Facebook, Come Migliorare la Protezione Privacy in 3 passaggi

Facebook, Come Migliorare la Protezione Privacy in 3 passaggi

Con questa guida diamo uno sguardo a tre semplici passaggi da effettuare per avere un maggior controllo della propria privacy su Facebook.

 

Non tutti vogliono condividere la storia della loro vita sul proprio profilo, vedere le attività dei loro amici in tempo reale o conoscere le loro preferenze riguardo a musica, film e letture mentre stanno utilizzando internet.

Grazie a Facebook, si è giunti ad un nuovo ed interessante livello di condivisione (con alcune cautele). Le impostazioni di privacy infatti sono diventate più accessibili. Se si è stanchi di alcune nuove funzionalità del social network di Mark Zuckerberg, questa guida vi mostrerà come evitare tre dei potenziali problemi di privacy.

Cominciamo col dire che attraverso partnership con aziende di vario genere, Facebook ha aggiunto TV, film e musica. È possibile, per esempio, utilizzare Spotify per lo streaming di un brano senza lasciare il proprio News Feed. Tuttavia, dopo la connessione a una qualsiasi di queste applicazioni, esse pubblicheranno di default ogni attività agli amici dell’utente. In alcuni casi, si creerà automaticamente una casella nella propria Timeline che delinea i contenuti che si stanno guardando. Se non si è pronti ad annunciare che si ascolta Justin Bieber o si ha appena finito un articolo di Gossip Girl, questo potrebbe rappresentare un problema.

Si può rinunciare a questa opzione semplicemente andando alla pagina delle impostazioni di Facebook per le applicazioni e modificare le impostazioni specifiche per tale applicazione. È possibile impostare l'opzione, "Chi può vedere post e attività da questa applicazione?" con varie alternative: amici, amici degli amici, tutti, solo io ecc.

Un altro problema è che con il nuovo Facebook Open Graph, le app non hanno più bisogno di chiedere il permesso ogni volta che postano sulla home dell’utente. Ora le app, la prima volta che chiedono il permesso, informano che tipo di contenuti saranno condivisi e, dopo che si accettano i termini, sono in grado di aggiornare automaticamente il profilo dell’utente.

Questo non significa che si viene sommersi da un migliaio di notifiche dai propri amici a causa di queste app. Gli aggiornamenti automatici saranno pubblicati nel News Ticker e osservabile in tempo reale, mentre il News Feed è riservato agli eventi importanti.

Comunque il modo più semplice per controllare chi può visualizzare gli aggiornamenti delle singole applicazioni è la pagina di impostazione app. Un altro consiglio è quello di leggere con attenzione il permesso di un'applicazione prima di autorizzarlo.

Infine, se si è pentiti di aver condiviso contenuti con amici di amici o utenti pubblici, ciò non deve risultare un dramma poiché è possibile eliminare le singole storie dalla propria Timeline facendo clic nell'angolo in alto a destra del post e selezionando "nascondi dal diario". Un buon modo per rivedere in una sola volta tutte le informazioni passate è attraverso il “registro attività" nella parte superiore della propria home. Questa scheda è visibile solo all’utente e consente di eliminare o regolare le impostazioni di privacy per i singoli racconti.

L'impostazione privacy si applica solo ai nuovi post. I vecchi post che non sono stati condivisi pubblicamente rimarranno privati; invece i post che sono stati creati quando si ha utilizzato l'opzione “Pubblico” sono ancora pubblici. In questo caso, per limitare la visibilità di tutta la vostra Timeline, bisogna andare su “Impostazioni”, successivamente su “Privacy”e selezionare "Limita i post passati".

Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 
 
GUIDE ANDROID
GUIDE iOS
GUIDE
GUIDE SOFTWARE
 
 
 
 
 

Commenti e Opinioni

 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?