Apple presenta Mac Mini, nuovo desktop PC

 

E' tempo di grandi novità in casa Apple

Scritto da Maurizio Giaretta il 17/06/10 | Pubblicata in Apple | Archivio 2010

 

E' tempo di grandi novità in casa Apple. Dopo l'introduzione del nuovo tablet PC iPad e del nuovo sistema operativo iPhone OS 4 e dopo la presentazione della scorsa settimana di iPhone 4, oggi la multinazionale con sede a Cupertino annuncia il nuovo Mac Mini.

Si tratta di una versione riprogettata con prestazioni grafiche migliorate, una porta HDMI e uno slot per schede SD. Mac Mini ha una forma compatta con un rivestimento di alluminio. L'alimentatore è integrato e consente di eliminare l'ingombro dell'alimentatore esterno.

La parte inferiore è costituita da un pannello rimovibile che consente di accedere facilmente ai componenti interni e aggiornare così la memoria in tutta facilità.

E' un desktop PC con un'elevata efficienza energetica che sarà disponibile presso Apple Store Online e i rivenditori autorizzati in due versioni, a partire da 799 euro IVA inclusa.

Entrambe le versioni hanno in comune le seguenti caratteristiche:

  • Grafica integrata NVIDIA GeForce 320M
  • Connessione in rete wireless AirPort Extreme 802.11n e Bluetooth 2.1+EDR
  • Gigabit Ethernet
  • Quattro porte USB 2.0
  • Slot SD card
  • Una porta FireWire 800
  • Una porta HDMI e una Mini DisplayPort
  • Adattatore video da HDMI a DVI
  • Ingresso combinato audio digitale ottico/analogico (minijack)
  • Uscita combinata audio digitale ottico/cuffie (minijack)

Le funzioni caratteristiche della versione a 799 euro sono:

  • Processore Intel Core 2 Duo a 2,4 GHz con 3 MB di cache L2 condivisa
  • 2 GB di SDRAM DDR3 a 1066 MHz (espandibili fino a 8 GB su ordinazione)
  • Unità ottica SuperDrive (DVD±R DL/DVD±RW/CD-RW) 8x con caricatore automatico
  • Disco rigido Serial ATA da 320 GB a 5400 giri/min


Le funzioni caratteristiche della versione a 1.149 euro sono:

  • Processore Intel Core 2 Duo a 2,66 GHz con 3 MB di cache L2 condivisa
  • 4 GB di SDRAM DDR3 a 1066 MHz (espandibili fino a 8 GB)
  • Due dischi rigidi Serial ATA da 500 GB a 7200 giri/min
Apple spiega come funziona Fusion Drive sui nuovi iMac e Mac Mini
 
I nuovi modelli di computer iMac e Mac Mini, presentati ufficialmente dai vertici di Apple qualche giorno fa durante il keynote organizzato a San Jose, supportano la tecnologiaFusion Drive. Ma di che si tratta esattamente, e come funziona?
 
I tecnici della casa di Cupertino hanno deciso di spiegare il tutto: "Il nuovo iMac porta con sé un’opzione di archiviazione rivoluzionaria: si chiama Fusion Drive, e combina un capiente disco rigido con un’unità di memoria flash ad alte prestazioni. Fusion Drive gestisce in modo intelligente i tuoi dati, e lo fa in automatico."
"Nella memoria flash, più scattante, archivia le app, i documenti, le foto e tutto quello che usi più spesso. Tutto il resto lo sposta nel disco rigido. In questo modo avvii il tuo iMac in un attimo, e ci metti sempre meno tempo ad aprire le applicazioni e i file che usi di più, perché il sistema pian piano impara a conoscere le tue abitudini."
 

 
I colleghi del sito MacObserver hanno poi deciso di chiarire alcune cose:
 
"Per essere più chiari, non si tratta di un concept di caching, almeno non nell’accezione più usata del termine. Dire “cache” vorrebbe anche dire che i dati sulla SSD vengono duplicati, ma non è questo il caso. Se possiedi 1TB di drive meccanico affiancato ad una SSD da 128GB, possiedi una piattaforma di storage da 1,12 TB. Questa è veramente la fusione di tutto lo spazio disponibile su due dischi separati."
 
