Apple iPad 2, il confronto hardware e software con la concorrenza

 

L'Apple iPad 2 è stato svelato ufficialmente soltanto pochi giorni fa, e fin da subito gli utenti hanno avuto un po' di confusione a riguardo, in quanto nel giro di qualche mese saranno disponibili sul mercato anche diversi tablet della concorrenza

Scritto da Gabriele Coronica il 07/03/11 | Pubblicata in Apple iPad | Archivio 2011

 

L'Apple iPad 2 è stato svelato ufficialmente soltanto pochi giorni fa, e fin da subito gli utenti hanno avuto un po' di confusione a riguardo, in quanto nel giro di qualche mese saranno disponibili sul mercato anche diversi tablet della concorrenza.

Il sito Tipb ha realizzato un'interessante e dettagliato confronto di tutte le caratteristiche hardware e software tra la seconda generazione del tablet di Cupertino e i seguenti dispositivi: Motorola Xoom, LG Optimus Pad, Samsung Galaxy Tab 10.1, HP TouchPad e Blackberry PlayBook.

Per quanto riguarda il display, soltanto il Motorola Xoom e il Samsung Galaxy Tab 10.1 offrono una diagonale e una risoluzione maggiore, ovvero 10.1 pollici per 1280x800 pixel. Da notare però che l'iPad 2 e l'HP TouchPad hanno uno schermo con tecnologia IPS.

Dal punto di vista hardware, i vari tablet presi in esami si somigliano moltissimo, anche se come memoria RAM quelli equipaggiati con Android vincono a mani basse, visto che sono dotati di ben 1 GB di memoria.

Anche considerando il lato multimediale, l'iPad 2 ne esce sconfitto: il tablet di Cupertino ha infatti una fotocamera posteriore da 0,7 Megapixel senza flash LED e una frontale VGA, mentre diversi tablet Android hanno fotocamera frontale da 2 Megapixel e posteriore da 5 o 8 Megapixel con flash LED, autofocus e possibilità di registrare video fullHD 1080p.

Apple iPad 2: la custodia Smart Cover spegne il display tramite magnete


Smart Cover è il nome della nuova custodia ufficiale dell'iPad 2, creata appositamente dai tecnici di Apple per dare quel tocco di classe aggiuntivo alla seconda generazione del popolare tablet firmato Cupertino.
 
Tale custodia si aggancia al dispositivo tramite delle apposite cerniere magnetiche, le quali permettono di proteggere il display da eventuali graffi, oltre a trasformarsi all'occorrenza in un comodo supporto verticale.
 
Interessante il fatto che il dispositivo venga messo automaticamente in standby non appena lo schermo viene coperto dalla Smart Cover. Nessun sensore di prossimità, il merito è tutto di un interruttore interno che si aziona con il campo magnetico generato dalla custodia.
 

Apple iPad 2: 512 MB di RAM e prestazioni top di gamma

 
Prima di tutto, è stato avviato il benchmark Geekbench ed è stato scoperto che l'iPad 2 è dotato di 512 MB di memoria RAM, ovvero il doppio rispetto al primo modello e il medesimo quantitativo presente nell'iPhone 4.
 
I risultati dei test hanno poi dato conferma della velocità del dispositivo, grazie soprattutto alla presenza del processore Apple A5 dual core con frequenza operativo di 1 GHz, il quale è in grado di gestire senza problemi anche le applicazioni più pesanti.
 


 
Un altro particolare interessante riguarda l'autonomia della batteria: nonostante l'aumento delle prestazioni, l'autonomia non ne ha risentito affatto, anzi.. la durata in generale supera quella della precedente generazione e quella dei tablet della concorrenza, come il Samsung Galaxy Tab, il Dell Streak 7 e il Motorola Xoom.+

iPad 2: disponibili i controlli gestuali multi touch. A 5 dollari
 
Avevamo anticipato a Gennaio che già da tempo Apple era al lavoro per la realizzazione di controlli gestuali multi-touch per iPad. Ora i nuovi comandi sono stati resi disponibili e in seguito spiegheremo come usufruirne in anteprima.
 
