Piemonte: le reti ferrovie non usate diventano piste ciclabili

 

In Piemonte le reti ferroviarie dismesse da almeno dieci anni diventeranno un circuito di piste ciclabili, in tempi brevi

Scritto da Simone Ziggiotto il 09/08/13 | Pubblicata in Ambiente | Archivio 2013

 

In Piemonte le reti ferroviarie dismesse da almeno dieci anni diventeranno un circuito di piste ciclabili, in tempi brevi.

Bici mini notturnaIl consiglio regionale del Piemonte ha approvato un emendamento che propone il recupero delle reti ferroviarie del territorio. Secondo gli accordi, le reti dismesse da almeno dieci anni diventeranno un circuito di piste ciclabili collegate agli itinerari storico-culturali del territorio.

Stando al progetto riportato nel comunicato del consiglio regionale del Piemonte, le piste saranno realizzate con una pannellatura in gomma adagiata a incastro sulle rotaie, con un diametro di circa tre metri comodo per rendere la pista percorribile in entrambi i sensi di marcia. 

Si tratta di una soluzione economica, che non ha impatto sull'ambiente, ed e' reversibile, nel senso che si potranno un giorno riutilizzare le reti ferroviarie in cui si decidesse di tornare indietro, basterà togliere la pannellatura.

''Stiamo lavorando a un progetto sperimentale di questo tipo gia' da diversi mesi, discutendone anche con Rfi per ottenere il comodato d'uso gratuito delle tratte ferroviarie dismesse'', ha detto l'assessore all'istruzione, turismo e sport del Piemonte, Alberto Cirio.

Per quanto concerne i tempi di realizzazione, l'assessore stima tempi brevi, mentre per i costi sarà la Regione a sostenere economicamente il progetto attraverso i fondi Fas per il sistema turistico.

Lo scopo del progetto è quello di restituire alla natura aree del territorio che rischiano il degrado.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?