NASA e Italia a caccia di asteroidi

 

La NASA ha chiesto all'Italia di collaborare per un nuovo progetto per esplorare lo spazio aperto

Scritto da Simone Ziggiotto il 21/06/13 | Pubblicata in Ambiente | Archivio 2013

 

La NASA ha chiesto all'Italia di collaborare per un nuovo progetto per esplorare lo spazio aperto.

Il Vice Ministro degli Esteri Marta Dassù ha incontrato oggi alla Farnesina l'Amministratore della NASA, Charles Bolden, con l'obiettivo di concludere una partnership per rafforzare la cooperazione bilaterale in campo spaziale tra Italia e Stati uniti. 

Il nostro paese e gli USA già collaborano bilateralmente per l'esplorazione e l'uso pacifico dello spazio (accordo diglato a Washington nel marzo 2013) ma l'incontro di oggi, come riportato da una nota della Farnesina, permetterà lo scambio di opinioni sugli sviluppi dei nuovi progetti della NASA, che ha nella Stazione Spaziale Internazionale la principale attività in corso di attuazione.

Luca Parmitano

L'Italia è il primo paese in Europa ad investire e partecipare all'ISS, grazie anche alla collaborazione con l'Agenzia Spaziale Europea. La missione prevede di 'agganciare' un asteroide e metterlo in orbita intorno alla Luna per poterlo studiare. Occorreranno almeno due miliardi di dollari per iniziare il progetto con Washington che ha già investito 500 milioni per i primi studi di fattibilità, ma presto si aggiungeranno fondi anche dal nostro paese.

Il Vice Ministro Dassu' ha sottolineato l'importanza della ''special relationship'' tra Stati Uniti e Italia, che attualmente vede impegnati in una missione nello Spazio l'astronauta italiano Luca Parmitano, che per i prossimi sei mesi rimarrà sulla stazione spaziale internazionale.

Parmitano sarà il primo italiano a volare letteralmente nello spazio: i membri dell'equipaggio della Stazione spaziale internazionale (Iss) faranno infatti una passeggiata cosmica, chiamata EVA nel gergo tecnico, le ExtraVehicular Activity, ossia un'uscita extraveicolare, che viene compiuta al di fuori dell'astronave.

La missione di Luca Parmitano, iniziata il 28 maggio, si può seguire passo passo da terra grazie a "Volare", un'app divulgativa dedicata al sesto astronauta italiano nello spazio e sviluppata per l'Agenzia spaziale italiana (Asi) dalle officine digitali iNeko.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?