Apple vs Samsung, resoconto del processo

 

La battaglia in tribunale di San Jose, California, che vede coinvolte i due colossi della tecnologia Samsung e Apple, è cominciata

Scritto da Maurizio Giaretta il 02/08/12 | Pubblicata in Apple | Archivio 2012

 

La battaglia in tribunale di San Jose, California, che vede coinvolte i due colossi della tecnologia Samsung e Apple, è cominciata. Quest'ultima chiede un imponente risarcimento danni di alcuni miliardi di dollari.

Tutto parte dalla società di Cupertino, che accusa la rivale di essersi limitata a copiare il design (e il successo) di iPhone e di iPad.

La giuria del processo è stata definita lunedì 30 Luglio. Il giorno successivo Charles Verhoeven, rappresentante legale della società coreana, ha asserito che che negli ultimi anni c'è stata una forte innovazione tecnologica, tramite la quale tutti i produttori si sono indirizzati verso schermi più grandi. Nessuno fa ritorno agli schermi piccoli. Questo cambiamento "non è solo di Samsung, ma dell'intera industria".

"Apple non ha inventato il rettangolo"

Il giudice interpretato da Dan Aykroyd nel film "Nient'altro che Guai"


Verhoeven ha ammesso che iPhone sia stato un'ispirazione, visto l'enorme successo che ha riscontrato. L'avvocato poi ha sottolineato che "Apple non ha inventato il rettangolo" in quanto "esisteva già".

Poi è stato il turno di Christopher Stringer, designer industriale che lavora in Apple da 17 anni. Stringer ha spiegato che il lavoro del suo team è quello di "immaginare prodotti che non esistono e di portarli alla luce".

Steve Jobs non era convinto del successo del primo iPhone

Il lavoro che viene fatto è enorme; si consideri che per ogni singola componente vengono realizzate fino a 50 varianti. Con iPhone l'idea era quella di costruire "un nuovo, originale e splendido oggetto". Si apprende anche che Steve Jobs non era convinto del suo successo.

Samsung successivamente, a conferma dell'alto livello mediatico del processo, ha inoltrato alla stampa l'immagine di alcuni telefoni (vedi sopra) predecessori di iPhone, facendo irritare il giudice Lucy Koh.

Un altro aspetto interessante è che durante i primi giorni, sempre per mano del testimone-designer Christopher Stringer (John Ive non è stato incluso nella lista dei testimoni) sono stati mostrati circa 40 prototipi di iPhone e di iPad.

Nuovi prototipi di iPhone dal processo Apple vs Samsung

 
Dopo aver fatto un resoconto del processo che attualmente vede in aula Apple Samsung in un tribunale californiano, veniamo a uno degli aspetti che puo' interessarci maggiormente di questa disputa legale: le immagini dei prototipi di Apple iPhone.
In seguito diverse sentenze e altrettanti ricorsi da parte di Samsung è diventato chiaro che la posizione della coreana è che non ha copiato l'iPhone e che, anche se puo' aver usato qualche tecnologia brevettata da Apple (come il touchscreen), è Apple che sta violando molti piu' importanti brevetti detenuti da Samsung (come la connettività 3G).

Charles Verhoeven, avvocato di Samsung, ha dichiarato che non è stata Apple ad inventare la forma rettangolare con angoli arrotondati, dichiarando anche: "Samsung non è una copista, sta solo facendo delle imitazioni".
Christopher Stringer, designer veterano della Apple dal 1995, fu il primo a salire sul banco come testimone della società. Mentre esponeva la propria testimonianza, ha rivelato un sacco di progetti di iPhone che fino ad oggi non erano mai stati svelati.
Fortunatamente i colleghi di TheVerge sono venuti in possesso delle nuove immagini dei prototipi di iPhone, che potete vedere in questa pagina. Nel frattempo, il processo continua oggi con le testimonianze di Phil Schiller, Senior Vice President Marketing di Apple, e Scott Forstall, Senior Vice President del software iOS di Apple.
immagini dei prototipi di Apple iPhone
immagini dei prototipi di Apple iPhone
immagini dei prototipi di Apple iPhone
immagini dei prototipi di Apple iPhone
 
