Recensione Huawei FreeBuds 3, le migliori cuffie on-ear senza fili

Recensione Huawei FreeBuds 3, le migliori cuffie on-ear senza fili

Nella recensione di oggi analizzeremo le nuove Huawei FreeBuds 3, degli auricolari on-ear senza fili che ci sono particolarmente piaciute per immediatezza di utilizzo e suono.

 

Scritto da , il 13/01/20

 

Seguici su

 
 

Huawei porta sul mercato le nuove cuffie FreeBuds 3 destinate, a nostro avviso, a diventare un riferimento del settore, perchè? Scopriamolo insieme nella nostra recensione completa!

Iniziamo dicendo che sono due le varianti in vendita che differiscono solo per il colore, Bianco (Ceramic White) oppure Nero (Carbon Black), al momento tra l’altro le potete trovare in sconto su Amazon al seguente indirizzo ed è ancora in corso una promo che vi permette fino al 19 Gennaio compreso di ricevere in omaggio un caricatore senza fili del valore di 59,99 euro, tutti i dettagli sul sito ufficiale dell’azienda.

All’interno della confezione di vendita troviamo le nostre cuffie, manuali guida ed una cavo USB Type C per la ricarica che raggiunge i 6W, 5V e 1,2 Ah, è possibile anche ricaricarle a 2W senza cavo quindi tramite una basetta Qi, soluzione molto comoda se sfruttate tale tecnologia.

Leggi anche:
 
Huawei FreeBuds 3
Huawei FreeBuds 3
 

Le cuffie, così come la maggior parte della superficie del case, sono in plastica di buona qualità mentre la cerniera di apertura della custodia stessa è in metallo, ridotte le dimensioni che ci permettono di tenerle in tasca senza particolari problemi.

La batteria di ogni auricolare è di 30 mAh mentre quella della custodia è di 410 mAh, vengono dichiarate 4 ore di utilizzo con una ricarica per singolo auricolare e 20 ore totali con una ricarica del case, in generale ci siamo ritrovati in questi dati ma ovviamente il tutto viene influenzato dal volume e dalla riduzione del suono ambientale che può essere attivata o meno e che influisce sull’autonomia.

48 grammi il peso del case, 4,5 grammi quello di ogni auricolare quindi parliamo di cuffie che sembra quasi di non indossare, allo stesso modo però non scivolano nemmeno durante lo sport leggero oppure una corsa all’aperto.

 
Huawei FreeBuds 3
Huawei FreeBuds 3
 
Leggi anche:

Prima di parlare di come suonano voglio spendere due parole sul discorso connettività perchè l’azienda non ha lasciato nulla al caso, troviamo um SoC Bluetooth 5.1 Dual-Mode con certificazione BT e BLE, c’è la tecnologia di trasmissione Huawei Isochronous Dual Channel ed un processore audio a 356 mHz, tutto questo significa che la connessione è immediata, il raggio d’azione molto buono (noi le abbiamo utilizzate per tutta casa senza portare dietro lo Smartphone), che non troviamo lag nella visione di video e che ogni cuffia può essere utilizzata singolarmente.

L’audio è davvero eccellente parlando di cuffie on-ear in quanto il volume è alto al punto giusto, il suono è chiaro e pulito e c’è anche un piacevole accenno di bassi, anche in metropolitana siamo riusciti ad ascoltare la musica nonostante il forte rumore esterno grazie anche ai driver da 14 mm e ad una valvola dedicata proprio ai bassi.

L’aspetto dove più questo prodotto ci ha stupito riguarda però la parte chiamate in quanto c’è la cancellazione del suono attivo ANC che possiamo attivare, scusate il gioco di parole, con un doppio tap sulla cuffia sinistra di default (personalizzabile dall’applicazione), incredibile come nonostante in diverse situazioni ci siamo trovati con un forte rumore di sottofondo ma dall’altra parte abbiamo sempre ricevuto feedback che parlavano di voce chiara e silenzio di sottofondo, il lavoro che fanno i microfoni qui è pazzesco.

L’arma in più è poi anche il sensore osseo integrato che capta le vibrazioni ossee appunto per migliorare la voce rendendola chiara ed eliminando i rumori di sottofondo.

 
Huawei FreeBuds 3
Huawei FreeBuds 3
 

Se avete uno Smartphone Huawei con EMUI 10 all’apertura del case non solo le cuffie si collegheranno allo smartphone (cosa che succede comunque con qualsiasi altro prodotto Android o iOS) ma riceverete anche una notifica con lo stato attuale della batteria di ogni singola cuffia e della custodia stessa.

Ok, e se non ho uno Smartphone Huawei? Nessun problema, con iOS appare sulla sinistra della home una notifica con la batteria generale, con Android basta scaricare l’applicazione AI-Life per visualizzare lo stato di carica e personalizzare il comportamento di ogni cuffia al doppio tocco oppure verificare la presenza di nuovi aggiornamenti del software, un’app semplice ma fondamentale per le varie impostazioni che poi comunque rimangono salvate se cambiate device.

Ovviamente parliamo di cuffie che si possono utilizzare con ogni device Bluetooth quindi lo stato della batteria si può verificare anche dai LED posti all’interno della custodia (LED che riporta la batteria delle cuffie) ed all’esterno della stessa (per la batteria del case), Verde significa che c’è una buona carica, Giallo che siete più o meno a metà autonomia e Rosso che dovrete caricare l’accessorio.
 
Huawei FreeBuds 3
Huawei FreeBuds 3
 
Leggi anche:

Insomma in generale un prodotto che ci ha convinto non solo per la semplicità d’uso ma anche per il suono, per le dimensioni, per l’integrazione della ricarica senza fili e per lo straordinario lavoro dei microfoni in chiamata.

Il prezzo? Di listino 179 euro ma spesso si trovano in sconto online, al seguente indirizzo per esempio trovate l’attuale miglior offerta di Amazon.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Recensione Huawei FreeBuds 3, ho chiuso le AirPods in un cassetto!



Condividi questa notizia

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria