Forbes: iPad superato da Google Nexus 7 e Microsoft Surface

 

Panos Mourdoukoutas, giornalista della nota rivista Forbes, in un recente articolo ha fatto sapere che secondo lui la leadership dell'iPad è destinata a finire con la commercializzazione in tutto il mondo dei tablet Google Nexus 7 e Microsoft Surface: "Microsoft e Google arrivano in ritardo in un industria brutale che ha già fatto le sue vittime

Scritto da Gabriele Coronica il 18/08/12 | Pubblicata in Apple iPad | Archivio 2012

 

Panos Mourdoukoutas, giornalista della nota rivista Forbes, in un recente articolo ha fatto sapere che secondo lui la leadership dell'iPad è destinata a finire con la commercializzazione in tutto il mondo dei tablet Google Nexus 7 e Microsoft Surface:

"Microsoft e Google arrivano in ritardo in un industria brutale che ha già fatto le sue vittime. Ma forse, hanno imparato una cosa o due dagli errori di quelli che li hanno preceduti. Invece di fronteggiare a viso aperto Apple, ognuno di loro ha scelto di indirizzare i propri sforzi verso specifiche nicchie all’interno dell’industria dei tablet."

I colleghi del sito Macworld però non sono molto convinti sul successo del Surface, visto che l'azienda di Redmond non sembra aver imparato dagli errori del passato:

"Microsoft ha speso considerevoli quantità di tempo e soldi negli anni nel tentativo di creare tablet che potessero far girare Windows, ed è stato soltanto quando Apple ha introdotto un approccio completamente diverso che i tablet sono diventati mainstream. Il 70% del market share di Apple suggerisce che Apple ha avuto l’approccio corretto col lancio dell’iPad; resta ancora da vedere quanto Surface differirà dai vecchi tablet basati su Windows."

Forbes: 'Steve Ballmer il peggior CEO americano'

In una curiosa classifica stilata da Forbes, il CEO americano che più di tutti meriterebbe di essere licenziato è Steve Ballmer, es braccio destro di Bill Gates e ora amministratore delegato di Microsoft.
 
Assieme a lui meriterebbero un "grazie e arrivederci" anche John Chambers di Cisco Systems, Jeffrey Immelt di General Electric, Mike Duke di WalMart e Edward Lampert di Sears Holdings.
 
"Senza dubbio, il signor Ballmer oggigiorno è il peggior amministratore delegato di una delle principali società americane"
A spingere l'autore Adam Hartung a scrivere l'articolo sembra che siano stati i fatti degli ultimi giorni.
 

 
E' fresca infatti la notizia del CEO di Yahoo Scott Thompson, nel cui profilo societario è stata elencata una laurea che in realtà non aveva mai preso e di cui non si è mai accorto per sette lunghi anni. Per fortuna di Thompson l'attenzione dei media giovedì si è spostata sul CEO di J.P.Morgan, Jamie Dimon, che ha bruciato la bellezza di 2 miliardi di dollari in operazioni bancarie (che potrebbero arrivare fino a 4!).
 
"Per comparazione, ci sono almeno 5 CEO che hanno fatto apparire minuscoli questi errori. Questi cinque, ai quali vengono spesso riconosciuti i meriti per il loro lavoro, stanno facendo danni enormi alle società per cui lavorano, agli investitori, ai dipendenti, ai fornitori e all'intera comunità che fa affidamento su di loro. Dovrebbero essere stati licenziati già da tempo".

Steve Ballmer, il CEO che dovrebbe gia' essere stato licenziato

Una delle colpe principali di Steve Ballmer è quella di aver di fatto dimezzato il valore delle azioni di Microsoft da quando è entrato in carica, portandole dai 60 dollari nel 2000 agli attuali 30. Con lui Microsoft è stata buttata fuori da molti dei più promettenti e lucrativi mercati hi-tech (musica, smartphones, tablet) e inoltre ha risucchiato in un vortice negativo anche partner come Dell, HP e perfino Nokia.
 
"Quando si tratta di demolire il valore delle azioni, il suo potere si estende oltre i confini di Microsoft"


 
L'arrivo di nuovi prodotti continua a slittare, producendo effetti negativi per la società e per i clienti. Per sua stessa ammissione, Ballmer ha affermato che per la realizzazione di Windows Vista ci sono stati costi eccessivi; il lancio commerciale, infatti, è avvenuto con anni di ritardo.
 
Oggi Microsoft ha scartato il software Zune, ha fallito con il progetto dei tablet, ha fatto un buco nell'acqua con i cellulari Kin (nella foto sotto), sta avendo difficoltà con la piattaforma Windows Phone, eccetera.
 
 
Dopo dieci anni di amministrazione Ballmer "Microsoft è una società di computer, niente di più" e non è riuscita a decollare negl altri settori come ha fatto, per esempio, Apple.
Almeno Windows 7 e Office 2010, che di per se non hanno fatto nulla per entusiasmare gli appassionati di tecnologia, non hanno avuto risvolti negativi.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?