Applicazione Android espulsa dall'App Store

 

E' cosa nota: Apple monitora le applicazioni che vengono pubblicate nel proprio negozio telematico

Scritto da Maurizio Giaretta il 30/11/10 | Pubblicata in Apple | Archivio 2010

 

E' cosa nota: Apple monitora le applicazioni che vengono pubblicate nel proprio negozio telematico. Molte di queste non vengono approvate oppure, come si apprenderà da questa notizia, altre vengono prima accettate e successivamente cancellate.

Ora parliamo di un'applicazione che fornisce informazioni, notizie. Questa, dopo essere stata approvata, è stata cancellata dall'App Store. Non si tratta di un virus. E' possibile che ci si possa domandare come mai una rivista digitale venga cancellata da Apple.

La risposta è immediata: concorrenza. Infatti l'applicazione al centro della diatriba forniva informazioni in merito ad Android, il sistema operativo per smartphones sviluppato da Google.

Lo sviluppatore, residente in Danimarca e conosciuto con lo pseudonimo di Media Provider, ha contattato un responsabile Apple che gli ha fornito queste spiegazioni:

“Qual è il problema?” ha domandato Dixon, pur sapendo benissimo quale fosse.
“Lo sai... la tua rivista” ha risposto il responsabile Apple, identificatosi con il nome di Richard. “Tratta di Android... e non possiamo tenerla nel nostro App Store”
.

A conti fatti, l'applicazione se fosse stata accettata e basta probabilmente sarebbe finita nel dimenticatoio. Grazie a questo incidente invece si prende un sacco di pubblicità gratuita.

Apple rifiuta magazine Android nell'App Store

 
È risaputo che gli sviluppatori di applicazioni per iPhone, iPad e iPod devono attenersi ad alcune ferree (e non sempre giuste) regole imposte da Apple per ottenere l'aggiunta delle proprie creazioni sull'App Store.
 
Una delle ultime "censure" applicate dalla società di Cupertino è stata perpetuata ai danni di una casa editrice danese, Mediaprovider, la quale si è vista respingere l'applicazione inviata alla "mela" per l'approvazione;  Android Magasinet, questo il nome dell'app, è stata rifiutata pur trattandosi di un semplice magazine digitale concernente il mondo Android.
 
Il direttore di Mediaprovider, Brian Dixen, ha contattato telefonicamente la Apple per ricevere delucidazioni ricevendo una squallida risposta: "Il suo giornale riguarda Android, non possiamo aggiungerlo nel nostro store virtuale". Eppure nei termini d'utilizzo Apple non viene specificato che è vietato pubblicare contenuti che riportino alla concorrenza.
 
Di certo quel che ha portato la Apple a negare la pubblicazione non è il fatto che Mediaprovider abbia sviluppato un giornale digitale dato che l'azienda danese fornisce l'applicazione iPhone Magasinet che, guarda caso, non ha mai creato alcun problema alla "mela".
 


 
Sperando che la Apple ripensi a quanto deciso, gli utenti sperano di vedere presto l'applicazione disponibile per dispositivi Android dato che almeno Google non applica alcuna censura, tantomeno la applicherebbe ad un magazine dedicato al droide. 
 
Personalmente inviterei gli utenti di PianetaCellulare a favorire le società oneste. Sembra che Apple stia applicando una censura che potrebbe essere definita "inquisizione digitale".
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?