Apple vs Samsung: primo prototipo di iPad scartato dalle prove
 
Uno dei primi prototipi di iPad non sarà utilizzato come prova nel processo tra Apple Samsung, pur essendo stato mostrato ai giurati. In una precedente sentenza, il giudice distrettuale Lucy Koh ha detto che Samsung non poteva usare la tavoletta, affiorata assieme a diverse nuove prove il mese scorso, per sottolineare le differenze rispetto al design di iPad brevettato da Apple e quello effettivamente distribuito sul mercato.
Il disegno che Apple ha depositato presso la US Patent and Trademark allegato al brevetto numero 889, ieri nuovamente al centro del caso tra i due colossi tecnologici, raffigura un tablet piuttosto rettangolare. Finora Apple dice che il design è lo stesso di iPad 2, al di là di alcune piccole differenze - come gli angoli arrotondati, il corpo posteriore unibody - applicate anche alla prima generazione iPad.
Nella documentazione processuale Samsung ha sostenuto che le differenze sono molto piu' ampie di quando Apple non dichiari. Secondo la coreana, il primo prototipo di iPad, soprannominato 035, è molto piu' spesso e con il rivestimento posteriore in plastica. Caratteristiche non presenti nell'iPad di seconda generazione.
Apple vs Samsung
Nonostante la decisione del giudice distrettuale Koh, ieri gli avvocati di Samsung hanno portato ancora una volta il prototipo 035 davanti al tavolo dei giurati come prova. Apple per questo gesto si è offesa, definendolo un "agguato" durante la parte finale della testimonianza del designer Peter Bressler, ex presidente della Industrial Designers Society.
Il processo continua domani, con la testimonianza del primo progettista di Apple Susan Kare, che è forse più noto per la creazione della prima serie di icone per il primo Mac.
 
Apple vs Samsung: TouchWiz copia le icone iOS
 
Una delle migliori cose della battaglia legale tra Apple contro Samsung è che spesso ci vengono svelate un sacco di informazioni interessanti e mai rese pubbliche. 
L'ultimo documento trapelato dal processo lo scorso Lunedi non mostra qualcosa di nuovo ma afferma ciò che abbiamo già visto in passato: Samsung si è ispirata alla piattaformaiOS di Apple per l'interfaccia utente TouchWiz.
Le immagini qui sotto confrontano le icone della piattaforma iOS di Apple con le diverse versioni delle icone che Samsung ha utilizzato nei suoi dispositivi che fanno uso di TouchWiz in combinazione con Android. Come potete vedere, le somiglianze sono impressionanti.
Samsung certamente ha i migliori avvocati che stanno cercando di proteggere la società, ma sarà difficile negare l'evidenza.
Apple icone iOS TouchWiz Samsung
Apple icone iOS TouchWiz Samsung
Apple icone iOS TouchWiz Samsung
 
Apple vs Samsung: le somiglianze sono piu' di una coincidenza
 
Al processo che vede conivolte Apple e Samsung, ieri è stata chiamata a testimoniare a favore della società di Cupertino Susan Kare, una designer esperta che fin dai primi giorni è stata membro del team di sviluppo del Macintosh.
La signora Kare ha affermato che il design di alcuni telefonini Samsung (per la precisione undici) è così simile a quello di iPhone che gli utenti si possono confondere. Durante la deposizione ha ammesso di essersi confusa lei stessa, scambiando inizialmente un telefono per l'altro.
"Le somiglianze che ho notato hanno a che fare con la disposizione a griglia, le linee da quattro icone ciascuna, l'insieme di colori e la forma quadrata con angoli smussati delle icone stesse. [...] Secondo la mia opinione le grafiche possono generare confusione".
"Secondo me queste somiglianze... da telefono a telefono... sono più che coincidenze"
Ha raccontato un aneddoto capitatole durante un incontro sostenuto prima della deposizione. "C'era una tavola con molti telefoni. Ho preso un iPhone per fare il punto della situazione sulla grafica, ma solo poco dopo mi sono accorta che in mano avevo un Samsung [...] Io stessa mi sono confusa".
Le è stato fatto notare successivamente dalla difesa di Samsung che i telefonini della società coreana si caratterizzano dalla schermata di avvio, che mostra chiaramente il logo "Samsung" assieme a una breve animazione. Gli avvocati poi hanno sottolineato che alcune icone sono universali, mentre non tutte le altre sono somiglianti tra loro.
La designer si è mostrata d'accordo con queste affermazioni, tuttavia ha sottolineato che le somiglianze tra i design dei telefoni ci sono e che sono sostanziali. "Mi sembra che Samsung abbia usato il design di iPhone come una guida".
 
Apple vs Samsung: telefoni Galaxy 'migliori' se piu' simili a iPhone
 
Dopo le recenti affermazioni della designer Susan Kare, nota per aver realizzato le icone originali del primo Macintosh di Apple e del gioco Solitario di Microsoft, arrivano nuove prove nel processo Apple contro Samsung, che si sta svolgendo in questi giorni in California.
I legali della società di Cupertino hanno portato al giudice Lucy Koh dei documenti di archivio. Si tratta di un file PDF di 132 pagine, risalente a Marzo 2010, che mette in confronto diretto Galaxy S (i9000) e iPhone. Il documento, redatto dagli ingegneri della rivale coreana, è ricco di raccomandazioni in sede di progettazione degli smartphone futuri.

