Will.i.am presenta Puls, lo smartwatch con alloggio per schede SIM

 

Will

Scritto da Maurizio Giaretta il 16/10/14 | Pubblicata in Android | Archivio 2014

 

Will.i.am presenta Puls, lo smartwatch con alloggio per schede SIM

Will.i.am come da programma ha presentato il suo orologio 'smart'. Si chiama Puls e, per i più famelici di tecnologia, consente anche di abbandonare definitivamente il telefono domestico.

Ci sono due osservazioni che in molti si fanno quanto pensano agli smartwatch: "perchè devo usarlo sempre portandomi dietro lo smartphone? Tantovale che mi tenga solo lo smartphone" e "può davvero sostituire le funzioni del telefono? Come faccio, ad esempio, con WhatsApp, con internet e con i messaggi?".

Attualmente quasi tutti gli smartwatch non hanno l'alloggio per le schede SIM e mancano di un'autonomia soddisfacente. Perchè comprarli, dunque? Ragioni di moda a parte, un orologio con lo schermo touchscreen - per quanto avveniristico sia - in grado di mostrare solo l'ora non è che sia particolarmente utile. E inoltre è palesemente costoso.

Puls si propone di essere sia un oggetto di moda sia di tecnologia. E' autonomo, essendo dotato di rete cellulare, e pertanto non richiede alcuno smartphone per le funzioni principali. Inoltre cerca di combattere il problema della scarna autonomia, un classico per questo genere di prodotti, con una batteria che per essere più grande possibile è stata inserita direttamente nel cinturino.

Approfondimento: "Will.i.am presentera' il suo Smartwatch giovedi'"

Altre caratteristiche tecniche sono 1 GB di RAM, connessioni Wi-Fi e Bluetooth, rete 3G, doppi altoparlanti frontali, modulo GPS, accelerometro, conta passi, radio e 16 GB di memoria interna. Così tanta memoria è necessaria sia per scaricare la musica, sia per ospitare un sostanzioso numero di app.

NON CHIAMATELO OROLOGIO

La musica è una componente essenziale di Puls, considerato che un'intera carrettata di canzoni potranno essere salvate sul dispositivo. Per quanto riguarda le applicazioni, invece, troviamo un equivalente di Siri, Anita. C'è poi Humin, che consente di fare una chiamata con i controlli vocali. E' stato siglato anche un accordo di collaborazione con News Corporation di Rupert Murdoch, sebbene non siano ancora stati diffusi i dettagli.

Apple Watch

Non chiamatelo orologio comunque: è stato sottolineato più volte durante la presentazione che non si tratta di un orologio. "Gli orologi non hanno le schede SIM. E neppure i chip Qualcomm Snapdragon", ha detto Will.i.am. E' piuttosto un braccialetto, una fascetta.

Dietro all'orologio non-orologio (o comunque vogliate chiamarlo) c'è Will.i.am, il cantante dei Black Eyed Peas che si impegna anche a portare avanti le sue attività imprenditoriali di carattere tecnologico.

La concorrenza non gli mancherà affatto, considerato che poche settimane è stato presentato Apple Watch (foto sopra, col cinturino bianco) e che nei mesi precedenti sono spuntati Samsung Gear S (unico altro smartwatch con rete cellulare incorporata che sia stato presentato fino a oggi), Motorola Moto 360, Lg G Watch, Samsung Gear Live e molti altri.

Non sono stati svelati dettagli in merito al prezzo o alla data di commercializzazione.

Will.i.am presentera' il suo Smartwatch giovedi'

 
Nel paniere degli smartwatch alzi la mano chi non sentiva l'assenza di quello di Will.i.am, il rapper hi-tech dei Black Eyed Peas. Ebbene si, pure lui si getta a capofitto in un settore che sta sbocciando e che ancora deve prendere piede su scala mondiale.
 
Attenzione, non sappiamo nemmeno noi se sia il caso di prendere Giacomo (William in italiano) sottogamba. Il Telegraph infatti titola che l'orologio farà un "testa a testa con Apple nella guerra degli smartwatch". Noi speriamo che per Giacomo sia proprio così, gli auguriamo ogni fortuna, anche se ci permettiamo di essere un pò scettici a fronte di un'affermazione del genere.

Il frontman dei BEP - attenzione, non è tutta la band a produrre l'orologio: è solo Giacomo, che è molto appassionato di tecnologia - , che tra l'altro fa anche il giudice del talent show britannico della BBC The Voice, presenterà lo smartwatch giovedì durante un evento a San Francisco.
Apple Watch
Per quanto concerne le caratteristiche tecniche, la più interessante è che, a differenza di Apple Watch (nella foto sopra), per funzionare non avrà la necessità di essere abbinato a uno smartphone, in quanto potrà essere usato autonomamente. Si sa poi che saranno presenti la connessione Bluetooth e diamo per scontato lo schermo touchscreen. Il giornale inglese Mail domenica ha fatto notare che lo schermo dovrebbe avere una superficie convessa e non piatta come quello di Apple Watch.
 
Tutto dovrebbe ruotare attorno ad Android Wear, il sistema operativo per prodotti del genere di Google. Per altri dettagli, non ci resta che aspettare la presentazione ufficiale.
A seguito del lancio del prodotto, a trarne beneficio è stata per il momento una piccola azienda inglese, la 7Digital. Da quanto è uscita la notizia della collaborazione col cantante per la fornitura di un servizio musicale per l'orologio, il valore delle sue azioni si è librato in volo.
 
Con esso dovrebbe infatti essere abbinato un servizio che dovrebbe coinvolgere le maggiori case discografiche. Il prodotto infatti sarà in grado di scaricare e di archiviare musica, che poi potrà (anche se preferiamo aspettare la conferma di giovedì) essere ascoltata attraverso auricolari Bluetooth.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?