USA: hacker rubano dati di 4,5 milioni di pazienti

 

La Community Health Systems, che gestisce 206 ospedali negli Usa, ha annunciato che degli hacker sono entrati nei suoi sistemi informatici rubando i dati di 4,5 milioni di pazienti

Scritto da Simone Ziggiotto il 19/08/14 | Pubblicata in Altro | Archivio 2014

 

USA: hacker rubano dati di 4,5 milioni di pazienti

La Community Health Systems, che gestisce 206 ospedali negli Usa, ha annunciato che degli hacker sono entrati nei suoi sistemi informatici rubando i dati di 4,5 milioni di pazienti. I pirati hanno rubato nomi, numeri di previdenza sociale, indirizzi, date di nascita e numeri di telefono, secondo Reuters.

Uno dei più grandi gruppi ospedalieri negli Stati Uniti ha rivelato Lunedi di aver subito una violazione della sicurezza, che forse ha permesso agli hacker di rubare 4,5 milioni di dati dei pazienti, secondo quanto segnalato da Reuters.

I dirigenti sanitari della Community Health Systems, che supervisiona 206 ospedali in 29 stati, hanno detto che le informazioni rubate comprendono numeri di previdenza sociale, i nomi dei pazienti e i loro indirizzi, numeri di telefono, date di nascita, secondo Reuters. Si tratta del più grande attacco noto a coinvolgere le informazioni dei pazienti ospedalieri dal momento che il governo degli Stati Uniti ha iniziato a monitorare questo tipo di violazioni dei dati nel 2009.

"Un possibile obiettivo di questo attacco è quello di facilitare i futuri attacchi mirati", ha detto l'esperto di sicurezza dei dati della Elysium Digital Giuseppe Calandrino a Cnet.com. "Il tipo di dati che viene rubato dal sistema ospedaliero è spesso utilizzato per verificare l'identificazione di una persona. L'esposizione di questi dati crea un rischio che gli hacker potrebbero sfruttare per ottenere l'accesso ad altri account e informazioni."

Si ritiene che l'attacco informatico abbia avuto origine in Cina, secondo quanto ci segnala Reuters. La società di sicurezza Mandiant, che ha indagato la violazione in aprile e giugno, ha detto che gli hacker appartengono ad un gruppo abituato a colpire società di ingegneria, servizi finanziari, e aziende sanitarie. Non è chiaro se questi hacker sono affiliati con il governo cinese.

Diversi esperti di sicurezza hanno a lungo accusato la Cina di condurre una guerra cibernetica contro il governo degli Stati Uniti e i siti web aziendali privati. Un rapporto da Mandiant pubblicato nel 2013 ha accusato l'Esercito di Liberazione Popolare della Cina di un gran numero di attacchi informatici sul suolo americano. Tuttavia, il governo cinese ha negato sempre di essere coinvolto nel cyber-spionaggio o attacchi di hacking verso gli Stati Uniti.

Portavoce della Community Health Systems hanno detto a Reuters che è stato fermato l'attacco cibernetico rimuovendo il software dannoso utilizzato dagli hacker. Il gruppo sta ora notificando i suoi pazienti di quanto accaduto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?