Innanzitutto cominciamo col dire che questi controlli consentono agli utenti di dispositivi iOS di effettuare diverse operazioni usando anche fino a cinque dita contemporaneamente sullo schermo. I controlli multi-touch attualmente sono compatibili con due dita e per lo più consentono di effettuare operazioni di zoom.
Lo scopo? Migliorare l'usabilità e, a partire dai futuri modelli di iPhone e iPad, eliminare il tasto 'fisico' Home.
 
Chi volesse sfruttare queste novizie tecnologiche in anteprima su iPad 2 (prima che siano rese disponibile al grande pubblico) lo può fare. Come? Con pochi click e pagando 5 dollari.
 

Apple iPad 2: analisi dettagliata del processore A5 dual core

 
Il sito web ChipWorks ha realizzato un'analisi davvero molto interessante del processore Apple A5 dual core, il quale è stato inserito per la prima volta nell'iPad 2, ma non è da escludere che in futuro faccia parte anche dell'hardware dell'iPhone 5.
 
Sono stati analizzati al microscopio i vari strati che insieme compongono il processore mobile di nuova generazione della casa di Cupertino.
 
La prima cosa che è stata scoperta è che le dimensioni del package sono leggermente più grandi rispetto al precedente processore Apple A4, tuttavia grazie alle ottimizzazioni dei processi di produzione la superficie del die è raddoppiata, in modo da lasciare spazio ai due core (ognuno con 4.5 MB di memoria) ARM Cortex A9 e al chip grafico PowerVR.
 
Immagine del chip Apple A5 con annotazioni.
 
La CPU è prodotta da Samsung, pertanto la tecnologia è rimasta quella a 45 nanometri. Se in futuro i tecnici di Cupertino sceglieranno TSMC, sarà possibile utilizzare la tecnologia a 40 nanometri, la quale garantisce minori consumi e prestazioni migliori.

Apple iPad 2: il processore A5 e' realizzato da Samsung

Il processore dual core Apple A5 usato per la prima volta su iPad 2 è prodotto da Samsung. La notizia arriva direttamente da due aziende all'interno della catena di produzione.
Nelle scorse settimane si erano sentite diverse voci secondo le quali Apple avrebbe avuto intenzione di spostare la produzione da Samsung a TSMC. Per il momento ciò non è avvenuto, anche se per il futuro sarebbe ancora possibile.
La società UBM Techinsights ha redatto un'analisi completa di iPad 2 e in particolar modo del chipset A5.
 
"In seguito alle analisi realizzate [...] possiamo affermare che A5 in nostro possesso è costruito da Samsung [...]". Si può leggere inoltre che per la produzione è stata usata la stessa tecnologia a 45 nm usata anche per Apple A4 (presente su iPad e iPhone 4).
In base alle analisi è risultato che nel pacchetto A5 di due modelli iPad 2 sono state usate componenti DRAM provenienti da due diversi fornitori: Samsung ed Elpida. Ciò indica che Apple si è rivolta a più fornitori per la realizzazione di alcune componenti hardware.
 
Confronto tra le componenti chipset A4 e A5 presenti rispettivamente su iPad e iPad 2. Cliccare sull'immagine per lo zoom.
 
Anche Chipworks ha realizzato la medesima analisi su iPad 2, giungendo alla concolusione che il chipset è stato realizzato da Samsung.
 
Apple iPad 2 alla prova del frullatore di Will It Blend
 
Apple iPad 2 non è ancora arrivato in Italia, ma già oltreoceano c'è chi si diverte ad utilizzarlo per scopi diversi.
Tom Dickson della BlendTec, società produttrice di frullatori, ha deciso di rendere un mucchio di polvere la seconda generazione del tablet di Cupertino.
Il cinico presentatore ha reso disponibile sul noto portale Youtube una nuova puntata di "Will It Blend", stavolta focalizzata sul nuovo dispositivo portatile di Apple e avente come co-protagonista un attore che come look ricorda moltissimo Steve Jobs.
Sul palco di un keynote di presentazione, Tom Dickson ha prima spezzato in due il tablet per farlo entrare nel frullatore, e successivamente l'ha attivato: pochi secondi di pale rotanti sono bastati per distruggere completamente il dispositivo.
Ironia e mossa astuta di marketing a parte, vi ricordiamo che l'iPad 2 arriverà ufficialmente in Italia il prossimo 25 marzo, salvo ovviamente problemi di distribuzione dell'ultimo minuto come è già avvenuto negli Stati Uniti.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?