Guida device Nexus: Aggiornare manualmente ad Android 4.3

 

Come molti di voi sapranno durante l’evento dedicato del 24 Luglio Google, oltre a presentare il Nuovo Asus Nexus 7, ha presentato la nuova versione del suo sistema operativo Android arrivato alla versione 4

Scritto da Pietro Oliveri il 29/07/13 | Pubblicata in Android | Archivio 2013

 
Come molti di voi sapranno durante l’evento dedicato del 24 Luglio Google, oltre a presentare il Nuovo Asus Nexus 7, ha presentato la nuova versione del suo sistema operativo Android arrivato alla versione 4.3 dichiarando che da quel giorno stesso sarebbe stato disponibile.

Android 4.3

Nonostante questa dichiarazione attualmente in Italia così come in quasi tutto il resto del mondo attualmente non è arrivato l’update, la distribuzione a livello globale potrebbe richiedere anche qualche settimana ecco perché, se non sapete proprio aspettare, ho deciso di realizzare questa guida che vi aiuterà ad aggiornare manualmente Samsung Galaxy Nexus, Lg Nexus 4, Google Nexus 7 e Google Nexus 10 (che da noi non è in vendita).

Prima di partire con la guida voglio precisare che l’operazione comporta dei rischi, c’è la possibilità che l’aggiornamento non vada a buon fine quindi procedete a vostro rischio e pericolo dato che ne io ne la redazione di Pianetacellulare.it non saremo responsabili di eventuali danni causati ai vostri dispositivi.

Per partire abbiamo bisogno:

• Driver ADB/Fastboot dei vostri rispettivi modelli: Nexus 4 Samsung Galaxy Nexus (scaricate il programma linkato vi installa in automatico i driver)  Asus Nexus 7 Nexus 10
• Bootloader sbloccato
• Device con batteria carica
Android SDK
• Factory Image Android 4.3 del vostro device (come prima cliccate sul nome del dispositivi per il rispettivo link) Samsung Galaxy Nexus (takju) (yakju)LG Nexus 4, Asus Nexus 7 (wi-fi) (3g)Samsung Nexus 10

Per installare i driver ADB dovete abilitare la modalità debug USB andando in impostazioni\opzioni sviluppatore (se non avete la dicitura opzioni sviluppatore andate in impostazioni\info sul telefono e tappate piu’ volte su Numero Build. Ecco che verrà sbloccata l’impostazione sviluppatore) entrare nella modalità Bootloader e collegare il dispositivo al PC, a questo punto andate a scegliere di installare manualmente i driver selezionando quelli scaricati.

Per entrare nella modalità Bootloader dovete procedere così da dispositivo spento:

- Galaxy Nexus –> Volume giù + Volume su + tasto accensione
- Nexus 4 –> Volume giù + tasto accensione
- Nexus 7 –> Volume giù + Volume su + tasto accensione
- Nexus 10 -> Volume giù + Tasto di accensione

E’ importante precisare che per proseguire con la guida dovete avere il Bootloader SBLOCCATO, se ancora non lo avete sbloccato potete procedere attraverso una delle tante guide presenti sul web oppure continuate a leggere per una soluzione più veloce.

Installati i driver dobbiamo estrarre il pacchetto SDK precedentemente scaricato, io vi consiglio di estrarlo in C:\Android (la cartella Android createla voi) e poi rinominate la cartella che verrà estratta con un nome lunghissimo in android-sdk.

Fatto tutto questo andiamo ad estrarre la nostra factory Image nella cartella platform-tools presente dentro l’SDK appena estratto.

A questo punto apriamo il Prompt dei comandi (dal menu’ start digitate CMD e si aprirà una schermata nera) ed andiamo a posizionarci sulla cartella che ci serve digitando il comando CD C:\ e poi il percorso dove avete scompattato l’SDK fino ad arrivare alla cartella platform-tools (esempio se avete scompattato come vi ho suggerito io il comando sarà CD C:\Android\android-sdk\sdk\platform-tools).

Ci siete? Bene ora tornate nella modalità Bootloader e collegate lo smartphone al PC, tutte le operazioni saranno eseguite dal prompt dei comandi, dopo ogni comando premete invio per far partire l’operazione.

Innanzitutto bisogna entrare nella modalità Fastboot ed il comando da digitare è il seguente:

- per sistemi Windows fastboot “comando”
- per sistemi Mac ./fastboot-mac “comando”
- per sistemi Linux useremo sudo ./fastboot-linux

Se avete gà il Bootloader sbloccato procedete senza questo il prossimo comando, se invece lo avete bloccato date il comando:

- fastboot oem unlock


A questo punto avrete sbloccato il Bootloader e potete procedere.

Dovrebbero apparire delle scritte, procediamo con seguenti comandi:

1. fastboot erase boot
2. fastboot erase cache
3. fastboot erase recovery
4. fastboot erase system
5. fastboot erase userdata

Questi comandi cancelleranno tutti I vostri dati quindi eseguite prima un back up perchè perderete tutti I dati, procediamo ora con il Flash (installazione) dei vari pacchetti:

1. fastboot flash bootloader “nome del file bootloader.img” (ES. Fastboot flash bootloader bootloader-mako-makoz10o.img)
2. fastboot reboot-bootloader
3. fastboot flash radio “nome del file radio.ing”
4. fastboot reboot-bootloader fastboot -w update “nome del file zip.zip” (ES. fastboot -w update image-occam-jdq39.zip)


Date il tempo al dispositivo di eseguire il flash completo e poi cliccate l’ultimo comando che riavvierà il terminale che è:

fastboot reboot

Se avete fatto tutto nella maniera corretta il terminale si riavvierà ed accenderà con la nuova versione di Android installata altrimenti armatevi di buona pazienza e ripartite da capo.
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?