Whatsapp, attenzione alle truffe: falsi messaggi che promettono regali e chiedono di pagare per continuare ad usare Whatsapp

Whatsapp, attenzione alle truffe: falsi messaggi che promettono regali e chiedono di pagare per continuare ad usare Whatsapp

Come identificare e proteggersi dalle nuove minacce destinate agli utenti di WhatsApp: dalle mail che invitano ad ascoltare un messaggio audio nella segreteria telefonica ai link nelle chat.

 

WHATSAPP NON SCADE E NON SI PAGA. In seguito alle segnalazioni della pagina Facebook del Commissariato della Polizia di Stato lo scorso anno, continuano anche in questo inizio 2018 a circolare messaggi che invitano gli utenti di Whatsapp a cliccare su un link per rinnovare l'abbonamento a Whatsapp in scadenza: NON cliccate assolutamente; Whatsapp è completamente gratuito, non ha costi annuali e quindi non ha alcuna scadenza.

Ad esempio, uno dei massaggi che circolano con l'invito a rinnovare Whatsapp in scadenza è il seguente: "Attenzione! Il tuo account Whatsapp Messenger è scaduto. La registrazione non e stata rinnovata scade entro 24 ore, per rinnovare il tuo Whatsapp Messenger 0,99 euro, grazie a seguire il link di rinnovo [Verifica]. Rinnova il tuo Whatsapp Messenger. Si prega di rinnovare il piu presto possibile per evitare la perdita di tutti i media (immagini, video, storico,...). servizi commerciali, 2017 whatsapp All right reserved. La prima cosa che si nota nel messaggio è che sembra quasi un testo tradotto da un'altra lingua, o scritto da qualcuno che ha dimenticato accenti nelle parole o altre forme di punteggiatura; secondo, viene ripetuto allo sfinimento 'rinnova il tuo Whatsapp Messenger' per cercare di portare l'utente a cliccare subito nel link contenuto nel messaggio 'prima che sia troppo tardi'.

Piu' di recente, circola un messaggio secondo cui da Febbraio 2018 Whatsapp si inizierà a pagare: è falso.

Ad Ottobre 2017 ha iniziato a circolare invece un messaggio come questo: "Gentile Cliente, Attenzione! Il tuo account Whatsapp Messenger è scaduto. Per evitare questo, si prega di rinnovare il tuo account entro 24 ore. Il tasso di sottoscrizione è di 0,99 euro all'anno. rinnovare il piu' presto possibile per evitare la perdita di tutti i media (immagini, video, storico). abbonamento. Cordiali saluti."

Ricordate - e informate gli amici vostri - che questi messaggi sono truffe: Whatsapp non scade e non ha costi annuali. Se vi capita di ricevere un messaggio simile a quello sopra, cancellatelo e assolutamente NON cliccare il link che trovate in esso contenuto.

L'applicazione di messaggistica di proprietà di Facebook dal 2016 ha ELIMINATO il canone di abbonamento di 1 euro circa l'anno, rendendo il suo servizio gratuito per tutti gli utenti e in tutto il mondo e per tutte le piattaforme (Android, iOS, ecc).

WhatsApp, messaggio spacciato per mittente Adidas regala scarpe

Se si riceve via Whatsapp un messaggio che avvisa di aver vinto un paio di scarpe della Adidas sappiate che si tratta dell'ennesima truffa che circola sulla piattaforma di messaggistica istantanea. Simile alla truffa dei buoni di Ikea, Zara ed Eurospin (leggi sotto), su Whatsapp sono iniziate a circolare dei messaggi da un account che si spaccia per la nota azienda produttrice di scarpe, Adidas, in vui si viene invitati a premere un link per dare informazioni e ricevere un paio di scarpe in regalo: non bisogna cliccare su questo link. Come sempre in questi casi serve fare la massima attenzione, e di NON cliccare link esterni che si ricevono via Whatsapp, specie se ci sono una serie di azioni da compiere per riuscire ad ottenere qualcosa: nessuno regala qualcosa, #sapevatelo #OCCHIOALLATRUFFA.

