Modem libero su rete TIM: come configurare la connessione internet ADSL e Fibra (FTTC, FTTH) e voce

Modem libero su rete TIM: come configurare la connessione internet ADSL e Fibra (FTTC, FTTH) e voce

Come configurare in maniera corretta la connessione Internet e voce fornita da TIM nel caso si utilizzi un modem o router di propria scelta anzichè quello fornito dall'operatore.

 

Tim ha condiviso le specifiche per la corretta configurazione della connessione Internet e voce fornita da TIM, nel caso si utilizzi un prodotto di propria scelta. Infatti, in ottemperanza alla Delibera AGCOM n. 348/18/CONS sul tema della libertà di scelta del terminale, a partire dall'1 dicembre 2018 i clienti TIM possono scegliere il prodotto (ad esempio modem) che preferiscono per connettersi ad Internet e fruire dei servizi voce TIM. Dall'1 dicembre 2018 è quindi possibile collegarsi alla rete TIM mediante la Fibra, l'XDSL e l'ADSL, utilizzando le apparecchiature terminali di propria scelta, purchè abbiano caratteristiche tecniche adeguate alla corretta fruizione dei servizi TIM.

I parametri necessari alla configurazione sono disponibili online sul sito TIM all'indirizzo https://assistenzatecnica.tim.it/at/Internet_privati/modem_generico o contattando gratuitamente il Servizio di Assistenza Tecnica per i Clienti TIM linea fissa 187 opzione 2.

Prima di configurare un Modem libero per il collegamento ad una rete TIM...

A seguire andiamo a riportare alcune indicazioni per la corretta configurazione della connessione Internet fornita da TIM, nel caso in cui si utilizzi un modem o router non fornito da TIM, quindi alternativo a quelli forniti nell'offerta sottoscritta. E' importante precisare che, a seconda della tecnologia utilizzata per la connessione (ADSL, Fibra, FTTH), serve che il router/modem personale che si vuole usare abbia alcune precise specifiche tecniche (che qui sotto riportiamo in dettaglio). Per completare l'installazione e il collegamento del prodotto alla linea TIM è consigliato anche seguire le istruzioni fornite assieme con il modem/router che si ha.

In linea generale, i collegamenti necessari sono i seguenti:
- alla presa telefonica o al terminale ottico dove è attiva la linea ADSL o Fibra di TIM (utilizzando i cavi forniti in dotazione e i filtri dove necessario);
- al PC attraverso il cavo Ethernet o la rete Wi-Fi;
- alla rete elettrica mediante l'alimentatore fornito in dotazione.

Apri la scatola del modem/router e segui le indicazioni fornite dal produttore per i collegamenti vari.
Dopo aver acceso il modem/router tramite l'interruttore di accensione bisogna attendere le operazioni di avvio e seguire le indicazioni del produttore per accedere alla pagina di configurazione del modem. In linea generale dovrebbe essere possibile seguire una procedura guidata (chiamata anche Wizard) utilizzando un CD o collegandosi ad un'interfaccia web tramite il browser (solitamente https://192.168.1.1 ). Comunque, all'interno della confezione di vendita del modem che si vuole acquistare c'è sempre un manuale di configurazione iniziale, per cui basta seguire quello per non avere problemi.

Per la configurazione della rete LAN (ethernet) è consigliato tenere la configurazione DHCP abilitata e di impostare nel router l'assegnazione automatica del DNS da parte del provider.
Per la configurazione della rete Wi-Fi è consigliato impostare la modalità di cifratura WPA-PSK o WPA2 e di impostare una password per impedire a chiunque rilevi la rete senza fili di collegarsi senza permesso.

Se si riscontrano delle difficoltà durante la configurazione del modem è possibile contattare il servizio di assistenza del produttore del modem. I clienti TIM possono anche contattare il servizio di assistenza a pagamento doctorTIM HOME a cui risponde del personale tecnico pronto a concordare un intervento personalizzato per configurare in maniera ottimale il proprio modem e la propria rete Wi-Fi.

Nei vecchi impianti, se si ha a casa una presa 'tripolare' e si sta passando da un'offerta ADSL a Fibra è necessario l'intervento del tecnico TIM a casa, poichè deve essere effettuato il cosiddetto 'ribaltamento' per adeguare la presa. 

Come collegare un modem libero alla rete ADSL di TIM

Se si deve collegare un modem libero ad una rete ADSL di TIM, il router deve supportare gli standard ADSL e ADSL 2+ (ITU G.992.1 e G.992.5 over POTS). TIM raccomanda il supporto delle funzionalità INP e Retransmission per garantire una migliore qualità del servizio percepito.

Per configurare una connessione sempre attiva da parte del modem/router , i parametri necessari per TIM sono i seguenti:
USERNAME: numero_telefonico
PASSWORD: timadsl
PROTOCOLLO: PPPoE Routed (definito come RFC2516)
INCAPSULAMENTO: ATM LLC
NAT: attivo
VPI: 8
VCI: 35

Nota: Se il contratto ADSL sottoscritto con TIM prevede la fatturazione in funzione del tempo di connessione (fatturazione 'a consumo') bisogna prestare attenzione a spegnere il Modem/Router quando non lo si utilizza, altrimenti si rischia di ricevere una bolletta molto salata (essendo il pagamento a consumo, ossia in base a ore/dati consumati). Un metodo alternativo che TIM consiglia è quello di configurare il modem in modalità Bridged RFC 1483: con questa configurazione il modem non avvia nessuna connessione ad Internet in autonomia, bisogna gestire personalmente la connessione ad Internet avviando una connessione PPPoE direttamente dal PC che si sta usando (info qui: https://assistenzatecnica.tim.it/at/portals/assistenzatecnica.portal?_nfpb=true&_pageLabel=InternetBook&radice=consumer_root&nodeId=/AT_REPOSITORY/874037#874037).

Come collegare un modem libero alla rete Fibra FTTC di TIM

Nel caso in cui bisogna connettersi ad internet tramite la rete FIbra di TIM in tecnologia FTTC (fibra fino all'armadio di strada e quindi da armadio fino all'abitazione in rame) il router deve supportare lo standard VDSL2 con spettro 8b e 17a. TIM consiglia il supporto dello spettro 35b.

Inoltre, il router deve supportare le seguenti funzionalità tecniche:
- Retransmission (ITU-T G.998.4)
- Vectoring ( ITU-T G.993.5)
- SRA (ITU-T G.993.2)

Al fine di riuscire a configurare correttamente una connessione sempre attiva da parte del modem/router, i parametri da utilizzare sono i seguenti:
USERNAME: numero_telefonico
PASSWORD: timadsl
PROTOCOLLO: PPPoE Routed (definito come RFC 2516)
INCAPSULAMENTO: PTM
NAT: attivo
VLAN: 835

Come collegare un modem libero alla rete Fibra FTTH di TIM

Nel caso in cui bisogna connettersi ad internet tramite la rete FIbra di TIM in tecnologia FTTH la fibra ottica arriva direttamente nell'abitazione ed è richiesto il collegamento ad una terminazione ottica fornita da TIM, detta ONT (Optical Network Termination). Il router libero deve quindi essere collegato alla terminazione ottica (ONT) attraverso un cavo di rete Ethernet Categoria 5e o superiore alla porta WAN Ethernet e deve avere una interfaccia di rete WAN di tipo Gigabit Ethernet Full-Duplex Auto-Sensing sulla quale bisogna che c sia il supporto del protocollo Ethernet 802.1q.

Al fine di riuscire a configurare correttamente una connessione sempre attiva da parte del modem/router, i parametri da utilizzare sono i seguenti:
USERNAME: numero_telefonico
PASSWORD: timadsl
PROTOCOLLO: PPPoE Routed (definito come RFC 2516)
INCAPSULAMENTO: VLAN Ethernet 802.1q
NAT: attivo
VLAN: 835

Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 
 
GUIDE ANDROID
GUIDE iOS
GUIDE
GUIDE SOFTWARE
 
 
 
 
 

Commenti e Opinioni

 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?