Nella prima immagine estratta dal documento, si nota che viene chiaramente preso come esempio il design di iPhone e, a piè di pagina, si leggono i consigli su come migliorare (rendendoli più simili a iPhone?) i prossimi smartphone Galaxy. La seconda mette a confronto caratteristiche durante la digitazione dei messaggi.
Non si tratta di prove schiaccianti, considerato il fatto che in fase di progettazione qualsiasi ingegnere farebbe bene a confrontare il proprio prodotto con un altro di successo, in modo da poterlo migliorare.
Per leggere tutto il PDF, consigliamo di dare uno sguardo a questo indirizzo.
Le dichiarazioni di Susan Kare - La designer aveva affermato che l'interfaccia grafica di iPhone e di undici modelli Samsung è così simile da confondere. "Secondo me queste somiglianze... da telefono a telefono... sono più che coincidenze. Mi sembra che Samsung abbia usato il design di iPhone come una guida".
 

Apple e Samsung costrette al 'faccia a faccia' dal giudice

 
Il giudice federale che presiede il processo per la violazione dei brevetti di Apple Samsung ha sorpreso gli avvocati di entrambi e le società, ai quali è stato ordinato di incontrarsi di persona per discutere su come istruire la giuria ed evitare continue ed inutili perdite di tempo.

 
"La Corte è delusa dai rispettivi comportamenti delle parti accusando la concorrente di ostacolare il processo di istruzione della giuria." è quanto ha dichiarato il giudice distrettuale Lucy Koh. "Invito entrambe le parti a riunirsi e discutere di persona per stabilire le linee guida per il prosieguo della disputa legale già per il prossimo incontro previsto per lunedi 13 Agosto 2012 alle 8 del mattino".
 
L'ordine arriva dopo che le due società si sono continuamente accusate a vicenda di ostacolare il processo d'istruzione della giuria. FossPatents riferisce che un deposito di Apple in ritardo ha sostenuto che "anche se abbiamo cercato diligentemente di far avanzare il processo, Samsung ha ostacolato i nostri sforzi". Samsung ha risposto dicendo che aveva "già accettato più di venti istruzioni proposte da Apple e di aver già riveduto altre istruzioni nella speranza di trovare un compromesso che vada bene ad entrambe le parti."
 
Apple Samsung
 
CNET ha contattato Apple e Samsung per un commento, ma al momento nessuna società si è lasciata a dichiarazioni pubbliche.
In attesa di nuove informazioni vi lascio con una curiosità piuttosto assurda: Apple è arrivata al punto di chiedere al giudice di impedire ai giurati di vedere il logo Samsung nelle attrezzature video disposte in aula per evitare di impressionare i giurati e in qualche maniera favorire l'azienda stessa dal giudice.

Designer Apple confonde il Samsung Galaxy con l'iPhone

 
Nella recente udienza in Tribunale nella causa legale contro Apple, il responsabile della divisione Mobile di SamsungJK Shin, si è lasciato sfuggire un particolare di troppo, ovvero che la sua azienda qualche anno fa si trovava in una crisi di design:
 
"I numeri più influenti al di fuori della società ruotano tutti attorno ad iPhone, e ci dicono che “Samsung si sta appisolando.” Per tutto questo tempo abbiamo rivolto la nostra attenzione a Nokia, e concentrato i nostri sforzi su cose come Folder, Bar e Slide."
"Eppure quando confrontiamo la nostra esperienza utente con un competitor inatteso come l’iPhone di Apple, la differenza è davvero dalla notte al giorno. Era una crisi di design."
 

 
L'ultima frase è stata sfruttata dagli avvocati della Mela per difendere la propria posizione, continuando con l'accusa che Samsung ha copiato spudoratamente i design dell'iPhone e dell'iPad.
 
Come se non bastasse, la deposizione di Susan Kare (designer grafico della casa di Cupertino) ha dato una valutazione molto negativa sui dispositivi dell'azienda sud coreana:
"È mia opinione che l’insieme delle funzioni grafiche che determinano l’impatto visivo possa risultare disorientante per il consumatore. In parte mi baso sulla mia analisi visiva. In parte per via di un ricordo che ho allo studio legale al quale sono stata convocata in qualità di responsabile esperto per il caso."
 
"C’era un grosso tavolo da conferenze con molti telefoni sopra; potevo vedere gli schermi di tutti e, dopo aver afferrato un iPhone per spiegare un concetto dell’interfaccia grafica, mi sono resa conto di tenere in mano un telefono Samsung. Mi ritengo solitamente molto ferrata in materia grafica, eppure ho confuso l’uno per l’altro."
 

