Apple obbligata a pubblicare che Samsung non ha copiato

 

In base a un'ingiunzione dello scorso Luglio Apple ha pubblicato un comunicato stampa recitando testualmente che i Galaxy Tab di Samsung non infrangono i diritti d'autore

Scritto da Maurizio Giaretta il 27/10/12 | Pubblicata in Apple | Archivio 2012

 

In base a un'ingiunzione dello scorso Luglio Apple ha pubblicato un comunicato stampa recitando testualmente che i Galaxy Tab di Samsung non infrangono i diritti d'autore.

La società di Cupertino tuttavia non si è limitata a pubblicare il comunicato stampa e basta: solo coloro che hanno le capacità e la fortuna di riuscirlo a trovare nell'archivio comunicati, scoprono che sono stati anche riportate alcune affermazioni del giudice, secondo le quali sostanzialmente "non sono così cool" come la famiglia iPad.

Tutto termina con l'osservazione che quella inglese è una sentenza anomala, in quanto in tutta Europa e negli Stati Uniti non v'è giudice che abbia preso la stessa decisione.

"In merito allo stesso brevetto, in Germania il tribunale ha sottolineato che Samsung ha copiato il design di iPad. Una giuria degli Stati Uniti inoltre ha trovato Samsung colpevole di plagio, premiando Apple stessa con un risarcimento pari a 1 miliardo di dollari".

"Dunque, mentre la corte del Regno Unito non ha ritenuto Samsung colpevole, altre hanno riconosciuto che Samsung, nella progettazione dei tablet Galaxy, ha ostinatamente copiato il più popolare iPad".

Apple obbligata a riscusarsi con Samsung entro domani

La scorsa settimana Apple, accondiscendendo a una richiesta del giudice risalente ancora allo scorso Luglio, aveva pubblicato una lettera sul proprio sito (versione del Regno Unito) indicando che "Samsung non ha copiato" i suoi prodotti.
 
Non si era tuttavia limitata a usare un semplice giro di parole, anzi: il comunicato era stato infarcito di osservazioni atte a svilire i prodotti della società rivale. Inoltre sottolineava l'unicità della decisione del tribunale inglese, che era stata diversa da quella di tutti gli altri paesi.
 
 
Facciamo un riassunto della situazione: la società di Cupertino aveva fatto causa a Samsung per avere copiato con la linea di prodotti Galaxy Tab il design di iPad. Il giudice tuttavia non aveva riscontrato regolarità e aveva obbligato la Mela a pubblicare delle scuse in via ufficiale.
 
Apple dovrà scusarsi per il comunicato di scuse

La corte d'appello inglese, che evidentemente non si è sentita molto lusingata da questo comportamento, ieri ha sancito l'obbligo per Apple di cancellare il comunicato entro 24 ore (cioè entro oggi) e di pubblicarne un altro entro domani.
"E' una sconfitta il fatto che una società come Apple abbia fatto ciò. E' un'evidente inadempienza dell'ingiunzione" ha affermato il giudice Robin Jacob. La società di Cupertino ha richiesto 14 giorni anzichè 48 ore per pubblicare il comunicato. La richiesta è stata negata.
 
Apple vs Samsung: Apple cambia la homepage del sito UK

Proprio come la Corte del Regno Unito ha ordinato all'azienda di Cupertino, Apple ha ora messo una dichiarazione corretta sul fondo della sua home page del sito del Regno Unito contenente l'affermazione di non aver ha rispettato l'ordine che il giudice aveva emesso.
 
Nel testo, scritto con caratteri a 11pt, c'è anche un link che porta alla nuova pagina, in cui Apple dichiara che il Samsung Galaxy Tab 10.1, il Samsung Galaxy Tab 8.9 ed ilSamsung Galaxy Tab 7,7 non hanno violato i brevetti di Apple.
 
Questa volta, senza alcun giro di parole come accaduto per il precedente comunicato, l'azienda ha pubblicato un testo riconoscendo la decisione della Corte britannica, senza ricordare che i tribunali di Germania e USA si sono schierati con Apple.
 