Apple Mac Mini: benchmark e approfondimento su Fusion Drive

I ragazzi del sito MacWorld hanno da poco realizzato dei test molto approfonditi sulle prestazioni del disco rigido ibrido Fusion Drive presente all'interno dei nuovi modelli di iMac e Mac Mini.
 
Nel complesso, sono stati registrati dei significativi miglioramenti nella velocità di avvio del sistema operativo OS X, tuttavia non siamo ancora ai livelli dei Macbook Pro Retina:
 
"È col Fusion Drive che il Mac mini ha fatto il salto prestazionale. In configurazione standard da 799 dollari, il Mac mini col suo hard disk da 5.400 rpm ci ha messo più di tre volte la medesima quantità di tempo per copiare e decomprimere i file di test rispetto al Mac mini BTO con Fusion Drive."
 

 
"Il Mac mini BTO era in effetti più veloce del MacBook Pro Retina in alcuni test, come per esempio nell’importazione in iPhoto, iMovie ed Aperture. Ma nella copia dei file e nei test di decompressione il MacBook Pro Retina col suo storage flash “puro” se la cavava meglio del Fusion Drive."
 
Questo invece è ciò che scrive il sito Ars Technica:
"Non ci sono opzioni da configurare, niente impostazioni da regolare, e nessun modo per l’utente di decidere quali dati vanno dove. Il volume FD è un volume singolo, ed è il suo Core Storage ad indirizzare tutti gli IO prima all'SSD. I nuovi file vengono salvati in modo trasparente sul lato SSD del FD, così come le nuove applicazioni che vengono installate. Tutto va prima sull'SSD."
 
Apple Mac Mini: le prime impressioni sull'utilizzo

Direttamente dal sito Macminicolo arrivano le prime impressioni d'utilizzo del nuovo Mac Mini, presentato ufficialmente la scorsa settimana dai dirigenti della casa di Cupertino e che ha un hardware rinnovato rispetto al precedente modello.
 
Nel complesso il prodotto piace, anche se non è andato giù il fatto che l'hard-disk interno sia ancora da 5400 rpm:
 
"I Mac mini oramai hanno prestazioni comparabili con gli Xserve di ultima generazione e con i Mac Pro del 2010 nei benchmark. Tutti i Mac mini hanno ora 4 GB di RAM standard. Finalmente, aggiungeremmo. Il Mac mini può essere ufficialmente aggiornato a 16 GB di RAM. Prima era possibile solo provvedendo in maniera autonoma, ora invece è un’opzione prevista dall’Apple Store."
 

 

"Il Mac mini modello base ha una CPU i5, ma quello intermedio e di punta hanno un Ivy Bridge quad core i7. Il modello intermedio da 799 dollari sarà quello più popolare per questa ragione."
"La memoria è di tipo DDR3 a 1600MHz per tutti i modelli, e questo è davvero incredibile in macchine tanto piccole. Il Fusion Drive è disponibile esclusivamente per il modello intermedio di Mac mini da 799 $, e questo contribuirà al suo successo."
 
Apple Mac Mini smontato pezzo per pezzo da iFixit

I ragazzi del sito iFixit si sono divertiti a smontare pezzo per pezzo il nuovo Mac Mini, il piccolo computer di Apple già disponibile in Italia ad un prezzo di partenza di 649 euro IVA compresa per la versione con configurazione standard.
 
Non ci sono particolari differenze a livello di design e componentistica interna rispetto ai modelli precedenti, tuttavia sono benvenute le porte dati ad alta velocità USB 3.0. Tutti i vari componenti, tranne l'hard-disk e le ventole, sono saldati tra loro e impossibili da sostituire.
 
Il processore è l'Intel Core i5 dual-core con frequenza operativa di 2,5GHz (Turbo Boost fino a 3,1GHz) e 3MB di cache L3, la memoria RAM di tipo DDR3 a 1600MHz ammonta a 4 GB e il disco rigido è da 5400 rpm con capacità di 500 GB.
 

 
Queste sono le connessioni disponibili: Porta Thunderbolt (fino a 10 Gbps), Porta FireWire 800 (fino a 800 Mbps), 4 porte USB 3 (fino a 5 Gbps), Porta HDMI, Slot SDXC card, Porta Gigabit Ethernet, Ingresso/uscita audio, Ricevitore IR.
 
