NSA autorizzata da Bush nel 2001 di spiare i cittadini

 

La Casa Bianca ha riconosciuto per la prima volta che la raccolta dei dati attraverso i programmi della NSA su Internet e dai telefoni cellulari dei cittadini americani è stata autorizzata dal presidente Bush nelle settimane dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001

Scritto da Simone Ziggiotto il 23/12/13 | Pubblicata in Altro | Archivio 2013

 

NSA autorizzata da Bush nel 2001 di spiare i cittadini

La Casa Bianca ha riconosciuto per la prima volta che la raccolta dei dati attraverso i programmi della NSA su Internet e dai telefoni cellulari dei cittadini americani è stata autorizzata dal presidente Bush nelle settimane dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001.

"Il presidente Bush ha rilasciato le autorizzazioni" ha scritto James R. Clapper Jr., il direttore dell'Intelligence nazionale. "Anche se i termini precisi sono stati modificati nel tempo, ogni autorizzazione presidenziale ha richiesta la minimizzazione delle informazioni raccolte riguardanti i cittadini americani in misura compatibile con l'efficace svolgimento della missione di rilevare e prevenire atti di terrorismo negli Stati Uniti. La NSA ha applicato anche ulteriori vincoli interni sulle attività autorizzate a livello presidenziale.".

Il governo ha sostenuto che, nonostante le recenti fughe di notizie da parte della talpa Edward Snowden, una ulteriore rivelazione dei programmi di sorveglianza e di raccolta dei dati della NSA potrebbe mettere la sicurezza del governo americano a rischio se fossero divulgate in tribunale, ha scritto Clapper Jr.. "La divulgazione di queste informazioni ancora classificate potrebbe provocare danni estremamente gravi per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti", ha scritto Clapper.

Il Dipartimento di Giustizia ha chiesto quindi al giudice Jeffrey S. White di chiudere il caso senza pronunciarsi sulla questione se i programmi hanno violato il primo o il quarto emendamento della Costituzione. Il tutto per prevenire la divulgazione dei piani segreti della NSA.

"Il governo sembra stia cercando di reimpostare l'orologio a prima del giugno 2013 o dicembre 2005", ha detto il direttore Cindy Cohn in un comunicato. "Ma il popolo americano ormai sa che le loro comunicazioni vengono raccolte dal governo con i vari programmi NSA".

Nel frattempo, un altro giudice federale all'inizio della scorsa settimana ritiene che le attività di raccolta dati della NSA sono probabilmente incostituzionali. Il giudice distrettuale Richard Leon ha stabilito Lunedi che la raccolta di massa dei dati possono violare il Quarto Emendamento e "certamente è una violazione della privacy". Leon, che è stato nominato alla Corte distrettuale per il Distretto di Columbia da Bush, ha emesso una ingiunzione preliminare, che è l'unione di cause correlate presentate contro il governo dall'attivista legale Larry Klayman, che accusa la NSA di raccogliere i dati. Ora si ricorre in Appello.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?