Codacons contro Libero e Virgilio Mail

 

Il Codacons ha presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Roma e Milano per la verifica di alcuni disservizi legati ai server di Libero

Scritto da Simone Ziggiotto il 21/03/13 | Pubblicata in Altro | Archivio 2013

 

Il Codacons ha presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Roma e Milano per la verifica di alcuni disservizi legati ai server di Libero.it e di Virgilio.it.

Secondo quanto riporta la nota pubblicata sul sito del Codacons, da qualche tempo si stanno registrando gravi problemi che danneggiano gli utenti che fanno uso degli indirizzi mail con i due domini Libero.it e Virgilio.it. Da quanto apprendiamo, coloro che hanno scelto un indirizzo di posta elettronica con dominio @libero.it o @virgilio.it, infatti, non riescono più a ricevere quelle e-mail inviate a più destinatari simultaneamente.

Virgilio Libero Mail

Entrando più nello specifico, il problema sembra essere legato al fatto che tutte le mail inviate in simultanea da domini privati sono raccolte in una 'lista nera' (o blacklist), ma non si riesce a capire in quale blacklist e come si può risolvere la problematica.

Codacons ha fatto sapere che sta continuamente cercando di contattare Italiaonline S.r.l - società che da febbraio 2013 raggruppa tutti i brand e gli asset di Matrix S.p.a. e di Libero S.r.l. - ma ancora non ha ricevuto una risposta.

Il danno non è solo per gli utenti privati, ma anche per la stessa associazione dei consumatori, che da sempre opera per inviare comunicazioni e aggiornamenti via mail a più destinatari - ad esempio sullo stato delle class action, sugli sviluppi di azioni collettive, ecc..

"Molti consumatori, che ancora non conoscono il problema a causa della mancanza di qualunque informazione da parte di Italiaonline, da tempo lamentano la mancata ricezione di comunicazioni da parte del Codacons", ha specificato l'associazione, riportando come le comunicazioni sono regolarmente state inviate e bloccate dai due domini senza un valido motivo.

"Considerati i danni di immagine ed economici subiti dall’associazione", conclude nella nota, "il Codacons ha ritenuto opportuno presentate un esposto alle due Procure della Repubblica, chiedendo di aprire una indagine e sanzionare eventuali comportamenti illegittimi".

Vi terremo aggiornati sul caso.

UPDATE del 25 marzo 2013: Ecco la precisazione di ItaliaOnline:

"In merito al comunicato diramato in data 21 marzo 2013 dal Codacons, Italiaonline comunica che dalle verifiche effettuate ad oggi non risultano essere state ricevute per le vie preposte né domande di assistenza/chiarimenti da parte del Codacons stesso, né segnalazioni di utenti email @virgilio.it e @libero.it che lamentano la mancata ricezione di comunicazioni da parte dell'Associazione.
Entrando nel merito del problema che sembra emergere dalla comunicazione diramata, Italiaonline precisa altresì che pur utilizzando i migliori standard di mercato, che prevedono l’impossibilità di inviare una stessa mail contemporaneamente a più di un certo numero di destinatari a protezione dallo spam indesiderato dei propri utenti - come è giusto che sia e certamente in linea con la filosofia del Codacons stesso e del suo ruolo di garanzia della qualità dei servizi - questi non impattano sugli strumenti utilizzati da chi necessita di effettuare invii massivi professionali.
Ciò detto, Italiaonline ha già contattato i vertici dell'Associazione con l'obiettivo di offrire tutta la disponibilità ad approfondire la questione."

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?