Apple Mac Mini: supporto per la connettivita' WiFi a 450 Mbps

I colleghi del sito francese Macg.co, utilizzando alcuni programmi di benchmark, hanno appena scoperto che il modello 2012 dell'Apple Mac Mini supporta in maniera nativa la connettività di rete senza fili Wifi fino alla velocità teorica di 450 Mb/s.
 
 
 
Apple Mac Mini: risolti i problemi dell'uscita video HDMI

Come vi avevamo anticipato poco tempo fa, i tecnici della casa di Cupertino hanno appena reso disponibile per il download un nuovo aggiornamento del firmware EFI(dimensioni 4.53 MB) per il Mac Mini che serve esclusivamente a risolvere i problemi dell'uscita video HDMI.
 
Qui di seguito vi riportiamo le note ufficiali di rilascio: "Questo aggiornamento risolve dei problemi relativi allo sfarfallio di video HDMI sui computer Mac mini (modelli usciti alla fine del 2012) ed è consigliato a tutti gli utenti."
 
"L'Aggiornamento Firmware EFI per Mac mini aggiornerà il firmware EFI del tuo computer. Durante l’aggiornamento, il cavo di alimentazione del computer deve essere collegato ad una presa di corrente funzionante."
 

 
"Quando il Mac mini si riavvia, viene visualizzata una schermata grigia con una barra di stato che indica il progredire dell’aggiornamento. Il processo di aggiornamento durerà diversi minuti. Non utilizzare e non spegnere il Mac mini mentre è in corso l’aggiornamento."
L'aggiornamento può essere scaricato direttamente dal Mac App Store.

Apple Mac Mini: presto un fix per il problema dell'uscita video HDMI

La gamma rinnovata del Mac Mini soffre di diversi problemi di visualizzazione per quanto riguarda l'uscita video HDMI, causati molto probabilmente dai driver non ancora ottimizzati per il sistema operativo OS X Mountain Lion.
 
Ad oggi non esiste ancora una soluzione, tuttavia i tecnici di Intel hanno da poco pubblicato un messaggio sul forum ufficiale di supporto, facendo sapere che il problema è legato al chipset grafico Intel HD 4000 e verrà presto risolto:
 
Apple Mac Mini: taglio di prezzo in Italia, ora costa 610 euro

La casa di Cupertino, approfittando del lancio della gamma rinnovata dei computer desktop all-in-one iMac, ha deciso di abbassare il prezzo di vendita del Mac Mini e dell'accessorio Apple TV.
 
I nuovi modelli non sono ancora arrivati (e molto probabilmente dovremo attendere fino al prossimo autunno), ma intanto dando un'occhiata all'Apple Store italiano c'è una piacevole sorpresa.
 
Il set-top-box Apple TV infatti ora si può acquistare direttamente da Apple ad un prezzo di 99 euro IVA compresa e senza spese di spedizione. Lo sconto è pari a 10 euro, non troppo a dir la verità, ma i pricecut sono sempre i benvenuti.
 
Lo stesso discorso vale per il Mac Mini: gli sconti in generale sono di 30 o 60 euro, a seconda del Paese europeo e della configurazione selezionata. In Italia, il modello base viene a costare 610 euro, sempre IVA inclusa.
 
Sotto la scocca possiamo trovare il processore Intel Core i5 dual-core con frequenza operativa di 2.5 Ghz, il chip grafico Intel HD Graphics 4000, il disco rigido con capacità di 500 GB e la memoria RAM di 4 GB.
 
Si tratta di una dotazione standard, perfetta per il classico utilizzo quotidiano, come ad esempio la navigazione sul web, il controllo dei messaggi di posta elettronica, l'ascolto di musica e la visione di qualche film.
 
Ma se si desidera qualcosa di più in termini prestazionali, allora bisogna acquistare i modelli superiori, proposti a 819 euro (processore Intel Core i7 quad-core a 2,3GHz) oppure 1.019 euro (versione Server).
 
Se avete fretta di acquistare il Mac Mini oppure l'Apple TV, vi conviene approfittare di queste offerte, ma se invece potete attendere ancora qualche mese, vi consigliamo di farlo, visto che entro Ottobre/Novembre dovrebbero arrivare sul mercato i nuovi modelli, con più potenza e funzionalità.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?