Polo Nord, Santuario Artico per tutelare la Natura

 

Il Parlamento europeo ha approvato il 12 marzo un testo il cui contenuto sostiene l’istituzione di un’area protetta al Polo Nord dove saranno vietate le attività delle compagnie petrolifere e la pesca industriale che sono dannose per l'ambiente

Scritto da Simone Ziggiotto il 13/03/14 | Pubblicata in Ambiente | Archivio 2014

 

Polo Nord, Santuario Artico per tutelare la Natura

Il Parlamento europeo ha approvato il 12 marzo un testo il cui contenuto sostiene l’istituzione di un’area protetta al Polo Nord dove saranno vietate le attività delle compagnie petrolifere e la pesca industriale che sono dannose per l'ambiente.

Anche se il testo non ha valore legale, l'istituzione di quello che è stato definito il 'santuario artico' è un chiaro segnale da parte della comunità europea per salvaguardare l'ambiente. Gli scienziati sostengono che quello che avviene nell’Artico direttamente o indirettamente coinvolge tutti noi. Per questo motivo, realizzando il 'santuario artico' al Polo Nord sarà possibile proteggere una vasta area per moltissimi anni.

Il testo prende spunto dagli obiettivi della campagna "Save the Arctic" promossa da Greenpeace, un'organizzazione non governativa ambientalista e pacifista fondata a Vancouver nel 1971, che è stata sostenuta da più di 5 milioni di persone, tra cui la pop star Paul McCartney.

Il testo va però in contrasto con le posizioni attuali dei Paesi membri del Consiglio artico, tra cui la Norvegia e la Russia, che si sono opposte all'istituzione di un’area protetta nella regione artica.

Proseguendo nel promuovere importanti iniziative sul fronte della salvaguardia della natura, il Parlamento europeo ha sottolineato quanto sia necessario firmare un accordo vincolante per prevenire l’inquinamento ambientale nell'ambito del Consiglio artico, un forum internazionale che discute dei problemi dei governi artici e della popolazione indigena dell'Artico. La speranza è che il nuovo accordo possa portare a soluzioni davvero efficaci nell'ambito della tutela della natura, non come i precedenti accordi volontari sulla prevenzione dell’inquinamento da petrolio che, secondo Greenpeace, non hanno avuto alcuna efficacia.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?