Facebook blocca gli annunci dalle pagine che condividono ripetutamente false notizie

Facebook blocca gli annunci dalle pagine che condividono ripetutamente false notizie

 

Scritto da , il 09/09/17

Seguici su

 
 

Nell'ultimo anno Facebook si è impegnata per ridurre la condivisione di false notizie e truffe su Facebook. Attualmente, la società non permette agli inserzionisti di pubblicare annunci che collegano le storie contrassegnate come false dalle organizzazioni di terze parti a cui Facebook fa affidamento per il controllo delle notizie segnalate come presunte fake. A partire dal mese di settembre, Facebook introduce una novità: se le pagine condividono ripetutamente storie contrassegnate come false, queste pagine recidive non saranno più autorizzate a farsi promozione su Facebook.

Stando a quanto riportato in un post sul blog della società da Satwik Shukla e Tessa Lyons, rispettivamente due Product Manager di Facebook, questo aggiornamento aiuterà la società a ridurre la diffusione di false notizie dalle pagine che sono disposte anche a pagare per rendersi visibili.

"Abbiamo trovato Pagine che utilizzano gli annunci di Facebook per costruire il loro pubblico e per distribuire in modo più ampio le false notizie" hanno scritto Shukla e Lyons.

A partire da questo aggiornamento, se una pagina ripetutamente promuove storie che sono state contrassegnate come false da parte di terzi non saranno più in grado di acquistare annunci su Facebook. Se le pagine interrompono poi la condivisione di false notizie, potrebbero poter tornare nuovamente ad acquistare annunci pubblicitari.

Leggi anche: Facebook, guida per riconoscere Notizie False

"Le fake news sono dannose per la nostra comunità" spiegano i due product manager di Facebook. "Rendono il mondo meno informato ed erodono la fiducia".

Facebook è impegnata nel combattere la diffusione di false notizie in tre aree chiave: impedire gli incentivi economici per creare false news, sviluppare nuovi prodotti per frenare la diffusione di false notizie, e aiutare le persone a prendere decisioni più informate quando si trovano di fronte a false notizie.

"L'aggiornamento di oggi aiuta ad interrompere gli incentivi economici e ridurre la diffusione di false notizie, un altro passo verso la creazione di una comunità più informata su Facebook" concludono Shukla e Lyons nel blogpost.

Fermare la diffusione di notizie false è una parte importante per "costruire una comunità informata" ha in precedenza dichiarato il co-fondatore del social network, Mark Zuckerberg, secondo cui la nostra comunità di Facebook vuole avere accesso ad informazioni accurate tramite la piattaforma. Il co-fondatore di Facebook sa che cè ancora molto lavoro da fare.

Leggi anche:

In notizie correlate, Facebook ha ricordato che sono emerse molte domande dopo le Elezioni Americane del 2016 circa l'interferenza dei russi nel processo elettorale. Nel mese di aprile la società ha pubblicato una informativa che ha descritto la propria comprensione dei tentativi di abuso della piattaforma sociale per lo scopo di cui sopra. Una domanda che è emersa è "c'è stata una connessione tra gli sforzi russi di intervenire nelle Elezioni USA 2016 e gli annunci acquistati su Facebook?". Facebook ha risposto che si tratta di affermazioni serie e si è quindi impegnata ad esaminare una serie di attività sulla sua piattaforma per aiutare a capire cosa è successo.

Nel rivedere gli acquisti degli annunci, ha trovato circa 100.000 dollari in spesa pubblicitaria nel periodo compreso tra giugno 2015 e maggio del 2017 - associata a circa 3.000 annunci - collegata a circa 470 account non autenticati e Pagine che violano le norme che gli inserzionisti sono tenuti a rispettare. L'analisi di Facebook suggerisce che questi account e Pagine erano affiliati e probabilmente operavano fuori dalla Russia.

"Noi non permettiamo account inautentici su Facebook e, di conseguenza, abbiamo chiuso gli account e le pagine che abbiamo identificato ancora attive" ha spiegato in una nota ufficiale la società, aggiungendo che "la stragrande maggioranza degli annunci gestiti da questi account non ha specificamente fatto riferimenti alle elezioni presidenziali statunitensi, al voto o ad un particolare candidato". Piuttosto, gli annunci e gli account sembravano concentrarsi "sull'amplificazione di messaggi di divisione sociali e politici in tutto lo spettro ideologico" toccando argomenti da questioni LGBT alle questioni di razza all'immigrazione al diritto di possedere una pistola. Circa un quarto di questi annunci sono stati geograficamente mirati".

Facebook è costantemente impegnata ad aggiornare i propri sforzi per migliorare l'accettazione degli annunci pubblicitari, e di recente ha introdotto una serie di miglioramenti, tra cui: applicazione del machine learning per aiutare a limitare lo spam e ridurre i messaggi che la gente vede collegati a pagine web di scarsa qualità, attivazione di nuovi modi per controllare la vera destinazione di un annuncio o post, ridurre l'influenza degli spammer, ridurre le storie da fonti che postano regolarmente titoli clickbait che enfatizzano le informazioni, impedire le Pagine a fare pubblicità se condividono ripetutamente storie contrassegnate come false.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Facebook blocca gli annunci dalle pagine che condividono ripetutamente false notizie


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?