Rdio alza la Qualita' Audio in streaming a 320Kbps

 

Rdio ha annunciato l'aggiornamento del suo intero catalogo di brani musicali per poter offrire ai clienti una qualità d'ascolto maggiore: i brani passano da 192 kbit/s a 320 kbit/s

Scritto da Simone Ziggiotto il 05/05/14 | Pubblicata in Altro | Archivio 2014

 

Rdio alza la Qualita' Audio in streaming a 320Kbps

Rdio ha annunciato l'aggiornamento del suo intero catalogo di brani musicali per poter offrire ai clienti una qualità d'ascolto maggiore: i brani passano da 192 kbit/s a 320 kbit/s.

Il mercato della musica in streaming è sempre più attivo e, con l'entrata di sempre più concorrenti, i servizi attivi per accaparrarsi il maggior numero di clienti si trovano ad affrontare sfide sempre più importanti, come quella che Rdio ha annunciato sul suo blog la scorsa settimana: aumentare la qualità dell'audio della musica in streaming.

Chi ama la musica sa cosa intendo quando scrivo musica in qualità 192 kbit/s o 256 kbit/s o 320 kbit/s. Ad oggi, Rdio nello specifico, ha offerto ai propri clienti lo streaming di musicale a qualità massima di 192 kbit/s sul computer per ascolto di musica sincronizzata, ascolto tramite un dispositivo mobile con connessione WiFi o ascolto tramite un dispositivo mobile configurato per lo streaming di alta qualità. Da oggi le cose stanno per cambiare.

Tramite il blog ufficiale, Rdio ha annunciato l'inizio del'upgrade della qualità di tutti i brani in catalogo per offrire brani in streaming in qualità 320 kbit/s, paragonabile a quella degli MP3 di un CD musicale per intenderci.

Ad oggi solo pochi servizi di streaming musicale offrono musica in qualità 320 kbit/s, tra cui Spotify (Premium) e Google Play Music Unlimited. Molti utenti si sono lamentati nel forum di Rdio della scarsa qualità dell'audio, e dopo mesi di promesse fatte dallo staff del servizio ecco che finalmente gli utenti potranno ascoltare musica con qualità maggiore.

A questo punto Rdio è diventata una alternativa a Spotify da tenere in considerazione. Spotify è oggi di fatto il servizio di streaming più diffuso e popolare, con la compatibilità per tutte le piattaforme e un catalogo di oltre 20 milioni di brani. Molti utenti di Spotify, tuttavia, stanno migrando a servizi alternativi come Play Music Unlimited o Rdio per la mancanza del supporto di Chromecast, il dongle HDMI di Google che consente, tra le altre cose, di ascoltare la musica dei suddetti servizi compatibili sul televisore o impianto hi-fi di casa. Gli utenti di Spotify che stanno cercando delle alternative interessanti al servizio possono quindi considerare Rdio, anche questo disponibile per tutte le piattaforme desktop e mobile.

Tornando alla qualità dell'audio dei brani di Rdio, ecco qui l'annuncio tradotto dal blog ufficiale:

"La musica è la nostra passione a Rdio. Crediamo che la musica è molto più di un 'battito di fondo'. È un'espressione dei nostri stati d'animo, comprende le nostre storie personali, ed è sempre stata e sempre sarà una delle più potenti e condivisibili forme d'arte. 

Come un riflesso di quella passione, Rdio è allineata con The Grateful Dead Bob Weir su un'iniziativa denominata "Artisti per la qualità." La nostra missione congiunta è quella di innescare e condurre discussioni sulla disuguaglianza della qualità dell'audio in streaming, e ci impegneremo per stabilire i più alti standard di qualità in streaming nel mercato della musica digitale.

Come primo passo in questo programma, Rdio ha iniziato a convertire il suo intero catalogo esistente al formato AAC e proporrà audio a 320kbps [MP3, qualità CD] come nostro nuovo standard - senza aumentare il nostro prezzo [dell'abbonamento]. Inoltre, e come parte del nostro continuo impegno per la comunità di artisti, Rdio lavorerà a stretto contatto con artisti ed etichette da tutto il mondo per continuare a sollevare la qualità dell'audio in streaming, se esiste una larghezza di banda sufficiente, e per migliorare il flusso dei dati nei mercati in tutto il mondo dove la qualità della rete e della larghezza di banda sono spesso incoerenti.

Attraverso Bob Weir e la sua rete di amici, dalle leggende della musica agli artisti emergenti, non vediamo l'ora di lavorare insieme per assicurare che Rdio possa offrire la migliore opzione possibile per la qualità audio per entrambi, gli artisti e gli appassionati di musica."

Ricordiamo che l'iscrizione a Rdio è gratuita, e si ha accesso gratuito per un periodo iniziale a tutto il catalogo. Poi, se si desidera avere accesso a funzioni avanzate come l'ascolto di musica in modalità offline, è possibile abbonarsi al prezzo di 10 euro al mese.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?