Facebook in tribunale con accusa di molestie sessuali

Facebook in tribunale con accusa di molestie sessuali

Facebook è sotto accusa di un ex dipendente che sostiene che l'ambiente di lavoro del social network è per lei stato un focolaio di molestie e discriminazione. Chia Hong, che ha lavorato a Facebook da giugno 2010 a ottobre 2013, sostiene che è stata sottoposta ad un trattamento ingiusto basato sulla sua razza e genere.

 

Scritto da , il 19/03/15

Seguici su

 
 

Facebook è sotto accusa di un ex dipendente che sostiene che l'ambiente di lavoro del social network è per lui stato un focolaio di molestie e discriminazione.

Chia Hong, che ha lavorato a Facebook da giugno 2010 a ottobre 2013, sostiene che è stata sottoposta ad un trattamento ingiusto basato sulla sua razza e genere. Hong ha presentato 11 accuse, tra cui per molestie sessuali e la discriminazione di origine, presso la San Mateo County Superior Court.

Hong ha citato in giudizio Facebook per avere un risarcimento, compresi salari mancati e benefici; danno monetario correlato a "sofferenza mentale e l'angoscia e stress emotivo" più risarcimento per altri danni e le spese legali.

Facebook è l'ultima società di tecnologia accusata dai suoi ex dipendenti per via di una adeguata mancanza di diversità. I dipendenti dei colossi della tecnologia in media sono rappresentati per il 70 per cento dal sesso maschile, secondo le statistiche ufficiali rivelate da Facebook, Google, Twitter e altre società. Le loro statistiche, insieme ad una cultura maschilista dilagante, hanno creato accese discussioni e, ora, azioni legali nella Silicon Valley.

Hong ha accusato Facebook, così come il dipendente Anil Wilson e altri 50 dipendenti senza nome. Lei sostiene che le sue opinioni sono state regolarmente ignorate, che le è anche stato chiesto "perché lei non sta a casa e prendersi cura dei suoi figli", e che le è stato chiesto di servire ai dipendenti di sesso maschile bevande ad un evento aziendale. Hong sostiene anche che i dirigenti di Facebook la punirono dopo aver preso ferie per fare del volontariato a scuola dei suoi figli e dopo essersi lamentata dell'ambiente di lavoro. In ultima analisi, dice di essere stata sostituita da un "meno qualificato e meno esperto maschio indiano" e infine licenziata.

"Lavoriamo molto duramente sulle questioni relative alla diversità, di genere e uguaglianza, e crediamo che abbiamo fatto progressi," ha detto un portavoce di Facebook in una dichiarazione rilasciata a CNET.com. "In questo caso abbiamo disaccordi sostanziali sui fatti, e crediamo che gli storici dimostrano che il dipendente è stato trattato in modo equo."

Hong è rappresentata legalmente da Lawless e Lawless, la società di San Francisco che rappresenta anche l'ex partner Ellen Pao di Kleiner Perkins Caufield & Byers nel suo caso aperto per la discriminazione di genere contro la società. Pao ha detto che spera che la sua volontà possa essere di ispirazione per altre donne a farsi avanti.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Facebook in tribunale con accusa di molestie sessuali


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?