Candy Crush, gioco che potrebbe valere miliardi in Borsa

 

King segue 180 giochi, ma solo uno conta davvero: Candy Crush

Scritto da Simone Ziggiotto il 13/03/14 | Pubblicata in Altro | Archivio 2014

 

Candy Crush, gioco che potrebbe valere miliardi in Borsa

King segue 180 giochi, ma solo uno conta davvero: Candy Crush. La società avrà bisogno di molta fortuna per non crollare una volta che entrerà nel mercato azionario.  Se le cose andranno bene, la società potrebbe arrivare ad avere un valore di 7,56 miliardi di dollari.

Se siete una delle 97 milioni di persone che giocano a Candy Crush Saga ogni giorno, consideratevi parte del successo che sta avendo questo gioco realizzato dalla King Digital Entertainment, che è pronta a ricevere 326 milioni dollari in proventi netti sulla base di un primo prezzo di offerta pubblica a fine mese per un valore presunto di 22,50 dollari per azione ordinaria.

Mercoledì scorso, la King Digital Entertainment ha depositato presso la Securities and Exchange Commission il documento con cui chiede di entrare in Borsa, con i titoli che saranno quotati al New York Stock Exchange. Nel documento la società prevede che il prezzo delle sue azioni potrà variare tra 21 e 24 dollari per azione.

King Digital Entertainment è pronta a vendere nell’offerta publica iniziale prevista a fine mese qualcosa come 22 milioni di proprie azioni (di cui 6,7 milioni di proprietà di azionisti già presenti nel lotto dei soci) per entrate stimate a 613 milioni di dollari. Se così fosse, la società potrebbe arrivare ad avere un valore incredibile di 7,56 miliardi di dollari.

La questione è se Candy Crush riuscirà a resistere al mercato azionario e non vedrà crollare il valore delle proprie azioni in breve tempo. Le società quotate in Borsa e che contano di sopravvivere sul successo di un gioco per dispositivi mobili sono poche nella storia recente, quindi è difficile prevedere come King Digital Entertainment riuscirà a farcela.

Un confronto può essere fatto con Zynga, una società specializzata nello sviluppo di videogiochi con sede in San Francisco, California, Stati Uniti. Sviluppa Videogiochi per browser Internet e videogiochi "casual" su piattaforme di social networking come Facebook e MySpace. Zynga, che ha sviluppato il popolare gioco Farmville, ha registrato 873 milioni dollari di fatturato nel 2013, che è del 32 per cento in meno di quanto fatto l'anno precedente. La differenza tra Zynga e King è abbastanza importante: il mobile. Quando Zynga è stata quotata in Borsa alla fine del 2011, era sostenuta dal successo di Farmville, un gioco sociale basato su piattaforma web, ma la popolarità del gioco negli anni è diminuita in favore della crescente popolartà dei giochi per dispositivi mobili.

Candy Crush è nato per il mobile. La società ha detto che "dal loro lancio fino al 28 febbraio 2014 , i nostri giochi per cellulari sono stati installati più di 600 milioni di volte. Questi giochi per cellulari sono stati il ​​motore primario per l'accelerazione della nostra crescita dei ricavi nel quarto trimestre del 2012 e il 2013 ", ha detto King nel suo prospetto.

"Candy Crush è veramente decollato sul lato mobile, ed è grazie a questo che il gioco si è affermato in breve tempo", dice Marcos Sanchez, vice presidente delle comunicazioni aziendali globali di AppAnnie. Sanchez paragona il potenziale franchise Candy Crush ad Angry Birds, che è sviluppato dalla società finlandese Rovio. Rovio, che non ha alcuna fretta di entrare in Borsa, ha trasformato il suo primo gioco Angry Birds per dispositivi mobili (oggi è anche sui televisori SmartTV) in un franchise che comprende una serie di titoli crossover (Angry Birds Star Wars, per citarne uno), un film, una serietv e parchi giochi a tema e altri beni di consumo.

King ritiene comunque che "Candy Crush Saga, il nostro titolo più importante fino ad oggi, è uno dei più grandi franchise di intrattenimento interattivo di tutti i tempi" e quindi potrebbe far bene a sperare nel proseguo di questo successo anche nei prossimi anni. Tuttavia, la società ha 12 milioni di contribuenti unici mensili nel mese di dicembre, il che significa che solo il 4 per cento dei suoi 324 utenti mensili attivi sono disposti a spendere per salire di livello nel gioco, mentre gli altri preferiscono continuare ad usare il gioco gratuitamente pur non arrivando a livelli più alti.

"Tutto ha una vita", ha detto Sanchez. "Solo che non abbiamo abbastanza dati su ogni gioco per conoscere il ciclo della loro vita.".

Farà quindi bene o male King Digital Entertainment a quotarsi in Borsa? Lo scopriremo tra qualche mese.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?