Gli utenti Fitbit possono condividere i dati con il National Institutes of Health

Gli utenti Fitbit possono condividere i dati con il National Institutes of Health

Negli USA, il programma di ricerca 'All of Us' ha l'obiettivo di migliorare la capacità di prevenire e curare le malattie in base alle differenze individuali nello stile di vita, nell'ambiente e nella genetica.

 

Scritto da , il 19/01/19

Seguici su

 
 

Fitbit e il National Institutes of Health (NIH) hanno lanciato il progetto BYB (Fitbit Bring-Your-Own-Device), la prima iniziativa di digital health technology per il programma di ricerca 'All of Us', uno dei più grandi studi di medicina di precisione al mondo. Gli utenti Fitbit attualmente iscritti al programma ora possono scegliere di sincronizzare i loro account Fitbit per aiutare i ricercatori ad ottenere informazioni più approfondite sulle relazioni tra indicatori di salute come attività fisica, frequenza cardiaca, sonno e salute. Consentendo di sincronizzare i propri dati con il programma di ricerca 'All of Us', gli utenti di Fitbit hanno l'opportunità di contribuire a creare uno dei più grandi set di dati per la ricerca scientifica. Fitbit è il primo produttore di dispositivi indossabili entrato a far parte del programma.

Lanciato a livello nazionale negli USA nel maggio 2018, il programma di ricerca 'All of Us' cerca di raggiungere un milione o più partecipanti con l'obiettivo di migliorare la capacità di prevenire e curare le malattie in base alle differenze individuali nello stile di vita, nell'ambiente e nella genetica.

Gli utenti di Fitbit partecipanti saranno invitati a condividere diversi tipi di informazioni sulla salute nel tempo attraverso sondaggi, cartelle cliniche elettroniche, misurazioni fisiche, e dati digitali sulla propria salute. I dati saranno resi accessibili ai ricercatori per un'ampia gamma di studi sulla salute e saranno tutelati da severe misure di salvaguardia per proteggere la privacy dei partecipanti.

"La raccolta di dati real-time in tempo reale attraverso le tecnologie digitali diventerà una parte fondamentale del programma", ha dichiarato Eric Dishman, direttore del programma di ricerca All of Us. "Queste informazioni in combinazione con molti altri tipi di dati ci forniranno una capacità senza precedenti di comprendere meglio l'impatto dello stile di vita e dell'ambiente sui risultati di salute e, in definitiva, di sviluppare strategie migliori per mantenere le persone in buona salute in un modo molto preciso e individualizzato."

Un'analisi pubblicata dalla rivista Federation of American Societies for Experimental Biology (FASEB) ha rilevato che i dispositivi Fitbit sono i tracker più comunemente usati nella ricerca biomedica. Ad oggi, oltre 6752 studi pubblicati hanno utilizzato dispositivi Fitbit e, secondo un'analisi recente, Fitbit è coinvolta negli studi ClinicalTrials.gov 10 volte più spesso di altri marchi. I dispositivi Fitbit sono quindi ritenuti affidabili per studi in aree come il diabete, salute cardiovascolare, oncologia, salute mentale e post-chirurgia.

"Questa è una straordinaria opportunità per gli utenti di Fitbit che scelgono di partecipare, per contribuire ulteriormente ad uno dei maggiori sforzi di ricerca del mondo fornendo informazioni che possano aiutare a preparare la strada verso un futuro più sano per tutti noi", ha dichiarato Adam Pellegrini, direttore generale di Fitbit Health Solutions. "Ogni giorno impariamo di più sul potenziale dei dispositivi indossabili per informare l'assistenza sanitaria personalizzata e attraverso All of U la comunità di ricerca acquisirà una comprensione ancora migliore del ruolo che i dati dai wearable possono avere nell'aiutare a prevenire e curare le malattie".

Mentre gli utenti di Fitbit possono scegliere di utilizzare il loro dispositivo per sincronizzare le statistiche della salute con il programma, non è richiesto di avere un dispositivo Fitbit per partecipare. Infatti, i partecipanti al programma All of Us possono eventualmente scegliere di condividere i propri dati tramite il loro account Fitbit e aggiungere manualmente informazioni come il peso, l'assunzione di acqua e i pasti. 

Sempre negli Stati Uniti, nel corso del 2019 verrà lanciata una seconda iniziativa con la quale saranno forniti fino a 10.000 dispositivi Fitbit ad un gruppo diversificato di partecipanti invitati a partecipare. Lo studio, che sarà condotto dallo Scripps Research Translational Institute, genererà un set di dati unico per esplorare la relazione tra indicatori di salute quali attività fisica, frequenza cardiaca e sonno in concomitanza con altri risultati di salute critici che verranno acquisiti come parte del programma All of Us.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Gli utenti Fitbit possono condividere i dati con il National Institutes of Health


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?