Android: gestire i colori per diminuire il consumo di energia

 

Gli smartphones HTC possiedono un'interessante gestione dei colori: in pratica ogni pixel gestisce separatamente i colori del canale RGB, di conseguenza sceglierne uno solo dei tre (possibilmente il meno dispendioso dal punto di vista energetico) si è rivelato un ottimo modo per aumentare la durata della batteria di un dispositivo Android

| Pubblicata in Android | Archivio 2010

 

Gli smartphones HTC possiedono un'interessante gestione dei colori: in pratica ogni pixel gestisce separatamente i colori del canale RGB, di conseguenza sceglierne uno solo dei tre (possibilmente il meno dispendioso dal punto di vista energetico) si è rivelato un ottimo modo per aumentare la durata della batteria di un dispositivo Android.

Il discorso interesserà soprattutto coloro che hanno un po' di dimestichezza con lo sviluppo software.

Jeff Sharkey ha trovato il modo di dimostrare la sua teoria e, se si è disposti a giocare un po' con SurfaceFlinger per Android, si arriva a conclusioni davvero sorprendenti. Il vero peccato è che si tornerebbe ai display monocolore su un telefonino di ultima generazione.

Nel caso di Sharkey, il risparmio più evidente si è tradotto nell'usare la modalità “only-red”: il suo Nexus One ha utilizzato solo il 42% dell'energia disponibile, di fatto raddoppiando la durata della batteria.

Jeff ha fatto l'esperimento sul suo blog. La soluzione che propone è dedicata a utenti esperti. Tuttavia, se si riesce a prendere dimestichezza con questo sistema e le retine non si friggono a guardare uno schermo tutto rosso e nero, si può garantire qualche ora di vita in più alla batteria di Nexus One.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?