I terroristi preferiscono Gmail, dice la CIA

 

Quando i terroristi hanno bisogno di un servizio di posta elettronica web per coordinare i loro piani, la maggior parte si rivolgono a Gmail

Scritto da Simone Ziggiotto il 17/09/13 | Pubblicata in Altro | Archivio 2013

 

Quando i terroristi hanno bisogno di un servizio di posta elettronica web per coordinare i loro piani, la maggior parte si rivolgono a Gmail. A dirlo è Michael Hayden, l'ex direttore della CIA.

Email password

L'ex direttore della Central Intelligence Agency e della National Security Administration Michael Hayden ha difeso il programma PRISM dicendo che "Gmail è il fornitore di servizi Internet preferito dei terroristi di tutto il mondo" e, secondo il suo parere, è giusto che il Governo controlli ciò che viene scambiato in rete tra gli utenti, anche le loro mail.

Hayden ha lasciato il commento durante un discorso su "la tensione tra sicurezza e libertà" al Forum di St. Johns Church in Washington, DC, dove si stava discutendo a sostegno del Foreign Intelligence Surveillance Act (FISA), sezione 702. Questa sezione contiene le norme di legge del programma di spionaggio PRISM.

L'ex direttore della CIA ha descritto Internet come "quintessenza americana" e ha detto che, dal momento che gran parte del traffico Internet passa attraverso i server che risiedono in America, il governo degli Stati Uniti "raccoglie foto di essi [i server] per scopi d'Intelligence".

Google, tirata in ballo per via di Gmail, ha rifiutato di commentare le dichiarazioni di Hayden. Google ha messo però messo in chiaro alcuni giorni fa che le persone che inviano o ricevono e-mail tramite il suo servizio di posta elettronica Gmail non devono aspettarsi che i loro messaggi rimangano privati. Le informazioni scambiate tra gli utenti di Gmail, infatti, possono essere raccolte senza un mandato da parte di Google.

E' stato Edward Snowden a rendere pubblici i documenti della CIA che hanno portato il grande pubblico a conoscere il fatto che il governo statunitense sta lavorando per spiare le persone tramite i metadati raccolti dalle aziende di Internet e dalle registrazioni delle chiamate tra i cittadini in due programmi - il Programma 2015 e PRISM. La NSA e l'amministrazione Obama hanno detto gli obiettivi dei programmi di sorveglianza sono esclusivamente di rintracciare terroristi stranieri e potenziali minacce terroristiche, per prevenire attentati.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?