Whatsapp in Nuovi Colori? Un Fake pericoloso

Nel mese di maggio 2017 ha iniziato a circolare una nuova minaccia per gli utenti di Whatsapp, un nuovo nuovo link che invita a scaricare una estensione del browser che promette la possibilità di far cambiare colore all'interfaccia di WhatsApp: non è assolutamente vero! Quel link rimanda ad un sito web che contiene solo un pericoloso adware che va ad infettare il dispositivo, e utilizza il popolare nome dell'applicazione come un tentativo di ingannare gli utenti nell'installazione.

Come portato alla luce dal sito The Next Web, il link pericoloso che viene condiviso - su cui non dovete cliccare se vi capita di trovarlo in una qualche chat - invece di indirizzare gli utenti sul sito ufficiale di WhatsApp manda gli utenti ad un dominio diverso, il quale si presenta con dei caratteri dall'alfabeto cirillico. La maggior parte degli utenti per scarsa attenzione potrebbe non rendersi conto che non è il sito ufficiale di Whatsapp e per riuscire ad ottenere la possibilità di cambiare il colore di sfondo dell'applicazione potrebbe seguire le istruzioni che in realtà portano ad installare un software malevolo sul device. A completamento del processo, come sorta di verifica, nella pagina web viene anche chiesto di condividere con altri contatti di Whatsapp il collegamento con la descrizione "Amo i nuovi colori per whatsapp" cosi' da invogliare anche gli amici a seguire il link. Una volta che la condivisione viene completata, agli utenti viene spiegato che i nuovi colori per Whatsapp sono accessibili solo con l'installazione di un'estensione chiamata 'BlackWhats' scaricabile dal Chrome Web Store.

WhatsApp, falsi buoni sconti da Eurospin

Se si riceve via Whatsapp un messaggio che avvisa di aver vinto un buono acquisto da utilizzare nei centri commerciali Eurospin sappiate che si tratta dell'ennesima truffa che circola sulla piattaforma di messaggistica istantanea: ecco come accorgersi della truffa ed evitarla.

Simile alla truffa dei buoni di Ikea e Zara (leggi sotto), su Whatsapp sono iniziate a circolare delle catene di Sant’Antonio tra amici e parenti che speravano, condividendo il messaggio ricevuto da un altro contatto, di ricevere un buono da spendere da Eurospin, dopo aver risposto ad alcune domande di un sondaggio volte a rubare all’utente dati sensibili.

Come sempre in questi casi vi invitiamo a fare la massima attenzione, e di NON cliccare link esterni che si ricevono via Whatsapp, specie se ci sono una serie di azioni da compiere per riuscire ad ottenere qualcosa: nessuno regala qualcosa, #sapevatelo #OCCHIOALLATRUFFA. 

Whatsapp, bufala La danza di Vottary

La pagina Facebook del Commissariato della Polizia di Stato ha messo in guardia i propri lettori circa la bufala che circola su Whatsapp dal titolo "La danza di Vottary". Il messaggio che viene condiviso è: "Per favore avvisa tutti i contatti della tua lista di non aprire il video chiamato 'La danza di vottary'. E' un virus che formatta il tuo cellulare. Attento e' molto pericolosa, lo hanno annunciato oggi alla rai tv. Diffondi a tutti come puoi!".

A segnalare la bufala della "La danza di Vottary" e mettere in guardia gli utenti è stata la Polizia di Stato, tramite la pagina Facebook, spiegando che si tratta di una grande falsità.

Anche se con la bufala della "La danza di Vottary" non sono previsti link che invitano l'utente ad aprire pagine esterne, ricordiamo che su Whatsapp girano bufale come truffe, e quindi vi invitiamo a fare la massima attenzione, e di NON cliccare eventuali link esterni che si ricevono via Whatsapp, soprattutto se ci sono una serie di azioni da compiere per riuscire ad ottenere qualcosa: nessuno regala qualcosa, #sapevatelo. 

A seguire riportiamo precedenti bufale e truffe che sono circolate (o che ancora circolano) via Whatsapp.

