l'informazione 'autentica' in vista delle prossime presidenziali che si terranno nel Paese. Per questo scopo, Facebook ha annunciato una collaborazione con otto importanti organizzazioni giornalistiche tra cui l'Agence France Presse (AFP), LeMonde e Les Echos per provare a fermare la diffusione di informazioni false in questo periodo di elezioni, con i francesi che saranno chiamati al voto nel mese di aprile. Al contempo, Google ha annunciato la piattaforma - sostenuta da Facebook - chiamata CrossCheck per permettere al pubblico di segnalare articoli presunti falsi.

Grazie alla collaborazione otto importanti organizzazioni giornalistiche francesi, quando gli utenti andranno a segnalare un articolo perchè mettono in dubbio la sua veridicità, esso sarà inviato ad un team speciale di esperti per verificarlo; se l'articolo verrà marchiato come 'falso' da almeno due organizzazioni, gli utenti saranno avvisati che quell'articolo è falso.

Presentato a Parigi in occasione del News Impact Summit, il progetto CrossCheck di Google nasce con lo scopo di affrontare le notizie false che potrebbero sorgere attorno alla prossime elezioni presidenziali francesi e servirà per aiutare a verificare le notizie condivise online.

Con il giorno delle elezioni a meno di tre mesi di distanza, i siti di social media stanno collaborando con i media per "reprimere la diffusione di informazioni false" ha scritto Google in un post sul blog. "Lo scopo di CrossCheck è quello di aiutare il pubblico a dare un senso di che cosa e di chi fidarsi nei loro social media feed, ricerche sul Web e il consumo generale di notizie on-line nei prossimi mesi".

Leggi anche: Facebook Journalism Project, il social di Zuckerberg fonte di informazioni nell'era digitale

CrossCheck è una risposta alla critica dei media e social media che devono affrontare sempre falsi allarmi, voci e false affermazioni - il tutto racchiuso nelle parole "notizie false". Facebook, in particolare, è stata criticata durante le elezioni presidenziali degli Stati Uniti lo scorso anno per aver permesso la libera circolazione di false informazioni in tutta la sua piattaforma sociale.

CrossCheck comprende in totale 17 partner di Google, tra cui AFP (Agence France-Presse), BuzzFeed Notizie, Francia Médias Monde (via les Observateurs de France 24), France Télévisions, Global Voices, Libération, La Provence, Les Echos, La Voix du Nord, Le Monde (Les Décodeurs ), Nice-Matin, Ouest-France, Rue89 Bordeaux, Rue89Lyon, Rue89 Strasburgo, Storyful e StreetPress.

"siamo entusiasti di essere parte di un approccio unico ed efficace di collaborazione con redazioni in tutta la Francia per coprire una delle elezioni più seguite in Europa. Siamo incredibilmente orgogliosi di questa partnership e il nuovo modello di giornalismo collaborativo è pionieristico" scrive Google nel suo blog. "Con una esperienza combinata da attraverso i media e la tecnologia, CrossCheck mira a garantire che bufale, voci e false affermazioni siano rapidamente ridimensionate, e le storie fuorvianti o in grado di confondere vengano accuratamente segnalate" prosegue Google. "Con le elezioni presidenziali in Francia vicine, i giornalisti provenienti da tutta la Francia e non solo lavoreranno insieme per trovare e verificare i contenuti che circolano pubblicamente on-line, che si tratti di fotografie, video, memi, commenti e siti di notizie. I partner di CrossCheck si avvarranno delle segnalazioni collettive nei loro articoli propri, programmi televisivi e contenuti di social media".

Leggi anche:
Leggi anche: -IA contro notizie false e controllo dei video live

Negli Stati Uniti, Facebook ha detto che gli utenti potrebbero in futuro segnalare piu' facilmente articoli falsi come bufale, aggiungendo che per funzionare questo controllo verrà gestito in collaborazione con agenzie come ABC News e Associated Press per verificare l'autenticità delle storie.

Il mese scorso, Facebook ha anche istituito una iniziativa contro le notizie false in Germania, dove i funzionari di governo hanno espresso la preoccupazione che le false storie e le espressioni di odio online potrebbe influenzare le elezioni parlamentari nel mese di settembre in cui la cancelliera Angela Merkel cercherà di restare in carica per il suo quarto mandato consecutivo.

Mentre il progetto CrossCheck ora sembra tutto rivolto al combattere le notizie false legate alle imminenti elezioni francesi, Google e Facebook hanno lo scopo di attivare il progetto anche durante le prossime elezioni tedesche: "è la prima volta che abbiamo provato una simile iniziativa per un lungo periodo di tempo", ha detto Jenni Sargent a capo del progetto. "Se funziona, noi continueremo ad utilizzarlo".

Il primo turno delle elezioni francesi è in programma il 23 aprile, con un probabile secondo turno in programma nel mese di maggio.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su CrossCheck, Google e Facebook insieme contro false news in Francia


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?