Apple uk sentenza homepage
 
Secondo la sentenza della Corte del Regno Unito, il testo dovrebbe rimanere sulla homepage di Apple UK per 14 giorni. L'azienda di Cupertino è, inoltre, tenuta a pubblicare lo stesso testo riportato nel sito su tutte le pubblicità dei propri prodotti su giornali e riviste del Regno Unito.
Questo il testo tradotto in italiano:
"Il 25 ottobre 2012, Apple Inc. ha pubblicato una dichiarazione sul suo sito web del Regno Unito in relazione ai tablet Galaxy di Samsung. Tale dichiarazione non era corretta e non ha rispettato l'ordinanza della Corte d'Appello di Inghilterra e Galles. L'istruzione corretta è nella pagina sentenza Samsung / Apple UK."
E questo è il contenuto della pagina con la sentenza aggiornata:
Il 9 luglio 2012 la Corte di Giustizia di Inghilterra e Galles ha stabilito che i computer tablet Samsung Galaxy (UK) Limited Computer Tablet (UK), cioè il Galaxy Tab 10.1, Tab 8.9 e Tab 7,7 non violano il brevetto registrato da Apple sul design, Nr. 0000181607-0001. Una copia del testo integrale della sentenza è disponibile qui: www.bailii.org/ew/cases/EWHC/Patents/2012/1882.html.
Tale sentenza ha effetto in tutta l'Unione europea ed è stata confermata dalla Corte d'Appello di Inghilterra e Galles il 18 ottobre 2012. Una copia della sentenza della Corte di Appello è disponibile su: www.bailii.org/ew/cases/EWCA/Civ/2012/1339.html.
Non vi è alcuna ingiunzione nei confronti del disegno o modello comunitario registrato in vigore in tutta Europa.

Apple deve pagare a Samsung le spese delle cause UK
 
Apple ha appena subito un'altra battuta d'arresto nella sua guerra giudiziaria contro Samsung nel Regno Unito.
 
Come ricorderete, Apple ha riportato sul suo sito britannico quello che il giudice ha ordinato di scrivere, ma ha aggiunto una nota non concordata nella sentenza. Questa piccola nota evidenziava il fatto che i tribunali di tutto il mondo non erano d'accordo con la decisione del tribunale del Regno Unito. Come prevedibile, Apple è stata condannata a ritrattare questa dichiarazione.
 
Anche se Apple ha provveduto a rettificare la dichiarazione alla fine, il giudice ha deciso che Apple si è comportata in modo scorretto nei cofnronti della concorrente Samsung. Ecco perché Apple è stata condannata al pagamento alla società coreana di tutte le spese sostenute in tribunale a titolo di risarcimento danni, il che significa che il corrispettivo di tutte le spese sostenute da Samsung durante le dispute legali britanniche contro Apple dovranno essere pagate dall'azienda di Cupertino alla società coreana.
 
Apple deve dare a Samsung i dettagli dell'accordo con HTC

Continua la saga dei botta e risposta (legali) tra Samsung e Apple. Alla società coreana, dopo aver fatto richiesta, è stato consentito di conoscere tutti i dettagli dell'armistizio decennale tra la rivale di Cupertino e HTC.
 
"Tutti" probabilmente non è il termine più adatto, poichè, in seguito all'ordine di mercoledì impartito dal giudice degli Stati Uniti Paul Grewal, secondo il quale doveva essere mostrata la versione originale e non modificata dell'accordo, agli avvocati di Samsung è stata fornita una versione censurata con appena 33 parole leggibili.
 
Il motivo? La società sud coreana aveva già accettato di vedere la versione revisionata, pertanto la richiesta di ottenere la copia integrale dell'accordo può essere aggirata.
 
Samsung non è d'accordo e ha contestato formalmente la mozione di Apple. Mercoledì pomeriggio il giudice Grewal ha confermato che i legali (solo loro) dovrebbero poter vedere la versione integrale del documento.
 
La società sud coreana vuole sapere nel dettaglio quanto la rivale di Cupertino intasca per ogni smartphone venduto da HTC.
 
 
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?