LinkedIn prepara risposta a Instant Articles di Facebook

LinkedIn prepara risposta a Instant Articles di Facebook

LinkedIn potrebbe integrare un sistema di 'articoli instantanei' come disponibile su Facebook per permettere agli editori di ospitare contenuti direttamente sulla piattaforma.

 

Scritto da , il 04/07/16

Seguici su

 
 

LinkedIn sta sta valutando l'introduzione  di un nuovo strumento per permettere ai suoi utenti di avere un rapido accesso alle notizie che piu' gli possono interessare, qualcosa nello stile di Instant Articles di Facebook. Gli 'articoli instantanei' sarebbe una caratteristica che permetterebbe agli editori di ospitare contenuti direttamente su LinkedIn invece di rimandare gli utenti tramite link sui loro siti.

Stando a quanto riportato da BuzzFeed News, citando fonti vicine a LinkedIn, il social network per professionisti avrebbe gia' iniziato a chiedere a 'diversi' editori se sono interessati a prendere parte ad un progetto per condividere le loro news attraverso la piattaforma.

Per chi non conosce Instant Articles, si tratta di una novità che Facebook ha introdotto per permettere ai suoi utenti di leggere articoli degli editori partner direttamente all'interno dell'applicazione di Facebook, senza che l'utente venga rimandato al sito web dell'editore all'interno di un browser esterno (come potrebbe essere Chrome) quando fa click sulla notizia che trova nel suo News Feed. Facebook dice che questo permette all'utente di accedere piu' rapidamente alla notizia, senza dover lasciare Facebook.

Così come Facebook, anche LinkedIn trarrebbe beneficio da una soluzione simile, che permetterebbe alla società di mantenere più utenti all'interno della sua piattaforma.

In un primo momento gli articoli istantanei sembrerebbero una soluzione sfavorevole per gli editori partner, dal momento che avrebbero meno accessi sui loro siti web e di conseguenza meno guadagni dagli sponsor, ma nel caso di Instant Articles di Facebook gli editori si sono accordati col social network per ricevere una quota delle entrate per la pubblicità mostrata al fianco dei loro articoli. Una soluzione simile dovrebbe essere utilizzata anche da LinkedIn, anche se al momento non ci sono dettagli su quanto LinkedIn potrebbe essere disposta a pagare gli editori per ospitare i loro contenuti.

Mentre se (e quando) LinkedIn lancerà qualcosa come Instant Articles di Facebook non lo sappiamo, un portavoce della piattaforma ha dichiarato a BuzzFeed News questo:

"Gli editori rimangono una parte molto importante del nostro ecosistema di contenuti e siamo in trattative regolari con loro su nuovi modi di lavorare insieme. Il nostro obiettivo è quello di offrire il contenuto giusto di fronte all'utente al momento giusto per offrire la migliore esperienza utente possibile ".

LinkedIn nel mese di ottobre 2012 ha introdotto una caratteristica che ha permesso agli utenti top di pubblicare articoli interi direttamente nella sua piattaforma, possibilità poi estesa a tutti i membri della piattaforma. Nel 2013, LinkedIn ha acquisito Pulse, un lettore di news che è ora integrato nella sua piattaforma principale. Se gli editori dovessero firmare per gli articoli istantanei, la novità potrebbe rendere LinkedIn una fonte di notizie per il mondo dei professionisti.

Leggi anche: Instant Articles di Facebook per tutti gli editori

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su LinkedIn prepara risposta a Instant Articles di Facebook


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?