Google separa Google Plus dagli altri suoi servizi

Google separa Google Plus dagli altri suoi servizi

Un aggiornamento alla barra di navigazione principale di Google ha rimosso il collegamento per l'utente al profilo personale di Google Plus, che diventa ufficialmente un servizio scollegato dagli altri servizi di Google come YouTube e Gmail.

 

Scritto da , il 30/07/15

Seguici su

 
 

Se avete aperto questo articolo perchè non sapete di che cosa si tratta quando si parla di Google Plus, o Google+ come lo volete scrivere, avete già capito perchè il social network di Google importa poco o niente ai navigatori del web.

Lo avevamo previsto ed è successo: il social network Google Plus va a staccarsi dal resto dei servizi di Google. Il motivo? Si è rivelato un grande flop.

Il colosso di Mountain View ha annunciato che d'ora in poi come YouTube e Gmail saranno scollegati da Google+. Dallo scorso mese di Giugno, in seguito alla conferenza degli sviluppatori I/O, ci siamo accorti che il nome dell'utente loggato in Google, che compare nella barra di navigazione in alto a desta, è stato privato del link diretto al profilo social su Google Plus. Se prima compariva il nome +[nome qui] utilizzato per accedere direttamente alla home page di Google+, da Giugno non compare più. Anche il collegamento all'interno di Gmail è scomparso. Il nome ora compare solo con [nome qui], privo di collegamento. E' ora necessario fare clic sulla griglia di nove quadrati che appare accanto al nome per aprire un menu a tendina con le icone di altri servizi di Google al cui click si viene rimandati alla rispettiva homepage, tra cui c'è Google+, è ancora lì, tra Play, Gmail e Maps.

"Abbiamo dovuto ripensare a delle scelte", ha speigato sul blog di Google l'ex capo di Google+, Bradley Horowitz, ora vice presidente dei servizi streaming, foto e condivisione. "Nei prossimi mesi", scrive Horowitz, le cose cambieranno: un account Google sarà "l'unica cosa di cui si avrà bisogno" per usare i prodotti Google.

Dopo due diversi tentativi falliti e abbandonati con Google Buzz e Google Wave, la società di Mountain View nel 2011 ci ha riprovato integrando la funzione Social Network direttamente nel suo sistema di ricerca. Google Plus è stato chiamato il servizio, un social network che sull'onda del successo di Facebook ha cercato di puntare su qualcosa in più, ovvero il nome e la popolarità del motore di ricerca web. Google+ è nato con lo scopo di aiutare gli utenti a creare e gestire le proprie "circle", ovvero cerchie di interessi, attraverso le quali poter restare in contatto con amici, parenti o colleghi di lavoro.

Quattro anni più tardi, Google Plus non è più al centro di un account Google, ma diventa un servizio accessorio (e forse prossimo alla chiusura?).

Google Plus non ha mai realmente preso piede, forse perchè simile a Facebook al punto che gli utenti non sono interessati a gestire due account su due social network diversi ma similari. Non si può quindi nascondere che Google Plus ha avuto vita molto difficile.

Ma non stiamo a giudicare i servizi offerti da l'uno e l'altro social network, ogni utente è libero di scegliere il social network più adatto alle sue esigenze. Parliamo dei fatti.

Non è sicuro che Google voglia chiudere definitivamente il suo social network, ma intanto da oggi sarà scollegato dagli altri servizi offerti da Google. Francamente: quanti di voi lo utilizzano? Diteci la vostra nel box dei commenti qui sotto.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Google separa Google Plus dagli altri suoi servizi


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?