Selfie, privacy e spiaggia: come difendere la privacy in Vacanza

 

il garante della Privacy ha pubblicato un decalogo con i consigli per navigare sicuri durante le vacanze estive

Scritto da Simone Ziggiotto il 07/07/14 | Pubblicata in Altro | Archivio 2014

 

Selfie, privacy e spiaggia: come difendere la privacy in Vacanza

il garante della Privacy ha pubblicato un decalogo con i consigli per navigare sicuri durante le vacanze estive.

La moda di questa estate saranno i selfie. Al di là del fatto che i selfie sono sempre esistiti con quel 'vecchio' nome ormai dimenticato di 'autoscatto', farsi le foto col telefonino o col tablet da poi pubblicare sul web può creare problemi, in particolare sul lato della privacy.

Per questo il garante della Privacy ha pubblicato un decalogo con i consigli per, ad esempio, evitare di tornare a casa dopo una vacanza al mare e ritrovarsela svaligiata perchè i ladri, accedendo al nostro profilo di facebook, hanno intuito che la casa era vuota. Ricordate poi che non tutti amano apparire nelle vostre foto: chiedete quindi a chi compare nei selfie o altri scatti il permesso di pubblicare.

1. Selfie e dintorni. Pubblicare le foto o i video delle vacanze sui social network è divertente ma non tutti vogliono apparire on-line, essere riconosciuti o far sapere dove e con chi si trovavano mentre sono in vacanza. Se si postano foto o video con altre persone, è meglio prima accertarsi che queste siano d'accordo.

2. Geolocalizzati? No, grazie. Per chi ama la privacy e non vuole far sapere dove si trova durante le vacanze estive, il consiglio è disattivare le opzioni di geolocalizzazione di smartphone e tablet, oltre a quelle dei social network.

3. Social-ladri. Postando sui social network che si è in vacanza si potrebbe far sapere ad eventuali malintenzionati che la propria casa è vuota. Il pericolo è di tornare a casa dopo la vacanza e trovarsela svaligiata. Si consiglia di evitare di postare sul web informazioni troppo personali, come l'indirizzo di casa. E' bene poi controllare le impostazioni privacy dei social network, limitando la visibilità dei post solo agli amici così da non essere visibili al pubblico; bloccare poi la funzione di geolocalizzazione dei social network tra le impostazioni della privacy.

4. Viaggi o "pacchi"? Fare attenzione alle offerte di sconti particolarmente allettanti su viaggi e affitti di case per le vacanze che possono arrivare via social network, e-mail, sms, sistemi di messaggistica. Virus informatici, software spia e phishing (una frode finalizzata all'acquisizione, per scopi illegali, di dati personali dell'utente) possono essere in agguato. Inoltre, per evitare i rischi di furti di identità, fare attenzione ai pagamenti on-line se il sito non è molto conosciuto e controllare che la sessione sia privata (nella barra degli indirizzi l'indirizzo del sito deve iniziare con "https" e avere il simbolo di un lucchetto).

5. Occhio alle app. In vacanza occhio ai software che si scaricano sul tablet o smartphone, molti magari poco conosciuti possono contenere virus. Per proteggersi, scaricare le app dai market ufficiali (App Store, Google Play Store, Windows Phone Store, ecc.); leggere le descrizioni delle app e consultare eventuali recensioni degli altri utenti.

6. Wi-fi gratuito, ma con prudenza. Le connessioni offerte da locali, stabilimenti balneari e hotel potrebbero non essere sufficientemente protette e mettere pc, smartphone e tablet a rischio di intrusioni esterne da parte di malintenzionati a caccia di dati personali. Inoltre, connessioni "infettate" potrebbero veicolare virus e malware, esponendo i dispositivi collegati a diversi rischi, dal phishing al furto di identità. Quando non si è certi che il network WiFi sia sicuro, evitare di usare servizi che richiedono credenziali di accesso o fare acquisti on-line.

7. Navigare protetti. Aggiornare software e programmi antivirus è buona regola per evitare furti di dati o violazioni della privacy anche per smartphone e tablet. E' bene mantenere aggiornati anche i sistemi operativi.

8. Smartphone e tablet sicuri. Avete perso in vacanza lo smartphone o il tablet? Per proteggere i dati che contengono, conviene impostare un codice di accesso non banale e conservare con cura il codice IMEI, che si trova sulla scatola al momento dell'acquisto e che serve a bloccare il dispositivo a distanza. Prima di partire meglio fare un backup di tutte le informazioni (numeri di telefoni, foto, ecc.) sul pc o hard disk esterni, oppure trasferirli sul cloud.

9. Sms e messaggi via smartphone e social network. Nel periodo estivo se ne inviano e se ne ricevono molti. Alcuni potrebbero contenere virus, malware o esporre al rischio di spam. Fare attenzione prima di scaricare programmi, aprire eventuali allegati o cliccare link contenuti nel testo o nelle immagini dei messaggi. Il consiglio è di non rispondere a messaggi provenienti da sconosciuti.

10. La miglior difesa è usare sempre con consapevolezza e attenzione le nuove tecnologie e gestire con accortezza i nostri dati personali.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?