Facebook introduce nuovo centro per rispondere alle crisi

Facebook introduce nuovo centro per rispondere alle crisi

Facebook introduce l'hub Crisis Response, una sezione in cui le persone possono trovare maggiori informazioni sulle crisi e accedere da un unico luogo a strumenti di 'risposta' inclusi Safety Check, Community Help e Fundraisers.

 

Scritto da , il 15/09/17

Seguici su

 
 

L'anno scorso, Facebook ha riferito che stava lavorando su strumenti utili per gli utenti che si trovano ad affrontare situazioni di crisi da unire alla funzione Safety Check. Il 14 settembre, Facebook ha annunciato la disponibilità dell'hub chiamato Crisis Response, una nuova sezione del social network in cui le persone potranno trovare maggiori informazioni sulle crisi e accedere da un unico luogo a strumenti di "risposta alle crisi" inclusi Safety Check, Community Help e Fundraisers, utili per aiutare nella ripresa da uno stato di crisi. Come parte di questo aggiornamento, Facebook introduce anche link ad articoli, video e foto pubblicati dalla comunità di Facebook per aiutare le persone ad essere più informate durante una crisi.

Facebook ha detto di aver sviluppato una serie di strumenti di risposta alle crisi basandosi su ciò che ha appreso dalla comunità sociale: quando si verifica una crisi, la gente usa Facebook per far sapere ai propri amici e familiari di essere al sicuro, imparare e condividere di più su cosa sta succedendo e aiutare le comunità a riprendersi.

Le persone potranno accedere all'hub Crisis Response su Facebook nelle prossime settimane dalla homepage quando navigano da desktop o dalla nuova opzione del menu sul proprio telefono. Gli utenti vedranno i seguenti strumenti quando si trovano nella pagina di una crisi: Safety Check; collegamenti ad articoli, foto e video; Community Help (aiuto comunitario); Fundraisers.

 
Facebook Crisis Response
Facebook Crisis Response
 

Safety Check (controllo della sicurezza) è il servizio "Sto bene" che permette agli utenti che si trovano nei pressi di attentati o altre stragi come un terremoto di comunicare attraverso il social la propria condizione ai propri amici e familiari. Safety Check lo conosciamo già perchè è uno strumento ampiamente utilizzato su Facebook. La società ha iniziato a lavorare allo strumento Safety Check dopo il terremoto che ha causato il devastante tsunami e disastro nucleare in Giappone nel 2011. "Sto bene" chiede agli iscritti che si trovano in una zona a rischio di rispondere a una semplice domanda: se stanno bene. La risposta viene automaticamente trasformata in una notifica per tutti gli amici di quella persona. Nel caso in cui si verifica un disastro nella zona e non è possibile accedere al Web, gli amici possono anche contrassegnare per qualcun'altro che ci si trova al sicuro. Safety Check continuerà ad essere disponibile allo stesso modo di oggi, presente nella parte superiore di ogni pagina di crisi se ci si trova nella zona interessata da una crisi.

Riguardo i collegamenti ad articoli, foto e video, Facebook va a mostrare contenuti correlati ad una crisi da posti pubblici che possono aiutare le persone ad avere più informazioni su una crisi mentre si sta verificando. Secondo Facebook, infatti, quando le persone ricevono notifiche del Safety Check apprendono che è in atto o è accaduta una crisi, ma potrebbero non conoscere molto su quanto è successo e potrebbero volerne saperne di più. A partire dal 14 settembre 2017, gli utenti vedranno quindi link ad articoli, foto e video da messaggi pubblici in modo da avere accesso ad ulteriori informazioni su una crisi in un unico luogo. Le informazioni su Safety Check potranno anche essere visualizzate nel News Feed per fornire ulteriori dettagli su una crisi.

Attraverso Community Help (aiuto comunitario) le persone potranno chiedere e dare aiuto alle comunità colpite dalla crisi, mentre Fundraisers permetterà alle persone di creare raccolte fondi e di donare per sostenere coloro che sono colpiti da una crisi e le organizzazioni senza scopo di lucro che aiutano con i soccorsi.

Leggi anche:
 
Facebook Crisis Response
Facebook Crisis Response
 

"Speriamo che questi aggiornamenti continuino a fornire alle persone informazioni utili per mantenerle al sicuro e aiutare le comunità a ricostruire e recuperare" ha commentato Mike Nowak, Product Director del Social Good di Facebook. 

Crisis Response ha iniziato ad uscire il 14 settembre 2017 e dovrebbe essere disponibile per tutti gli utenti dalle settimane successive.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Facebook introduce nuovo centro per rispondere alle crisi


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?