Google Maps Navigator per Android in Italia e Google Maps Latitude per Android

 

Fino ad oggi, gli unici paesi abilitati ad utilizzare il servizio Google Maps Navigator erano Stati Uniti e Regno Unito

Scritto da Redazione il 10/06/10 | Pubblicata in Android | Archivio 2010

 
Fino ad oggi, gli unici paesi abilitati ad utilizzare il servizio Google Maps Navigator erano Stati Uniti e Regno Unito.

Google ha però esteso il servizio a nuovi paesi, sbarcando in Europa e coinvolgendo ustria, Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna e Svizzera

 Google Maps Navigator

Google Maps Navigator è un servizio di navigazione vocale punto a punto, gratuito e basato sulle mappe Tele Atlas con visualizzazione mappa, satellite o Street View e arricchito di diversi POI (Point of Interest, ovvero punti di interesse) forniti da Google Places e Google Business Local, che rendono cosi complete indicazioni e mappe.

Le mappe sono integrate alle funzioni di ricerca locale di Google, uno specialista nel reperire informazioni online, con possibilità quindi di trovare indirizzi e percorsi semplicemente ricercando il nome di un ristorante, di un hotel o scegliendo tra quelli indicati nella ricerca.

Le funzioni previste da Google Maps Navigator sono:
Ricerca Testuale - Consente di trovare un negozio o un ristorante o una qualsiasi altra destinazione con una ricerca su Google
Ricerca Vocale - Consente di trovare una destinazione utilizzando la voce (funzione in Inglese)
Info Traffico - Le strade diventano verdi, gialle o rosse a seconda del traffico previsto nel percorso.
Vista Satellitare e Street View - Le mappe diventano in 3D o con le immagini di Street View
Modalità Auto - Per renderlo più agevole da utilizzare in auto (compatibile con Android 2.0 o superiore)
Short Cut - Preferiti e rubrica indirizzi per selezionare subito la propria destinazione.

Il tallone di achille di Google Maps Navigator è però la necessità di una connessione online, 3G o Wifi, che lo rende spesso poco agevole in condizioni di traffico intenso o in aree a scarsa copertura. Diventa di fatto più semplice utilizzarlo per il percorso pedonale e un pò complesso da usare in auto.


Nelle foto: Modalità Satellite e Street View
 Google Maps Navigator  Google Maps Navigator

Il tempo di caricamento delle mappe è a volte lento e problematico, soprattutto se vi trovate in aree poco abitate o ancora peggio in aree collinati e appenniniche dove il segnale spesso è quasi assente.

Google Maps Navigator è disponibile nella
versione 4.2 su Android Market e compatibile con Android 1.6 o superiore.

Google Maps Latitude per Android, arriva il check-in via GPS

 
L'applicazione Google Maps Latitude per Android è stata da poco aggiornata alla versione 5.1, la quale introduce la funzionalità check-in, ovvero la possibilità di registrare la propria posizione tramite GPS.
 
I tecnici della compagnia di Mountain View non sono certamente rimasti a guardare dopo che le applicazioni ufficiali di Facebook e Foursquare hanno reso possibile effettuare ilcheck-in moltissimi luoghi pubblici di tutto il mondo.
 
Google Maps Latitude 5.1, per il momento disponibile soltanto nell'Android Market, offre la comoda funzionalità automatica di check-in, ovvero la comunicazione in tempo reale della posizione GPS ai propri contatti.
 

 
 
La nuova modalità permette di comunicare a tutti i contatti della propria lista amici la propria posizione in contesti precisi come i ristoranti, i musei e i negozi.
Grazie inoltre alla completa integrazione con Maps, l'utente può consultare in maniera immediata tutti i commenti su quel determinato luogo.
 

Google Maps: donna vittima di incidente fa causa a Google

 
Centrata da un'automobile il 19 Gennaio 2009 dopo aver seguito le indicazioni di navigazione di Google Maps for Mobile, secondo quanto riporta AOL News una donna californiana ha deciso di intentare causa a Google.
 
Lauren Rosenberg, la vittima dell'incidente, sostiene che la versione per smartphones BlackBerry di Google Maps le ha suggerito di incamminarsi per Deer Valley Drive, una strada trafficata, per raggiungere a piedi un indirizzo a Park City.
 
La donna ha intentato causa per la negligenza e la noncuranza delle indicazioni fornite dall'applicazione, che in quel caso non la aveva avvertita della mancanza dei marciapiedi lungo Deer Valley Drive.
 
Ora la signora Rosenberg chiede il rimborso per le spese mediche in addizione ai danni morali, ai mancati guadagni e a una sonora multa per Google.
 

 
 
Per quanto concerne le indicazioni pedonali sulla versione per personal computer, Google Maps avverte gli utenti della possibile mancanza di vie pedonali nei tracciati proposti (poichè l'applicazione è ancora in versione beta). Comunque la versione mobile per il momento non mostra tali avvertenze.
Una considerazione banale - in una situazione del genere deve essere proprio il software ad avvisare della manifesta pericolosità di una strada? Probabilmente i cinque sensi forniti da Madre Natura sono più che sufficienti...


 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?