iOS 6: Apple Maps deludenti, ecco i nuovi aggiornamenti e integrazione Google Maps

 

Con l'aggiornamento al software iOS 6, disponibile da ieri sera per i telefonini e i tablet Apple più recenti, sono arrivate numerose modifiche

Scritto da Maurizio Giaretta il 20/09/12 | Pubblicata in Apple | Archivio 2012

 

Con l'aggiornamento al software iOS 6, disponibile da ieri sera per i telefonini e i tablet Apple più recenti, sono arrivate numerose modifiche. L'applicazione nativa di Google Maps è stata sostituita con la nuova soluzione Mappe 'fatta in casa' dalla società di Cupertino.

Gli utenti di tutto il mondo hanno cominciato a segnalare problemi di visualizzazione. Da New York la statua della Libertà è sparita - o quasi - , il ponte di Brooklin sembra essersi deformato, così come altre diverse zone del pianeta. E non è finita qui. A peggiorare la situazione arriva anche la mancanza di una funzione come Street View.


"Mappe" è un prodotto non all'altezza della fama di Apple. Evidentemente le intenzioni di fare concorrenza alla società di Mountain View hanno prevalso, ma il risultato ha portato alla pubblicazione di un'applicazione non ancora pronta. Un autogol.

La strategia di sfidare Google anche in ambito di cartografia digitale, almeno per il prossimo futuro, sembra proprio che non porterà i benefici desiderati. Il database delle mappe di Google è ricco di informazioni, cosa che evidentemente manca ancora al nuovo software di Cupertino.

Ecco un esempio di come, nella serrata concorrenza aziendale, possa capitare che siano i consumatori finali a rimetterci. Forse per la prima volta ci si rende davvero conto della completezza e dell'alto livello di dettaglio delle mappe di Google.

Fortunatamente una soluzione esiste: basta collegarsi all'App Store e procedere al download di Google Maps.

Mappe è la nuova applicazione nativa di iOS 6 che, con il recentissimo aggiornamento, ha preso il posto di Google Maps. Gli utenti che hanno installato il nuovo software sui propri dispositivi non hanno perso tempo, segnalando che le immagini di alcuni lughi sono quasi irriconoscibili.

La notizia indirettamente si traduce in una vittoria per Google, che attualmente offre un softwre di navigazione più collaudato, dettagliato, ricco di informazioni e di funzionalità.
Una conferma del gradimento che Google Maps continua a riscuotere nonostante non sia più un'applicazione nativa di iOS arriva dal direttore delle vendite per il Regno Unito del colosso dei motori di ricerca.
 
In un'intervista a Bloomberg TV, Dan Cobley ha parlato dell'esclusione da iOS 6, sottolineando che Google Maps è ancora molto usata, anche in seguito all'aggiornamento.
Infatti l'app è utilizzabile tutt'oggi collegandosi al sito web. Non la si può ottenere scaricandola dall'App Store: sembra che Apple non abbia proprio intenzione di dar spazio alla concorrenza sui propri dispositivi. In tal riguardo, ecco la dichiarazione di Google:
"Crediamo che Google Maps sia il servizio più completo, accurato e di facile utilizzo al mondo. Il nostro obbiettivo è di renderlo disponibile per chiunque, indipendentemente dal dispositivo, dal browser o dal sistema operativo".

Apple iOS 6: l'app Mappe consuma pochi dati
 
Le nuove Mappe incluse nell'aggiornamento del sistema operativo iOS 6 sono al centro di numerose polemiche negli ultimi giorni a causa degli errori di geolocalizzazione e di visualizzazione degli oggetti 3D.
 
In mezzo a tutti questi problemi c'è comunque una cosa positiva, ovvero che le mappe vettoriali sviluppate dai tecnici della casa di Cupertino son circa cinque volte più leggere rispetto a quelle di Google Maps.
 
C'è da sottolineare però che questo risparmio in termini di dimensioni è legato essenzialmente alla scarsità di informazioni presenti sulle mappe della Mela, e sinceramente è meglio qualche dato in più, piuttosto che una localizzazione GPS incompleta.

Apple iOS 6, primi miglioramenti nell'app Mappe

 
Dopo le moltissime critiche, l'applicazione Mappe di iOS 6 sta cominciando a migliorare. Il lavoro da fare è molto, ma, da quanto si può vedere, almeno negli Stati Uniti sono state corrette le immagini distorte relative ai luoghi più popolari come la Statua della Libertà e il ponte di Brooklin.
 
La società di Cupertino, che sta lavorando "senza stop fino a quando non vengano raggiunti standard incredibilmente alti", sta mettendo le pezze nella visualizzazione delle mappe Flyover 3D e nelle immagini in generale.
 
 

 
3D Flyover è proprio una delle caratteristiche sulla quale Apple aveva fatto leva per impressionare gli utenti e i giornalisti durante il lancio di iPhone 5. Flyover combina immagini con elementi vettoriali, pertanto consente un notevole risparmio in termini di memoria usata.
In alcuni dispositivi le nuove visualizzazioni non vengono mostrate a causa della memorizzazione di dati (cache di sistema) vecchi, che a breve saranno sostituiti.
 

 
La scorsa settimana Tim Cook, CEO di Apple, si era scusato pubblicamente per i disagi provocati dalla nuova app Mappe, arrivando addirittura a consigliare di usare soluzioni di altri sviluppatori. Google Maps, che nei dispositivi iOS con versioni precedenti alla 6 era un'applicazione nativa, ora non può essere più scaricata, nemmeno dall'App Store.
 

