Allarme CO2: la Terra soffoca, appello al Governo dal WWF

 

La Terra sta soffocando: l'anidride carbonica ha raggiunto una concentrazione talmente elevata che servono provvedimenti il prima possibile per non arrivare a conseguenze catastrofiche

Scritto da Simone Ziggiotto il 05/05/13 | Pubblicata in Ambiente | Archivio 2013

 

La Terra sta soffocando: l'anidride carbonica ha raggiunto una concentrazione talmente elevata che servono provvedimenti il prima possibile per non arrivare a conseguenze catastrofiche. Nel mondo stiamo raggiungendo una concentrazione del gas di 400ppm, una soglia mai registrata da quando c'è l'uomo.

Gli scienziati del Mauna Loa Observatory nelle Hawaii stanno per annunciare che i livelli di anidride carbonica (CO2) hanno raggiunto una concentrazione troppo elevata di 400ppm (parti per milione) la cui conseguenza più catastrofica è il riscaldamento globale a livelli talmente pericolosi che potrebbe essere una strada senza più ritorno. Stando alle ultime rilevazioni effettuate presso l'osservatorio, la concentrazione è precisamente di 399,39 ppm.

Ambiente CO2

Nel grafico qui sopra, si vede bene come il livello di concentrazione dal 1958 sia in quasi costante crescita. Nel grafico qui sotto, invece, ci viene mostrato l'andamento negli ultimi 300 anni e, per ipotesi, quello degli ultimi 800.000 anni.

Ambiente CO2Ambiente CO2

Mariagrazia Midulla, responsabile Clima e Energia Wwf Italia, sottolinea come sia importante mai come oggi trovare soluzioni per abbattere le emissioni di CO2: "La Comunità Scientifica ci dice che l’eccesso di CO2 che abbiamo in atmosfera porterà a un mondo più caldo.". Secondo l'esperto del WWF, l'ultima volta che nell'atmosfera terrestre era presente un livello di CO2 simile a quello di oggi risale a 3 milioni di anni fa, quando il pianeta era più caldo di 3-4 gradi Centigradi.

Di chi è la colpa. Senza dubbio di noi esseri umani, in particolar modo la causa dell'inquinamento climatico globale proviene dal settore energetico, special modo quello dei combustibili fossili. Ponendo il caso in cui i livelli di anidride carbonica continuassero ad aumentare, gli esperti si aspettano che le temperature record che oggi vengono registrate in un futuro non troppo lontano potranno diventare la nuova media estiva. Le conseguenze? Prima di tutte la siccità dei terreni, che diventerebbero non più coltivabili (o solo per determinate materie prime), mentre sul lato metereologico potremo assistere sempre più spesso a tempeste e inondazioni.

La responsabile Midulla di WWF Italia prosegue: "A livello globale, le comunità e i governi già faticano a rispondere alla siccità, ai cattivi raccolti e agli eventi meteorologici estremi, anche nei paesi ricchi come gli Stati Uniti. Se i livelli di CO2 continueranno ad aumentare sarà sempre più arduo e improbabile adattarsi ai cambiamenti climatici”.

Le soluzioni possibili. C'è solo una soluzione che bisogna adottare il prima possibile: usare fonti rinnovabili piuttosto che combustibili fossili. Midulla su questo tiene a precisare: "Con una rapida svolta globale verso le energie rinnovabili, supportata da forti misure per l’efficienza energetica. L'energia rinnovabile può diventare la nuova normalità". 

Il Governo italiano. Midulla invita il governo italiano a fare la propria parte il prima possibile, sia perchè i costi oggi sono inferiori sia per essere un esempio per gli altri paesi e sia per diventare leader del settore delle rinnovabili nel futuro: "Chi si muoverà in fretta e attuerà la svolta energetica con tempestività spenderà meno e sarà leader nel prossimo futuro." Midulla invita il nuovo governo ad "ascoltare gli scienziati e gli economisti più illuminati" cercando di non essere influenzato dalle "vecchie lobby che stanno condannando se stesse e il Paese al ruolo di dinosauri dell’energia, invece di puntare al futuro".

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?