Juniper Networks presenta i risultati ricerca sulle su broadband italiano

Scritto da , il 03/07/08 | Pubblicata in Produttori | Archivio 2008

 

Lo shopping online, la TV via Internet e il gaming, sono alcuni dei servizi che nei prossimi due anni ci aspettiamo di utilizzare sempre di più. E i contenuti saranno il vero valore aggiunto dell’utilizzo della banda larga.

Ecco i risultati della ricerca che Juniper Netowks ha commissionato a Ciao Group per analizzare lo stile di vita dei consumatori di servizi broadband e, per i service provider di banda larga europei si aprono nuove opportunità di business mettendo a disposizione dei clienti servizi di qualità, orientati a un’esperienza Internet sempre più personalizzata.

Al fine di soddisfare le sempre maggiori aspettative dei consumatori, i provider devono necessariamente avvalersi di strumenti di network intelligence al fine di accrescere la fidelizzazione dei clienti.

La ricerca, condotta su un campione di 5.000 utenti broadband di Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito nel mese di aprile 2008, ha messo in luce come il 39,3% degli intervistati (in Italia il 52,2%) possieda almeno cinque differenti identità utente online, ciascuna delle quali legata a una propria password esclusiva, per accedere a diversi servizi in Rete da un'unica connessione broadband. Inoltre, il 79,9% a livello europeo e l’84,7% di italiani ha confermato che la propria connessione broadband viene regolarmente utilizzata da due o più utenti, a dimostrazione del fatto che ciascuna connessione broadband supporta molteplici identità e servizi.

Data la diminuzione del fatturato derivante dai servizi voce tradizionali e la maggiore diffusione della connettività broadband di base, i service provider subiscono crescenti pressioni per identificare nuove fonti di redditività.

Pressioni presenti anche quando si tratta di adattarsi alla presenza dei content provider, i quali offrono contenuti accattivanti, ad alto consumo di ampiezza di banda, accessibili attraverso le reti dei service provider.

Per sostenere grandi volumi di accesso a questo tipo di contenuti, i service provider stanno investendo nel potenziamento della capacità di banda, spesso senza partecipare ai guadagni derivanti dal segmento dei contenuti.

Il 24,8% degli intervistati afferma che i siti di social networking rappresentano un ottimo canale per restare in contatto con amici e parenti, mentre per il 37,5% questo servizio è destinato a diventare ancora più importante in futuro.

 In Italia i dati registrati si mantengono in linea con i risultati europei: il 23,7% afferma che il social networking è importante per restare in contatto con amici e parenti, e il 33,5% ritiene che questo servizio diventerà ancora più importante nei prossimi tempi.

Di conseguenza le comunicazioni tradizionali sono destinate a perdere di rilievo negli anni a venire: per il 41,7% (in Italia il 49,8%) il servizio di telefonia fissa è destinato a perdere di importanza nel tempo. Secondo il 61,3% degli intervistati la TV online (IPTV) assumerà un ruolo sempre più rilevante in futuro, mentre il 35,6% ha confermato che la televisione tradizionale perderà d’importanza nei prossimi anni. Gli italiani che ritengono l’IPTV un servizio destinato a diventare sempre più importante, sono il 58,9%, mentre quelli che ritengono che la TV tradizionale sia un servizio sempre meno importante sono il 35,9%.



“In base alla natura del servizio a cui accedono, gli utenti hanno richieste differenti in termini di velocità, affidabilità e sicurezza. Ad esempio, l'IPTV deve necessariamente garantire una connessione veloce, mentre le attività di shopping online devono essere sicure e affidabili”, ha spiegato Gainham. “Juniper ritiene che i service provider possano mantenere la fiducia dei clienti e migliorare la redditività andando oltre la connettività di base, creando un'infrastruttura di rete ad alte prestazioni che garantisca la qualità appropriata in base al servizio senza compromessi”.


Aggiungi il nostro Feed Rss per non perdere nessuna news !!!

 
 
 
 
Archivio Notizie
 

Ultime notizie

 
 
 
 
Vuoi restare aggiornato ?