Le Mappe di iOS 6 sono state un'idea di Steve Jobs

 
Un recente articolo pubblicato dall'autorevole testata Businessweek e dedicato alla vita di Steve Jobs ha svelato come l'applicazione Mappe presente all'interno del nuovo sistema operativo iOS 6 sia stata proprio un'idea del carismatico co-fondatore di Apple.
 
L'ex CEO della Mela voleva eliminare ogni dipendenza da Google dai suoi dispositivi portatili, ovvero iPhoneiPad e iPod Touch, a causa della questione dei brevetti e del fatto che il sistema Android veniva visto come una copia di iOS, tanto da definirlo un "prodotto rubato":
 
"Gli insider del mondo Apple affermano che, a dare inizio al progetto di mappe, sia stato Jobs stesso; ha creato un team segreto al terzo piano del secondo palazzo nel Campus Apple per rimpiazzare Google Maps su iPhone, e vi ha posto Forstall a capo."
 

 
"In punto di morte, Jobs era arrivato a detestare Google: sentiva che stavano attingendo a piene mani dall’iPhone senza tuttavia preoccuparsi di creare una versione di Google Maps per iOS che consentisse la navigazione vocale turn-by-turn. Jobs discuteva anche della possibilità di rimuovere la ricerca di Google dall’iPhone, ma ha compreso che i clienti avrebbero rifiutato una mossa simile, raccontano due ex dirigenti Apple."
 

Apple chiede aiuto ai suoi dipendenti per l'app Mappe di iOS 6

 
Il problema dell'applicazione Mappe di iOS 6 ormai è stato ironicamente chiamato "MapGate" in tutto il web e, stando a quanto svelato dai colleghi del sito MacRumors, la casa di Cupertino avrebbe iniziato a chiedere aiuto ai dipendenti dei vari Apple Store di tutto il mondo:
 
"Diverse fonti hanno indicato che gli store aderenti all’iniziativa dedicheranno 40 ore-lavoro settimanali da distribuire tra gli impiegati che dovranno quindi esaminare i dati delle mappe di Apple nella propria zona e inviare correzioni e migliorie."
"Non si sa esattamente che procedure verranno utilizzate per esaminare i dati, se per esempio ci sarà una comparazione strada per strada con Google Maps oppure se con tecnologie più sofisticate come la verifica personale."
 

 
"La nostra fonte ci ha segnalato che un team di dieci impiegati parteciperà al programma in uno store, ma solo uno di essi sarà insignito del ruolo di “experto in materia;” costui si dedicherà alla supervisione dopo un’adeguata formazione. Pare che i cambiamenti alle mappe saranno inviati attraverso un portale interno creato ad hoc sui sistemi Apple."
Ricordiamo che l'app Mappe ha così tanti problemi perchè non è più basata sul ricco database di Google Maps, bensì su quello di Open Street Maps.
 

Google, in arrivo l'app Mappe per iOS 6

 
Google sta lavorando alla realizzazione dell'applicazione Mappe per iOS. Nel frattempo sotto la guida di Eddy Cue prosegue il lavoro di miglioramento dell'analogo software firmato Scott Forstall che ha fatto l'esordio in iOS 6.
 
Secondo quanto riporta il The Wall Street Journalla società di Mountain View ha distribuito la versione di prova dell'app ad alcune societàSiamo ai ritocchi finali e, terminato il periodo di test, ci sarà l'approdo effettivo sull'App Store. Non è stata, comunque, specificata la data (molto probabilmente Dicembre).
Tutti coloro che non sono soddisfatti di Maps su iOS 6 saranno accontentati. La nuova app 'made in Apple' a Settembre aveva sostituito proprio la storica Google Maps. Dopo pochi giorni le lamentele erano tantissime, a causa del servizio inadeguato che Apple aveva insolitamente consegnato ai propri utenti.
 

Apple, licenziato il responsabile Mappe di iOS 6

 
Le Mappe di iOS 6 mietono un'altra vittima. Dopo il rimpasto del CdA (il più grande negli ultimi dieci anni) deciso da Tim Cook, nel quale era stato sollevato dall'incarico il padre di iOS, Scott Forstall, è stato licenziato Richard Williamson, il dirigente responsabile dell'applicazione.
La notizia non è ufficiale, tuttavia è stata riportata ieri da Bloomberg citando "fonti familiari con la questione". A Williamson è stato dato il benservito da Eddy Cue, il vicepresidente Apple che ha preso il posto di Scott Forstall.
 

 
"Dopo aver sollevato dall'incarico Williamson, Cue intende formare una nuova leadership nel gruppo" si legge nell'articolo. Inoltre "Non è ancora stato nominato il successore di Williamson"
 
Il nuovo dirigente sta anche cercando consiglio da esperti di tecnologie cartografiche al di fuori di Apple e, inoltre, sta facendo pressione sul partner TomTom per sistemare i punti di interesse e i dati cartografici.
 
Nel recente rimpasto, assieme a Scott Forstall è stato sollevato dall'incarico anche John Browett, il responsabile del coordinamento degli Apple Store. Sono stati conferiti maggiori incarichi a Bob Mansfield, Eddy Cue e a Craig Federighi. Jony Ive è stato nominato membro del CdA e inoltre gli è stato assegnato il compito di supervisionare il design hardware e software di tutti i prodotti della Mela.
Recentemente nell'App Store ha fatto il debutto Here Maps, una valida alternavita alle mappe di iOS 6. Ed è in arrivo anche l'app Google Maps.
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?