Recensione Xiaomi Mi Band 3, due passi avanti e uno indietro

Recensione Xiaomi Mi Band 3, due passi avanti e uno indietro

Xiaomi Mi Band 3 è ora disponibile sul mercato, riuscirà ad ottenere la fama ed il successo delle precedenti versioni? Scopriamolo nella nostra recensione.

 

Scritto da , il 22/08/18

Seguici su

 
 
Xiaomi ha presentato la nuova Mi Band 3 che ufficialmente non è ancora arrivata in Italia ma grazie ad Honorbuy.it è possibile acquistarla in Italia con due anni di garanzia al seguente indirizzo, conosciamo insieme questo prodotto nella nostra recensione completa.

Inizio facendo una precisazione, la versione da noi testata è quella Cinese a cui abbiamo installato un software Italiano basato su firmware ufficiale, al momento invece lo store vende la versione Internazionale con lingue Inglese, Cinese, Russo o Spagnolo.

All’interno della confezione di vendita troviamo la nostra band, cavo di ricarica USB e manuali guida.

La ricarica è consigliata tramite USB a basso voltaggio, è molto rapida ed impiega circa 30/40 minuti ma l’autonomia è da record in quanto riusciamo a coprire anche 20 giorni nonostante i soli 110 mAh.

Al polso risulta comoda e praticamente ci si scorda di indossarla grazie al peso contenuto in soli 20 grammi, potrete tra l’altro farci la doccia o nuotarci in quanto è resistente all’acqua fino a 50 metri di profondità. 
 
Xiaomi Mi Band 3
Xiaomi Mi Band 3
 
La connessione con lo Smartphone, Android oppure iOS, avviene tramite Bluetooth 4.2 a basso consumo energetico, l’applicazione da utilizzare è Mi Fit che permette di selezionare i nostri dati per una corretta misura di calorie bruciate ecc.

Dall’applicazione è anche possibile personalizzare il comportamento del lettore del battito cardiaco, del display quando ruotiamo il polso e della band alla ricezione di una notifica in quanto è possibile ricevere al polso appunto gli avvisi con relativa vibrazione e possibilità di leggere il testo scorrendo grazie al touchscreen, importante dire che possiamo anche impostare la modalità non disturbare ad orari.

Tutto bene fin qui, passiamo ora alla nota dolente ovvero il display, qui troviamo un’unità da 0,78 pollici OLED con risoluzione di 128 x 80 pixel, è incredibile come in questo caso si sia fatto un notevole passo indietro in quanto al sole risulta davvero poco visibile ed addirittura sparisce tutto se utilizzate occhiali polarizzati, nessun problema al buio e con luce normale invece.

In conclusione Xiaomi Mi Band 3 migliora nel design, nella lettura della varie attività (sonno, corsa, camminata ecc), nel sensore per il battito ora meglio posizionato ma peggiora nel display, vale la pena acquistarla? Si se cercate una Smartband ed accettate il compromesso del display al sole, no se per esempio siete già possessori di una Mi Band 2.

Vi ricordiamo che potete acquistare il prodotto in Italia al seguente indirizzo con garanzia, vi lasciamo ora alla nostra prova video invitandovi come sempre ad iscrivervi al nostro canale Youtube ed al nostro canale Telegram ma anche a seguirci su Instagram, buona visione!
 
Leggi anche:

Recensione Xiaomi Mi Band 3, Best Buy con qualche compromesso



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Xiaomi Mi Band 3, due passi avanti e uno indietro


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?