Boom ricavi per Apple: il trimestre migliore di sempre

 

Apple ha comunicato i risultati finanziari relativi al secondo trimestre del 2011 (periodo Aprile-Giugno)

Scritto da Maurizio Giaretta il 20/07/11 | Pubblicata in Apple | Archivio 2011

 

Apple ha comunicato i risultati finanziari relativi al secondo trimestre del 2011 (periodo Aprile-Giugno). La crescita degli utili è forte, così tanto da far segnare il miglior trimestre di sempre.

Le chiavi del succeso della società di Cupertino sono essenzialmente due: iPhone e iPad. Questi due prodotti hanno fatto segnare una crescita costante, trimestre su trimestre. Le vendite relative agli altri prodotti, Mac e iPod inclusi, sono invece rimaste sostanzialmente costanti.

Nel periodo Aprile-Giugno i ricavi totali hanno superato quota 28 miliardi di dollari americani. Il dato è in crescita del 16% rispetto al trimestre precedente e di ben l'82% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

La maggior parte di vendite (e quindi di utili) Apple la fa in America. Nel trimestre in esame, i ricavi sono stati pari a oltre 10 miliardi di dollari. L'Europa è seconda, con poco più di 7 miliardi di dollari. Segue la zona Asia pacifico con 6,3 miliardi e il Giappone, con 1 miliardo e mezzo.

Una delle chiavi del succcesso dell'azienda sta nell'innovazione. In questi ultimi anni Apple è riuscita a sfoderare dei pezzi da 90 come iPhone e più recentemente ha aperto addirittura un nuovo segmento di mercato progettando e realizzando iPad. Le tavolette, da sole, negli ultimi tre mesi hanno generato la bellezza di 6 miliardi di ricavi.

Il fondatore di EA non vede un buon futuro per Apple

Intervistato di recente dalla nota rivista Edge Magazine, il fondatore di Electronic Arts (una delle software house più grandi e importanti del settore videoludico), Trip Hawkins, ha espresso il suo parere sule politiche e sul futuro di Apple.
 
Secondo quanto dichiarato da Hawkins, la casa di Cupertino dovrbbe iniziare a supportare pienamente gli standard web, invece che chiudere l'utente all'interno dell'App Store. E' vero che l'HTML5 è il futuro, ma sarebbe anche giusto offrire il supporto al plugin Adobe Flash.
 
Il fondatore di EA non risparmia poi i commenti negativi sull'Apple che ci sarà dopo Steve Jobs"Se pensate a qualsiasi istituzione nella storia, prendete l’Impero Romano, e a come appariva un attimo prima del declino. Pensate ad Apple, come non potete dire che si trovi in quella stessa fase?"


 
"Il punto è che potranno volerci altri 2 anni al massimo prima che cominci il declino ma arriverà, tutto lo dimostra. Ogni cosa ruota così troppo attorno a Steve Jobs e, a prescindere da quanto possano essere bravi i suoi collaboratori, essi non sono Steve."

Parole forti, ma che nascondono delle verità: Tim Bajarin di Creative Strategies ha infatti svelato che Steve Jobs ha interrotto l'attività di micro-management (ovvero il controllo di ogni aspetto della vita aziendale) per concentrarsi sulla gestione del team esecutivo, in vista probabilmente della nomina di un nuovo CEO dell'azienda.
 
Apple: la crescita potrebbe fermarsi secondo Wall Street

La casa di Cupertino è nel suo periodo migliore, con un fatturato da record e una popolarità ormai alle stelle per tutti i suoi prodotti. Tuttavia, non è tutto oro quello che luccica.

Secondo quanto trapelato dalle analisi da alcuni analisti finanziari di Wall Street, negli ultimi 6 mesi il valore complessivo delle azioni Apple è aumentato talmente tanto che gli esperti ritengono che l'azienda statunitense non sia in grado di reggere tale ritmo nel corso dei prossimi mesi.

Qui di seguito vi riportiamo quanto dichiarato da Philip Elmer-Dewitt: "Lo scorso anno gli investitori erano eccitati per l’enorme successo iniziale dell’iPad e l’incredibile espansione che l’iPhone aveva raggiunto in termini di quota di mercato. Quest’anno, i multipli sono stati ridotti dal mercato."


L'analista ha poi aggiunto: "Sembra che gli investitori siamo più moderati rispetto allo scorso anno a causa del boom che le azioni hanno avuto. Questo dato si riflette nell’incertezza del mercato su quale sarà il prossimo driver di crescita, se e quanto Android influenzerà i risultati di Apple, e ovviamente sulle condizioni di salute di Jobs."

Gli esperti sono tutti concordi nel dire che difficilmente a Cupertino hanno in serbo una sorpresa per quest'anno: il fenomeno iPad ha contribuito in maniera notevole ad aumentare il bilancio dell'azienda, ma quest'anno non è la stessa cosa. 

La concorrenza, sia nel settore smartphone che Tablet PC, è diventata molto più forte, e oggi i consumatori hanno molta più scelta rispetto al passato.
 
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?