Apple iOS 6: ecco alcune delle novita' passate in secondo piano

 

I dirigenti della casa di Cupertino hanno presentato nel corso della conferenza stampa WWDC 2012 di San Francisco moltissime novità hardware e software, e tra queste non poteva ovviamente mancare iOS 6, il nuovo aggiornamento per iPad e iPhone in arrivo in Autunno

Scritto da Gabriele Coronica il 21/06/12 | Pubblicata in Apple | Archivio 2012

 

I dirigenti della casa di Cupertino hanno presentato nel corso della conferenza stampa WWDC 2012 di San Francisco moltissime novità hardware e software, e tra queste non poteva ovviamente mancare iOS 6, il nuovo aggiornamento per iPad e iPhone in arrivo in Autunno.

Ma quali sono le novità di iOS 6 che sono passate in secondo piano? Prima di tutto possiamo citare la funzione VIP, una sorta di elenco dei contatti preferiti:

"Con quest’ultimo termine, Apple intende quella ristretta cerchia di contatti -membri della famiglia, capufficio etc.- che ci interessano più degli altri e che quindi vanno trattati in modo diverso. Per designare un VIP è sufficiente fare clic sulla stella alla sinistra del nome nell’anteprima del messaggio."

Un'altra novità che non è stata citata durante il keynote è la possibilità di disattivare il Bluetooth in maniera immediata tramite un interruttore virtuale posto vicino a quello del Wi-Fi.

Non mancano poi il cambiamento di colore della Barra di stato in base all'applicazione in esecuzione, il supporto al geo-fencing per l'app "Trova i miei amici", nuove Emoticon e miglioramenti nell'interfaccia e uso dell'App Store.

Apple iOS 6: i gestori potrebbero bloccare le videochiamate via Facetime

 
Nel corso della conferenza stampa WWDC 2012 di San Francisco, i dirigenti della casa di Cupertino hanno svelato moltissime novità, sia hardware che software. Tra queste, non poteva ovviamente mancare iOS 6, il nuovo aggiornamento del sistema operativo mobile in arrivo in autunno.
 
Una delle novità più importanti è senza dubbio il supporto dell'applicazione Facetime alla connettività 3G, oltre a quella senza fili Wifi. Non è stata una sorpresa, visto che lo scomparso Steve Jobs l'aveva già anticipato molto tempo fa, ma fa piacere sapere che alla fine si potranno effettuare videochiamate in perfetta mobilità.
Purtroppo però i gestori telefonici potrebbero decidere di bloccare le sessioni di Facetime via 3G, un po' come successo in passato con l'app di Skype, obbligando gli utenti ad abbonarsi a dei servizi extra.
 
 
 Questo è quanto scrive il sito MarketWatch a riguardo:

"I gestori che offrono iPhone non vogliono rilasciare commenti su propri piani riguardo Facetime sui loro network, ma un portavoce AT&T ha affermato che la società “sta lavorando gomito a gomito con Apple sulle funzionalità di iOS 6, e maggiori informazioni saranno diffuse ai clienti in prossimità del momento del lancio."

Apple iOS 6: Siri sale a bordo delle auto GM Chevy Spark e Sonic

Nel corso della conferenza stampa WWDC 2012 di San Francisco, Scott Forstall di Apple ha svelato ai giornalisti presenti le varie novità incluse nell'aggiornamento del sistema operativo iOS 6, disponibile per i vari modelli di iPhone e iPad a partire dal prossimo autunno.

Una delle funzionalità inedite presenti all'interno del nuovo iOS è Eyes Free, ovvero la tecnologia che permette ai costruttori di automobili di far avviare il software di riconoscimento vocale avanzato Siri attraverso la pressione di un determinato pulsante sul volante.

Ci vorrà ancora un bel po' di tempo prima di vedere questa novità dal vivo, ma è già stato confermato che le prime vetture ad essere "Siri-ready" saranno leChevy Spark e Sonic della General Motors.

Apple iOS 6: nuove regole della privacy simili a Windows 7

Con il futuro aggiornamento del sistema operativo iOS 6, Apple porterà diverse novità importanti nei vari modelli di iPhone e iPad, in primis l'addio del database delle mappe di Google Maps in favore di quelle di Tom Tom, OpenStreet Maps e Bing.

Una novità passata un po' in secondo piano è il cambio di gestione dei permessi privacy dell'utente. In parole povere, iOS 6 somiglierà molto di più a Windows Vista e Windows 7, con finestre di avvisi e permessi che appaiono non appena vogliamo installare o modificare qualcosa.

Questo è quanto scrivono i colleghi del sito MacWorld a riguardo:

"Per quanto ne so, UAC è una tecnologia solida che fa esattamente ciò per cui è stata progettata. Nel mio modo di vederla, la pubblicità negativa e la reazione avversa ad UAC sono state causate soprattutto dal fallimento del marketing e delle pubbliche relazioni di Microsoft, piuttosto che da reali problemi."

"Il problema di UAC è che rischia di essere opprimente, almeno dalla prospettiva dell’utente medio. La gente sarà inondata da popup di avvisi e da finestre di dialogo che chiedono continuamente il permesso per tutto. Non sapendone abbastanza per determinare se un’attività è legittima o meno, finiscono con l’accettare tutte le richieste."
Sarà una cosa positiva o negativa? Come al solito, solo il tempo potrà dirlo.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?