Apple vs Samsung: giudice chiede all'avvocato se fuma crack

 
Gli animi traboccano ancora una volta dell'aula del tribunale di San Francisco dove Apple Samsung continuano la loro "guerra dei brevetti". Nell'ultima convocazione, il giudice in aula ha urlato contro l'accusa (Apple) mentre cercava di prenotare un numero considerevole di testimoni nel giro di poche ore.  
 
L'azienda di Cupertino ha infatti presentato 75 pagine di obiezioni alle testimonianze di Samsung, chiedendo la deposizione di altri 22 testimoni. Il tutto a meno di 25 ore dalla chiusura del processo.
 
"Non ho intenzione di prendere in esame 75 pagine di briefing per le persone che non potranno testimoniare" ha urlato il giudice distrettuale Lucy Koh all'avvocato di Apple, Bill Lee.  "Voglio dire, andiamo. 75 pagine! 75 pagine, tu vuoi che io riesamini 75 pagine."
 
Apple vs Samsung
 
Per quanto riguarda i 22 nuovi testimoni, il giudice si è espresso cosi': "A meno che non stai fumando crack, sai che tutti questi testimoni non possono essere convocati quando si hanno meno di quattro ore ", ha detto Koh. "Vostro onore, vi posso assicurare, non sto fumando crack", Lee ha risposto al giudice.
 
Apple vs Samsung
 
Al tempo della confusione in aula, entrambe le società avevano solamente 25 ore per per le testimonianze conclusive, prima della sentenza finale, attesa per domani, sabato 18 agosto.
 

Apple vs Samsung: nessuno accordo, domani la prima sentenza

 
L'ultimo tentativo di raggiungere un accordo tra i due colossi Apple Samsung davanti al giudice non ha portato ad alcun risultato. E intanto i legali delle due società si preparano alle dispute finali, attese nelle prossime ore in aula.
 
La prima sentenza è attesa per domani, mercoledi 22 agosto, giorno in cui la giuria avrà il compito di esprimere il proprio parere dopo aver preso visione del documento composto di 100 pagine che contiene le principali acc

use di Apple e Samsung tra l'una e l’altra e un documento di 22 pagine dove ciascun giurato ha il compito di esprimere il proprio giudizio sui singoli brevetti oggetto di giudizio.
Nel frattempo, il giudice Lucy Koh teme per la decisione della giuria. Apple e Samsung si sono affidate ad esperti alto pagati per accusarsi a vicenda, ma come potrà una giuria di americani di medio livello prendere una decisione che costerà ai colossi diversi milioni di dollari?
"Sono preoccupata. Potremmo avere una giuria seriamente confusa in questo caso", ha detto il giudice Koh al consulente legale di entrambe le società. 
 
Apple vs Samsung
 
Ed è proprio per questo che il giudice ha chiesto agli amministratori delegati di entrambe le parti di prendere un accordo comune, che potesse comprendere una soddisfazione economica giusta per il danno subito. Tim Cook Kwon Oh Hyun, rispettivamente CEO di Apple e Samsung, hanno cercato quindi di arrivare ad un accordo in un incontro durato piu' di 11 ore. Il risultato, come era prevedibile, è stato carta bianca: nessun accordo è stato preso.
Non ci resta che attendere nelle prossime ore la prima sentenza del caso Apple vs Samsung.
 

Apple vs Samsung: il giorno del giudizio

 
Oggi è il giorno del giudizio per Apple Samsung: il processo del secolo tra i due colossi tecnologici, svoltosi a San José, in California, sta per avere una prima sentenza. Le due società hanno avuto due ore ciascuna per riassumere il caso ai giurati che sono oggi chiamati ad emettere il verdetto.
 
L'azienda di Cupertino e la sudcoreana Samsung non sono riuscite a trovare un accordo e, senza un'intesa, la parola finale spetta alla giuria. Oltre al risarcimento in denaro, Apple chiede a Samsung di ritirare alcuni dei suoi smartphone e tablet  piu' famosi dal mercato statunitense, in quanto violerebbero brevetti Apple. 
 
Nonostante il giudice Lucy Koh ha cercato in ogni modo di portare i due CEO Tim Cook e Know Oh-Hyun ad un accordo, questo non si è verificato. "Vedo rischi per ambedue le parti. E' il momento della pace", ha detto Koh.
 
Apple vs Samsung
 
Le accuse - Apple ha portato in aula Samsung accusando la coreana di aver copiato sia iPad e che iPhone, chiedendo un risarcimento danni in denaro dai 2,5 ai 2,75 miliardi di dollari, oltre all'immediato stop delle vendite dei dispositivi incriminati sul territorio americano.
 
La giuria - le sorti della sentenza sono in mano a nove uomini e una donna, dopo che hanno seguito in aula il processo durato oltre tre settimane nel quale hanno testimoniato dagli esperti di tecnologia e brevetti agli amministratori di entrambe le parti.
 
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?