Basta un SMS per disattivare i servizi premium attivati senza volerlo ed essere rimborsati

Basta un SMS per disattivare i servizi premium attivati senza volerlo ed essere rimborsati

Il diritto di ripensamento per i servizi in abbonamento ora puo' essere espresso tramite un SMS entro sei ore dall'attivazione.

 

C'è una importante novità a tutela dei consumatori che si trovano sul proprio numero di telefono mobile attivati senza volerlo dei servizi a sovrapprezzo, chiamati anche VAS (value added services) o servizi premium. Possono essere servizi a pagamento di intrattenimento (giochi, video, foto, musica, etc.) e di informazione (meteo, oroscopo, news, gossip, etc.), possono essere acquistati singolarmente con un unico addebito (one shot) o in abbonamento, mediante addebito ricorrente.

Il codice di condotta per l'offerta dei servizi premium (CASP 4.0) approvato dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) con delibera n. 108/19/CONS definisce le regole per rendere più trasparente e consapevole il processo di acquisto dei servizi premium e per limitare le attivazioni non volute o non richieste dai consumatori. Di nuovo c'è che il "diritto di ripensamento per i servizi in abbonamento" puo' essere espresso tramite un SMS

Il "diritto di ripensamento per i servizi in abbonamento" è un "periodo di prova" di sei ore - disponibile solo per i soli servizi in abbonamento - durante il quale si può valutare l'effettiva volontà dell'acquisto. Come stabilito dal codice di condotta, dal 20 gennaio 2020 è possibile ottenere la disattivazione del servizio in abbonamento attivato e il riaccredito di quanto addebitato inviando, entro sei ore dalla ricezione del messaggio di attivazione, un SMS con il testo "annulla" al numero indicato nel messaggio di attivazione. Il riaccredito è previsto non oltre 24 ore dalla richiesta, sul credito o sul conto telefonico. E' bene conservare gli SMS ricevuti e inviati per dimostrare la tempestività della richiesta di ripensamento. Tramite il "ripensamento" si può ottenere la disattivazione del servizio ed il riaccredito di quanto addebitato anche chiamando il numero verde 800.44.22.99, sempre entro sei ore dalla ricezione del messaggio di attivazione.

Attenzione a fare i furbi: se il ripensamento viene utilizzato dall'utente in modo opportunistico e, dunque, solo per conseguire una indebita fruizione del servizio, gli operatori e i fornitori di servizi premium possono decidere di limitare l'erogazione di ulteriori servizi richiesti dalla medesima utenza.

Dopo l'attivazione di un servizio (sia in abbonamento che one shot) solitamente si riceve un SMS gratuito contenente nome, costo, descrizione del servizio e l'indicazione del numero verde 800.44.22.99 per richiedere informazioni e la disattivazione. Nel caso di attivazione di servizi in abbonamento, l'SMS di attivazione indica anche le modalità di esercizio del diritto di ripensamento. Oltre le sei ore dall'attivazione, i servizi premium in abbonamento si possono disattivare chiamando il numero verde 800.44.22.99 o il call center del proprio operatore.

Il codice di autoregolamentazione CASP 4.0 contiene una serie di regole di condotta, concordate tra gli operatori telefonici, i fornitori di servizi premium, le associazioni dei consumatori e approvate dall'Agcom, volte ad assicurare: la trasparenza delle procedure di acquisto dei servizi premium tramite miglioramento dei contenuti e delle grafiche delle pagine e l'invio di messaggi informativi all'utente, la consapevolezza dell'acquisto dei servizi premium anche tramite l'introduzione del diritto di ripensamento, la correttezza e sicurezza della gestione dei dati e degli addebiti, l'accesso ad uno strumento unico e gratuito per la disattivazione dei servizi premium, una procedura unificata dei rimborsi per le attivazioni non volute. Tutto il codice di autoregolamentazione è disponibile sul portale web dell'Agcom (www.agcom.it).

Un consiglio: attivare il barring per evitare l'attivazione non voluta dei servizi premium.
E' possibile impedire l'attivazione di servizi premium chiedendo al call center del proprio operatore o attraverso area web o applicazioni di self care, l'attivazione del barring, ossia il blocco di qualunque servizio premium sia in abbonamento sia in acquisto singolo sul proprio numero di rete mobile.

Per maggiori informazioni: www.agcom.it/servizi-premium