WhatsApp, falso buono sconto da Ikea

Se si riceve via Whatsapp un messaggio che avvisa di aver vinto un buono acquisto da 500 euro da usufruire presso i negozi Ikea sappiate che si tratta dell'ennesima truffa che circola sulla piattaforma di messaggistica istantanea: ecco come accorgersi della truffa ed evitarla.

Simile alla truffa del buono da Zara (leggi sotto), su Whatsapp sono iniziate a circolare le tradizionali catene di Sant’Antonio tra amici e parenti che speravano, condividendo il messaggio ricevuto da un altro contatto, di ricevere un buono acquisto da 500 euro da spendere da Ikea, sempre e comunque dopo aver risposto ad alcune domande di un sondaggio.

Il sondaggio si apre con questa descrizione: "Ikea si sta espandendo a 'NOME TUA CITTA'', per questo abbiamo bisogno della tua opinione. Rispondi a 4 semplici domande per avere la possibilità di vincere 1 dei 150 buoni IKEA da 500 euro disponibili!" La prima domanda a cui viene chiesto di rispondere è "sei un cliente abituale Ikea?" con risposte semplici 'si' oppure 'no'.

Ikea non sta promuovendo promozioni in cui mette in palio 150 buoni da 500 euro, quindi state bene attenti a questa ennesima truffa che circola su Whastapp. Infatti, attraverso quel sondaggio che si andrebbe a compilare, chi si cela dietro a tutto questo riuscirà ad entrare in possesso di alcune informazioni personali.

A segnalare la truffa e mettere in guardia gli utenti è stata la Polizia di Stato, tramite la pagina Facebook 'Una vita da social', spiegando che si tratta dell'ennesimo tentativo di 'phishing' che promette 150 buoni da 500 euro a chi risponde al suddetto sondaggio.

Come sempre in questi casi vi invitiamo a fare la massima attenzione, e di NON cliccare link esterni che si ricevono via Whatsapp, specie se ci sono una serie di azioni da compiere per riuscire ad ottenere qualcosa: nessuno regala qualcosa, #sapevatelo #OCCHIOALLATRUFFA.

WhatsApp, falso SMS di rinnovo del servizio

Ad aprire il mese di Settembre 2016, ecco un'altra truffa che circola su Whatsapp: diversi utenti della piattaforma di messaggistica istantanea hanno ricevuto uno strano messaggio SMS che li invita a rinnovare il servizio di WhatsApp per evitarne la disattivazione. Il messaggio recita qualcosa come "salve, rinnova il suo Whatsapp o verra' disattivato. clicca questo link". A parte che si dovrebbe sapere che Whatsapp è gratuito e non richiede alcun pagamento per restare attivo, nell'SMS si viene invitati a cliccare e accedere al sito whatsappitaly.it che non ha niente a che fare con il vero sito di Whatsapp, che è whatsapp.com e non ha una versione con dominio .it. Certo, è logico pensare che WhatsApp conosca il nostro numero telefonico perchè è la prima cosa che si associa al propria account di Whatsapp quando ne creiamo uno, ma non biosgna mai cliccare sui link che si ricevono da fonti sconosciute.

Whatsapp, finta avvertenza di cancellazione account

Via Whatsapp altra truffa in circolazione: un messaggio che invita gli utenti a cliccare un link per evitare che il proprio account venga cancellato, con l'accusa di aver violato i termini di servizio Whatsapp. E' un messaggio falso, in quanto Whatsapp non invia questo tipo di messaggi, ed eventualmente non comunica questo tipo di informazioni con messaggi sulla piattaforma.

Il testo testo del messaggio fasullo che circola è piu' o meno come questo: “Abbiamo rilevato azioni che violano i nostri termini di servizio. Per evitare la cancellazione dell’account verifica il tuo account WhatsApp: “verify-whatsapp.com/?p=----”.

Il link contenuto nel messaggio NON VA ASSOLUTAMENTE APERTO. Se si clicca il link, si viene rimandati in una pagina da cui viene scaricato un virus che puo' andare a danneggiare il telefono, con i dati personali che potrebbero essere tutti cancellati e il processore potrebbe essere messo sottostress al punto da rovinarsi.

