NSA, computer quantistico per superare qualsiasi forma di cifratura

 

La National Security Agency ha un vasto insieme di strumenti per ottenere l'accesso ad ogni tipo di apparecchiatura elettronica, ma è un'inezia rispetto a ciò che può fare un computer quantistico, che potrebbe gestire la crittografia in molto meno tempo di quanto riuscirebbero a fare computer basati su transistor convenzionali

Scritto da Simone Ziggiotto il 05/01/14 | Pubblicata in Altro | Archivio 2014

 

NSA, computer quantistico per superare qualsiasi forma di cifratura

La National Security Agency ha un vasto insieme di strumenti per ottenere l'accesso ad ogni tipo di apparecchiatura elettronica, ma è un'inezia rispetto a ciò che può fare un computer quantistico, che potrebbe gestire la crittografia in molto meno tempo di quanto riuscirebbero a fare computer basati su transistor convenzionali.

Secondo il rapporto del The Washington Post e sulla base di documenti NSA trapelati da Edward Snowden, l'agenzia di spionaggio sta costruendo il suo computer quantistico per stare al passo degli altri che cercano di costruire la madre di tutte le macchine di decrittazione. Questo è simile al progetto Manhattan, il nome in codice del programma di ricerca condotto 75 anni fa dagli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale, che portò alla realizzazione delle prime bombe atomiche.

Laboratori di ricerca di tutto il mondo, aziende come IBM e Google, e altri paesi, stanno lavorando per sfruttare la meccanica quantistica per la scoperta di nuovi farmaci, analisi predittiva, machine learning per l'apprendimento automatico e ottimizzazione di complesse funzioni per settori quali la finanza e la logistica. La NSA ha tutta'altro interesse: spiare gli altri.

La NSA ha stanziato quasi 80 milioni di dollari per lo sviluppo del suo computer quantistico, con la maggior parte dei lavori che si svolgono presso il Laboratorio per le Scienze Fisiche presso il College Park campus dell'Università del Maryland. I computer convenzionali richiedono dati binari (zeri e uno), mentre i computer quantistici utilizzano qubit (quantum bit - il termine coniato da Benjamin Schumacher per indicare il bit quantistico ovvero l'unità di informazione quantistica) che può rappresentare uno, zero e ogni altro numero ci sia nel mezzo. Ciò consente ai computer quantistici di funzionare molto più velocemente di un computer convenzionale.

Un documento interno della NSA fornita al The Washington Post da Snowden dichiara: "L'applicazione di tecnologie quantistiche ad algoritmi di crittografia rischia di influenzare notevolmente la capacità del governo degli Stati Uniti sia di proteggere le proprie comunicazioni che di intercettare le comunicazioni dei governi stranieri". Non è chiaro quali siano le intenzioni della NSA con una macchina così potente che si aggiunge al suo cyber-arsenale. Ovviamente, la NSA ha rifiutato di commentare la notizia.

Fu la D-Wave Systems la società che sviluppò i computer quantistici, e venduto 10 milioni di dollari di unità a Google, Lockheed Martin, e alla NASA. Tuttavia, gli scienziati ritengono che il computer quantistico di D-Wave non ha abbastanza potere nel campo della crittografia, e per questo avrebbe deciso di costruirne uno 'in casa'. L'11 maggio 2011 la D-Wave System annunciò il computer quantistico D-Wave One, descritto come un computer quantistico adiabatico che usa la ricottura quantistica per risolvere problemi di ottimizzazione con un chipset di 128 qubit. Nel maggio 2013 ha annunciato che la NASA e Google hanno ordinato un D-Wave Two da 512 qubit.

Il rapporto sullo sviluppo di un computer quantistico da parte della NSA segue il documento di Der Spiegel in cui in 50 pagine cataloga strumenti e tecniche che l'agenzia utilizza per accedere ai computer, hard disk, router, telefoni e altri dispositivi delle persone in tutto il mondo.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?