Google Android L Preview: tutte le novita' dal Material Design

 

Tutte le novità di Android L Preview, l'anteprima per sviluppatori della prossima versione di Android presentata da Google alla conferenza I/O 2014

Scritto da Simone Ziggiotto il 26/06/14 | Pubblicata in Android | Archivio 2014

 

Google Android L Preview: tutte le novita' dal Material Design

Tutte le novità di Android L Preview, l'anteprima per sviluppatori della prossima versione di Android presentata da Google alla conferenza I/O 2014.

Google prevede di rilasciare una prima versione del suo prossimo sistema operativo Android, Android L Preview, entro la fine della settimana per gli sviluppatori. Il software viene reso disponibile per gli sviluppatori con smartphone Google Nexus 5 o tablet Nexus 7, come ha annunciato l'ingegnere di Android Chet Haase Mercoledì durante una sessione sul nuovo sistema operativo nell'ambito della conferenza Google I/O di San Francisco. Sarà disponibile presso il sito degli sviluppatori di Android, ha detto.

Il sistema operativo Android ha avuto il suo inizio su smartphone e poi si è rapidamente diffuso sui tablet. Ora Google vuole vederlo in auto, sugli smartwatch (orologi intelligenti), TV e occhiali elettronici. Per aiutare il sistema operativo ad ad essere accessibile in tutte queste piattaforme hardware semplificando al massimo la diversificazione tra l'una e l'altra, Google ha annunciato la nuova interfaccia "Material Design" per Android. Un sistema che permette di semplificare la visualizzazione dei contenuti sia sul grande schermo di un televisore, che medio di un Chromebook che tradizionale di uno smartphone che piccolo come quello di un orologio.

Google Andriod L

Google ad oggi è riuscita con Android a farsi strada nel mercato dei dispositivi mobile, e lo ha fatto con successo. Android è il sistema operativo per smartphone più diffuso e Google si aspetta di contrastare la concorrenza di Apple ancora di più nei prossimi mesi. La società sta anche cercando di portare sul mercato telefoni Android ad un prezzo contenuto di 100 dollari attraverso la nuova linea di prodotti Android One pensata per i mercati in via di sviluppo come l'India. Ma il mercato della telefonia mobile è competitivo, e Google non è soddisfatta del successo che ha oggi. La prossima versione di Android, Android L, incarna le ambizioni della società di dare al software un aspetto migliore, di poter funzionare meglio, attirare più sviluppatori e attirare più utenti.

Il motivo per il quale Google ha da oggi lanciato la versione Android L Preview è di dare agli sviluppatori il giusto tempo per iniziare a conoscere la piattaforma e ottimizzare le loro applicazioni in vista del rilascio effettivo al pubblico della nuova iterazione di Android previsto in autunno.

Ora basta parlare, e iniziamo a conoscere seriamente che cosa c'è nella Preview L di Android grazie alle informazioni fornite dal programmatore di Android Dan Sandler, che ha dettagliato la nuova piattaforma come di seguito vi riportiamo.

Notifiche revisionate

Google e Apple stanno gradualmente rendendo la schermata di blocco più utile, iniziando a mostrare al suo interno le notifiche da diverse applicazioni, native e di terze parti, entro i vincoli di riservatezza stabiliti dagli sviluppatori di applicazioni per gli utenti che non vogliono mostrare i dati personali nella lookscreen, visto che quello che viene mostrato non è protetto da un codice di sblocco o da un altro processo di autenticazione.

Google IO 2014

Google IO 2014

In Android L le notifiche assumono la forma di schede, come sulla versione più recente KitKat, ma usano un tema nero-su-bianco invece che scuro come su KitKat. Le notifiche possono combinare più elementi grafici così gli utenti possono capire più velocemente le cose che vengono mostrate. Anche le notifiche utilizzano lo stile del Material Design, con le ombre su ciò che sta alla base dello schermo rispetto a ciò che viene visualizzato al di sopra di esso (immaginate una serie di strati, con la base sotto e le informazioni l'una sopra l'altra).

Android L Preview tenta anche di ordinare le schede in modo più intelligente, basandosi in parte sugli spunti forniti dagli sviluppatori che scrivono l'applicazione.

Il nuovo sistema di notifiche è utilizzato anche nella piattaforma Android Wear per smartwatches, il che ci riconduce al concetto di cui sopra che Google vuole eliminare la diversificazione di Android nelle varie piattaforme hardware.

Animazioni e profondità con Material Design

Il Material Design è un concetto di design nato dall'idea di avere uno schermo che ha delle caratteristiche tattili - in sostanza, Material Design significa avere una interfaccia materiale, che sia in linea con la realtà, dove gli elementi dell'interfaccia come le transizioni e le animazioni devono sembrare 'reali' al contrario di schermi 'piatti' di oggi. Con il concetto di Material Design gli sviluppatori possono specificare il grado di "elevazione" di un oggetto, ossia quanto in alto può sembrare essere rialzato dalla base dello schermo.

