Apple Store, critiche di un impiegato su Facebook: licenziato

 

Un tribunale britannico ha confermato il licenziamento di un dipendente di una nota catena di negozi che aveva pubblicato sul profilo privato di Facebook dei commenti negativi sul proprio datore di lavoro

Scritto da Maurizio Giaretta il 02/11/11 | Pubblicata in Apple | Archivio 2011

 

Un tribunale britannico ha confermato il licenziamento di un dipendente di una nota catena di negozi che aveva pubblicato sul profilo privato di Facebook dei commenti negativi sul proprio datore di lavoro.

L'impiegato, Crisp, era dipendente di un Apple Store.

A seguito della comunicazione di licenzialmento aveva deciso di tutelarsi agendo per vie legali. I giudici tuttavia hanno dato ragione al datore di lavoro. Infatti sebbene i commenti fossero stati pubblicati su una pagina privata del noto social network, sarebbero potuti essere copiati e condivisi da altri utenti con fin troppa facilità.

Il regolamento interno per i dipendenti Apple vieta che siano fatti "commenti su prodotti Apple o critiche negative nei confronti del marchio". E' possibile per i dipendenti pubblicare contenuti in internet, ma senza far uso di nomi.

Sapendo fin troppo bene che una volta che si pubblica qualcosa su un social network diventa di pubblico dominio, la prossima volta consigliamo a tutti coloro che intendono fare una cosa simile di pensarci più volte. Pena il licenziamento.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?