Samsung annuncia ISOCELL JN1, sensore di immagine da 50MP con pixel da 0,64um

Samsung annuncia ISOCELL JN1, sensore di immagine da 50MP con pixel da 0,64um

Viene fornito con le più recenti tecnologie pixel come ISOCELL 2.0, Smart-ISO e Double Super PDAF.

 

Scritto da il 14/06/21 | Pubblicato in | | | Archivio 2021

Seguici su

 
 

Samsung Electronics ha presentato il suo nuovo sensore di immagine con pixel da 0,64 micrometri(um), il Samsung ISOCELL JN1 da 50 megapixel (MP). Dotato delle più recenti tecnologie pixel come ISOCELL 2.0, Smart-ISO e Double Super PDAF, il JN1 per Samsung è il sensore di immagine mobile da 50MP più piccolo del settore.

"Le avanzate tecnologie pixel di Samsung hanno ancora una volta superato i limiti con la massima precisione per sviluppare un sensore di immagine con la dimensione pixel più piccola del settore, ma con prestazioni potenti. Il nuovo ISOCELL JN1 da 0,64um permetterà agli smartphone più eleganti di domani di fotografare in altissima risoluzione", ha affermato Duckhyun Chang, vicepresidente esecutivo del settore dei sensori di Samsung Electronics. "Mentre guidiamo il nostro impegno per l'innovazione nelle tecnologie pixel, continueremo a portare sul mercato un'ampia gamma di offerte di sensori di immagine mobili".

Una nuova aggiunta alla gamma di sensori di immagine ad alta risoluzione di Samsung, il JN1 utilizza la tecnologia ISOCELL 2.0 con ulteriori miglioramenti che migliorano la sensibilità alla luce di circa il 16%. Per quando deve lavorare in ambienti con scarsa illuminazione, il sensore utilizza la tecnologia di binning "pixel quattro-in-uno" di Samsung, Tetrapixel, che unisce quattro pixel vicini da 0,64um in un unico grande pixel da 1,28um per quadruplicare la sensibilità alla luce e garantire fotografie più luminose di risoluzione 12.5MP.

Il sensore di immagine ISOCELL JN1 monta un sensore di 1/2.76 pollici e supporta la registrazione di video con risoluzione fino a 4K a 60 fotogrammi al secondo (fps) o Full HD a 240fps. Inoltre, le sue dimensioni più piccole permettono al produttore di ridurre l'altezza del modulo della fotocamera di circa il 10%, riducendo così la sporgenza della fotocamera per offrire un design più sottile negli smartphone di prossima generazione.

Per una gamma dinamica migliorata, ISOCELL JN1 è dotato di Smart-ISO, una tecnologia che modifica il guadagno di conversione in base al livello di illuminazione dell'ambiente circostante. Smart-ISO utilizza la modalità 'Low ISO' in ambienti luminosi per mantenere i dettagli nelle alte luci e 'High ISO' in ambienti scarsamente illuminati per ridurre il rumore di lettura e generare migliori prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione. Utilizzando Smart-ISO, il JN1 offre anche HDR tra le scene in impostazioni di luce mista per livelli di esposizione ottimali derivati ​​da due letture separate, da ISO bassi e alti, che vengono combinati per creare l'immagine finale.

Per una messa a fuoco automatica più rapida, ISOCELL JN1 integra la tecnologia Double Super PD migliorata, chiamata Double Super PD. La precedente tecnologia Super PD utilizzava microlenti di forma ovale appositamente progettate su due pixel adiacenti disposti uno accanto all'altro per rilevare le fasi. Double Super PD presenta una densità di pixel doppia (1/16) utilizzata per il rilevamento di fase rispetto a Super PD (1/32), consentendo le stesse prestazioni di messa a fuoco automatica anche in ambienti con livelli di illuminazione inferiori di circa il 60%.

Il Samsung ISOCELL JN1 è attualmente in produzione di massa. Non sappiamo quali saranno o quando arriveranno sul mercato i primi smartphone che monteranno questo sensore di immagine.

Leggi anche:
Leggi anche:

Samsung ISOCELL JN1


Samsung ha annunciato per la prima volta la sua tecnologia ISOCELL nel 2013, nata per ridurre la diafonia cromatica tra i pixel posizionando una barriera fisica tra essi, consentendo ai pixel di piccole dimensioni di catturare colori con una maggiore fedeltà rispetto alla realtà. Basandosi su questa tecnologia, Samsung ha introdotto il primo sensore di immagine con pixel da 1.0um del settore nel 2015 e un sensore con pixel da 0.9um nel 2017.