Per evitare problemi, se il messaggio vi arriva non cliccate il link che contiene, e per sicurezza cancellate il messaggio.

La Polizia Postale ha avvisato prontamente gli utenti di Whatsapp a stare attenti al suddetto messaggio, ricordando che "non è questo il modo attraverso cui WhatsApp comunica questo genere di informazioni."

Whatsapp, truffa Zara

Se si riceve via Whatsapp un messaggio che avvisa di aver vinto un buono acquisto da 150 euro da usufruire sugli store Zara sappiate che si tratta dell'ennesima truffa che circola sulla piattaforma di messaggistica istantanea: ecco come accorgersi della truffa ed evitarla.

La truffa che spaccia come valido un buono per Zara è simile a quella circolata nelle scorse settimane che spacciava per valido un buono sconto da spendere da H&m (sotto i dettagli): su Whatsapp circola un messaggio con l'anteprima del buono sconto contenente anche un link su cui si viene invitati a cliccare e il messaggio che un amico ha ricevuto lo stesso sconto, così da dare maggiore veridicità al messaggio. Una volta cliccato sul link presente nel messaggio si apre una pagina del browser web contenente alcune domande a cui rispondere come 'quanto spesso acquisti da Zara?'. Completate le domande viene chiesto di condividere lo stesso messaggio a dieci amici o tre gruppi entro un certo periodo di tempo, altrimenti niente buono. Alla fine di tutti questi passaggi si riuscirà ad ottenere lo sconto? NO. Il rischio compilando il form in realtà è di iscriversi ad un servizio a pagamento settimanale

Come sempre in questi casi vi invitiamo a fare la massima attenzione, e di NON cliccare link esterni che si ricevono via Whatsapp, specie se ci sono una serie di azioni da compiere per riuscire ad ottenere qualcosa: nessuno regala qualcosa, #sapevatelo.

Whatsapp, truffa H&M

Attenzione alla nuova truffa che sta girando su WhatsApp tra febbraio e marzo 2016, quella che sfrutta il nome della nota catena di abbigliamento H&M che chiede dati sensibili agli utenti per ricevere in cambio un buono sconto del valore di 50 euro. E' tutta una bufala: statene alla larga.

Molti utenti di Whatsapp segnalano la ricezione di un messaggio da un profilo la cui immagine è quella del marchio di abbigliamento H&M - quindi l'utente viene qui ingannato - perchè tale profilo non è realmente legato alla catena. Nel messaggio che l'utente riceve viene menzionata la disponibilità di uno sconto nei negozi di 50 euro, ottenibile solo dopo aver cliccato nel link contenuto e mica finisce qui: bisogna anche inoltrare il messaggio a 10 persone sempre tramite WhatsApp. Nel link che si va ad aprire cliccando, viene chiesto di rispondere a 4 domande e compilare il form con le proprie credenziali (nome, cognome e indirizzo email).

Alla fine di tutti questi passaggi si riuscirà ad ottenere lo sconto? NO. Chi va a compilare il form sta completando in realtà l'iscrizione ad un servizio a pagamento che costa 4,99 euro a settimana.

Ricordiamo di NON cliccare link esterni che si ricevono via Whatsapp, specie se ci sono una serie di azioni da compiere per riuscire ad ottenere qualcosa: nessuno regala qualcosa, quindi non cascateci.

Whatsapp, truffa Emoticon Animate

Nel mese di novembre 2015 su Whatsapp è stata scoperta una nuova truffa che riguarda le Emoticon animate: un apparente innocuo messaggio invita l'utente vittima a cliccare un link per scaricare nuove emoticon, ma invece di portare al contenuto desiderato fa scaricare un malware sul telefono.

Il messaggio a cui dovete fare bene attenzione e assolutamente dovete evitare recita come segue:

"Bellissime le nuove emoticon animate di WhatsApp... [LINK] Le hai viste?".