Google IO 2014

Google Andriod L

L'approccio che meglio fa capire il concetto di questo Material Design è un'animazione. I pulsanti possono mostrare l'effetto di essere premuti quando vengono toccati alla pressione del dito sul touchscreen. E Google dà agli sviluppatori la possibilità di creare una vasta gamma di comportamenti per animare gli oggetti sul display per controllare, ad esempio, come gli elementi si spostano sullo schermo, scompaiono, si espandono, si contraggono, appaiono e scompaiono.

Google Andriod L

Google Andriod L

Migliori controlli della fotocamera

Android L Preview consente ai programmatori di raccogliere per le loro applicazioni nuovi dati dai sensori delle fotocamere, cosa che potrebbe tradurre in una migliore qualità degli scatti per gli appassionati di fotografia. Inoltre, consente alle persone catturare più dati video non compressi quando si registra a 30 fotogrammi al secondo, hardware permettendo, e controllare la velocità dell'otturatore, la durata dei fotogrammi e il grado di ISO.

Google Andriod L

Applicazioni più veloci

ART che Google ha introdotto a scopo di test con il debutto di Android KitKat lo scorso anno ha ormai pienamente sostituito la macchina virtuale Dalvik presente nel codice Open Source del progetto Android (AOSP). Il nuovo ambiente di runtime nella versione Android L è ART, lanciato come alternativa alla Dalvik in KitKat. L'uso di ART dovrebbe tradursi in app più veloci nei tempi di avvio, nonché una migliore performance complessiva nell'esecuzione (anche se quanto di questi miglioramenti saranno visibili agli utenti finali resta da vedere). Per quel che vale, Google dice che usare Art può ridurre i tempi di avvio di un'applicazione fino della metà del tempo. Qual è il vantaggio di usare l'uno piuttosto che l'altro? Dalvik utilizza un compilatore Just-In-Time, mentre Art ha un compilatore Ahead-Of-Time. Ciò significa che Art esegue l'intera compilazione del codice durante l'installazione dell'app e non durante l'esecuzione stessa del software, mentre Dalvik compila parte del codice durante l'installazione e poi altre compilazioni avvengono ad ogni avvio dell'applicazione.

Google Andriod L

Nuovi strumenti per le applicazioni basate sul Web

Per le applicazioni che utilizzano le tecnologie del browser, Google ha pensato di dare un approccio che può facilitare lo sviluppo di applicazioni che si estendono su più sistemi operativi, e lo fa dando agli sviluppatori accesso al suo motore WebView, tecnologia utilizzata in Chrome 36. Ciò significa che gli sviluppatori di applicazioni di terze parti avranno accesso alla grafica con accelerazione hardware WebGL, l'interfaccia webaudio per una migliore gestione del suono e la tecnologia WebRTC per la trasmissione dell'audio in tempo reale per esempio per le video chat.

Una migliore efficienza energetica

Uno strumento chiamato Project Volta permetterà ai programmatori di limitare il consumo di energia della loro applicazione con strumenti di debug per Android. Inoltre, per ogni applicazione sarà disponibile uno storico per mostrare come cambia il consumo della batteria nel tempo. Il risparmio dell'energia è un vincolo fondamentale sui dispositivi mobili, specie per quelli di ultima generazione che sono sempre più preformanti e consumano sempre di più. Android L Preview contiene anche una nuova modalità di risparmio energetico per le persone che si aspettano di non poter mettere in carica il dispositivo per lungo tempo (molti produttori già offrono una modalità di risparmio energetico, ma da Android L viene integrata nativamente nel sistema operativo).

Google Andriod L

Gestione intelligente della rete

Android L sarà in grado di rilevare alcuni problemi di rete prima che sfuggano di mano e bloccare la fruizione del contenuto all'interno di un'applicazione: "Permette il passaggio diretto da una rete all'altra; se siete in procinto di perdere la connessione Wi-Fi, è possibile ricostruire lo streaming sui cellulari senza interruzioni per l'utente", Sandler ha detto parlando agli sviluppatori.

Bluetooth più performante

Android 4.3 ha introdotto il supporto per il Bluetooth LE, una versione che conserva la batteria perchè ha un raggio di copertura minore. Il Bluetooth LE viene oggi usato per connettere un telefono a dispositivi come cardiofrequenzimetri per e smartwatch, visto che sono degli accessori che solitamente stanno vicini. Android L Preview va oltre, migliorando le prestazioni del Bluetooth, consentendo ad un dispositivo di trasmettere verso un altro dispositivo delle informazioni via Bluetooth. La funzione viene così descritta ufficialmente: "I dispositivi Android possono ora funzionare in Bluetooth Low Energy (BLE). Le applicazioni possono utilizzare questa funzionalità per trasmettere la loro presenza ai dispositivi vicini - per esempio, è ora possibile creare applicazioni che consentono ad un dispositivo di funzionare come un contapassi o un monitor della salute e trasmettere i dati ad un altro dispositivo BLE".

Diamo ora il tempo agli sviluppatori di conoscere questo Android L Preview e prossimamente inizieremo a conoscere di sicuro altre novità che non sono state presentate alla Google I/O 2014.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?