Vimeo bannato in Indonesia, troppi video a luci rosse

 

La legge anti-pornografia del paese vieta qualsiasi tipo di nudità, e il governo afferma di aver trovato circa 15

Scritto da Simone Ziggiotto il 14/05/14 | Pubblicata in Altro | Archivio 2014

 

Vimeo bannato in Indonesia, troppi video a luci rosse

La legge anti-pornografia del paese vieta qualsiasi tipo di nudità, e il governo afferma di aver trovato circa 15.000 video su Vimeo che violano la legge.

Vimeo non consente di inserire video porno sul suo sito, ma consente agli utenti di caricare video "artistici" e "nudità non sessuali". Tuttavia, agli occhi del governo indonesiano questo tipo di contenuti sono ritenuti pornografici.

Il Governo indonesiano ha annunciato di aver ordinato a tutti i fornitori di servizi Internet di bloccare nel paese la distribuzione e lo streaming di video, secondo quanto riporta l'Associated Press.

Il governo ha detto che questa decisione si è basata sulle denunce ricevute da cittadini indonesiani e il fatto che alcuni video di Vimeo infrangono la legge anti-pornografia del paese. Questa legge rigorosa associa qualsiasi forma di nudità alla pornografia e proibisce che sui siti web vengano inseriti video o foto in cui soggetti espongono il proprio corpo, anche non nella sua interezza. In tutto, il governo ha detto che ci sono circa 15.000 video taggati con le parole simili a 'nudità' , secondo l'Associated Press.

Vimeo ha confermato su Twitter che il suo sito è stato bloccato in Indonesia. Nel tweet cinguettato lunedì si legge: "Sembra che Vimeo è bloccato per alcuni utenti indonesiani, e non possiamo sbloccarla", e un altro post Martedì ha detto, "Abbiamo ricevuto una richiesta ufficiale da parte del governo indonesiano; riferiremo informazioni al più presto ".

Secondo l' Associated Press , il governo indonesiano ha chiesto a Vimeo di mettere dei filtri più severi che blocchino l'accesso ai contenuti che violano la legge anti-pornografia del paese, qualcosa che YouTube ha già fatto in passato.

L'Indonesia è un paese noto per non tollerare pornografia, nudità, o anche solo persone che si vestono in modo 'osé'. Nel 2012, il governo ha detto di aver bloccato 1 milione di siti "porno" durante il mese di Ramadan.

Mentre l'Indonesia ha una delle più grandi popolazioni islamiche del mondo, molti dei cittadini del paese non sono d'accordo con la posizione intransigente del governo. Quando la legge anti-pornografia è stata approvata nel 2008, molti indonesiani sono scesi in strada per protestare. Il divieto di accesso a Vimeo è stato anche denunciato da molti indonesiani su Facebook e Twitter.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?