Il messaggio di per sè non crea danni, ma cliccare e quindi aprire il link contenuto in esso è da evitare, assolutamente.

Se aprite il link contenuto all'interno del testo del messaggio, quello prima di 'Le hai viste', si avvia il download del virus che andrà poi ad infettare il dispositivo.

Il messaggio che vi abbiamo riportato è uno dei tanti simili, e in generale è bene fare attenzione ai link che si cliccano: pensateci bene due, tre, quattro volte prima di cliccare su un link, e siate sicuri che il mittente lo conoscete e che il link ve lo ha mandato per un qualche motivo, non di punto in bianco.

WhatsApp è l'app di messaggistica più popolare in questo momento, e non è una sorpresa il fatto che venga utilizzato per delle truffe.

A fare il punto sulla situazione è direttamente la Polizia di Stato che tramite il profilo ufficiale Facebook dell’Agente Lisa dichiara che si tratta di una sorta di “Virus” che infetta il nostro account se clicchiamo il link del messaggio, successivamente il nostro account manderà casualmente ai nostri contatti il messaggio contenente il link che abbiamo precedentemente ricevuto noi in modo da diffondere il Malware.

Whatsapp e le mail truffa

Fare attenzione alle email che si ricevono nel proprio account di posta elettronica è sempre buona cosa, ma devono fare molta attenzione gli utenti di Whatsapp, che possono diventare vittime di una ennesima truffa informatica proprio tramite mail. Con la scusa di farvi ascoltare un messaggio audio presente nella segreteria telefonica di WhatsApp, potreste aprire le porte del vostro device a tutta una serie di malware che potrebbero infettare il vostro tablet o smartphone e rubare tutti i dati presenti.

E' una minaccia molto grave quella che è tornata a colpire soprattutto in Germania e altre parti del mondo, Italia compresa. Infatti, non si tratta di un attacco nuovo agli utenti dell'app di instant messaging, ma era stato identificato già nel 2013 e per un po' sembrava essere passato. 

Di che minaccia si tratta, e da cosa gli utenti devono proteggersi? Nella posta elettronica la potenziale vittima riceve un messaggio con mittente fucate[at]justfax.net, il cui contenuto invita a premere un pulsante (presente nella mail stessa) per ascoltare un messaggio che è stato archiviato nella segreteria telefonica del proprio account di Whatsapp [!!!attenzione che Whatsapp non ha un servizio di segreteria telefonica!!!]. Se l'utente va a premere il pulsante presente nella mail, non ascolterà quindi alcun messaggio, ma verrà rimandato ad una pagina di un sito esterno che contiene malware che in pochi secondi potrebbero installarsi e infettare il dispositivo. Una volta premuto quel pulsante, quindi, state pur certi che il vostro dispositivo non sarà più sicuro.

Quali rischi si corrono. Stando a quanto apprendiamo da fonti sul web, alcuni malware che potrebbero installarsi sul proprio device potrebbero scansionare l'intero dispositivo alla ricerca delle app installate, tra cui la fotocamera, e cercare di accedere alla galleria fotografica; foto, video e dati potrebbero essere criptati, per poi ricattare gli utenti con richieste di denaro per foto lo sblocco.

Come proteggersi da questa minaccia? Gli account di posta migliori hanno un servizio integrato che intercetta le mail che includono potenziali rischi per la sicurezza degli utenti e le spostano nella cartella 'posta indesiderata' o le contrassegnano come 'spam', ma se questo non dovesse accadere, la mail in questione va subito eliminata.

Ricordiamo che WhatsApp non ha un servizio di segreteria telefonica, e non contatta gli utenti via mail, perchè in fase di registrazione non viene richiesta, quindi come potrebbe avere il vostro indirizzo di posta? Proprio per questo motivo anche chi non ha Whatsapp potrebbe ricevere la mail, quindi fate bene attenzione.

Ogni Mercoledi Tutte le novità su smartphone, tablet e tariffe nella tua Email

 
 
GUIDE ANDROID
GUIDE iOS
GUIDE
GUIDE SOFTWARE
 
 
 
 
 

Commenti e Opinioni

 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?