Dianne Hackborn di Google parla di accelerazione hardware in Android

 

Ogni volta che veniva sviluppata una nuova versione del sistema operativo Android molti si domandavano se fosse stata implementata l'accelerazione hardware

Scritto da Simone Ziggiotto il 06/12/11 | Pubblicata in Android | Archivio 2011

 

AndroidOgni volta che veniva sviluppata una nuova versione del sistema operativo Android molti si domandavano se fosse stata implementata l'accelerazione hardware. L'ultima versione Ice Cream Sandwich (numero 4) supporta la tanto attesa funzione, anche se le precedenti release erano in parte sviluppate per funzionare con l'accelerazione hardware.

C'è molta disinformazione su questo argomento particolare e allo stesso tempo molti utilizzatori di Android vogliono avere risposte in merito. A risolvere molti dubbi è stata Dianne Hackborn, AOS di Google, che ha deciso di scrivere un lungo post su Google Plus nel quale ha messo a riposo la questione una volta per tutte. Dianne ha toccato più punti, ma cerchiamo di vedere gli aspetti piu' importanti.

Prima di tutto, Ice Cream Sandwich non è stata la prima release di Android ad avere il pieno supporto all'accelerazione hardware. Anche Honeycomb ha avuto questa funzione dal giorno in cui è stato rilasciato. Inoltre, anche le precedenti versioni di Android, precisamente dalla 1.0, hanno avuto una qualche forma di accelerazione hardware, anche se presente in piccola parte - tutto dipende dal tipo di software / CPU del dispositivo.

Android accelerazione hardware

Al contrario di come molti pensano, non necessariamente la piena accelerazione hardware ha una velocità di 60 frame per secondo. Un telefono cellulare con CPU sufficientemente veloce può raggiungere questo obiettivo, compresi dispositivi simili al Nexus S e non per forza i più recenti dual-core.

La differenza sostanziale tra Android 3.0 e 4.0 è che le applicazioni della seconda potranno beneficiare dell'accelerazione hardware abilitata per default. È anche possibile forzare la funzione, tuttavia non è raccomandato in quanto per le applicazioni non ottimizzate per utilizzare la GPU 'accelerata' potrebbero causare brutte sorprese al terminale. Si consiglia, dunque, di attendere le varie versioni ufficiali che verranno rilasciate prossimamente dagli sviluppatori.

Disporre di un'accelerazione hardware puo' non essere sempre la soluzione migliore di una interfaccia utente uniforme. Infatti, essa ha un grande impatto sull'hardware, in particolare sulla memoria RAM. La conseguenza peggiore è un rallentamento dei processi su cui è in esecuzione il telefonino.

Quanto sopra riassunto è cio' che Dianne ha condiviso nel post di Google Plus, ma coloro che vogliono leggere la versione integrale possono farlo a questa pagina.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?