Apple: Tim Cook non avrebbe fatto causa a Samsung

 

E' emerso un risvolto interessante sull'annosa questione "Apple contro Samsung"

Scritto da Maurizio Giaretta il 11/02/13 | Pubblicata in Apple | Archivio 2013

 

E' emerso un risvolto interessante sull'annosa questione "Apple contro Samsung". Tim Cook non aveva intenzione di far causa alla società coreana. E' stato Steve Jobs, ex CEO e co-fondatore della società che considerava Android un "plagio", a volerlo a tutti i costi.

Jobs aveva dichiarato pubblicamente di voler fare una "guerra termonucleare" nei confronti di quel sistema operativo che tanto assomigliava a iPhone OS (ora noto come iOS), reo di rubare una fetta di mercato che sin dal 2007 via via andava crescendo. Il nemico numero uno è stato individuato in Samsung, che attualmente vende 8 dei 10 smartphones Android più usati.

La causa Apple vs Samsung si è conclusa dopo sei mesi, lo scorso Agosto, con la vittoria della società di Cupertino. La rivale coreana ha dovtuto pagare un risarcimento di 1 miliardo di dollari (contro una richiesta iniziale di 2,05 miliardi). Tim Cook si era professato molto soddisfatto della sentenza, anche se in una lettera ai dipendenti scriveva che le vie legali erano state scelte "con molta riluttanza e solo dopo aver ripetutamente chiesto a Samsung di interrompere la copia del nostro lavoro".

Tim Cook non avrebbe voluto far causa a Samsung per preservare i rapporti di fornitura

Tuttavia, secondo quanto riportato da Reuters (che a sua volta cita persone familiari con la questione), se fosse dipeso da lui non sarebbe stata intentata alcuna causa nei confronti di Samsung. Il motivo? La società coreana è un fornitore di importanza critica nel processo di produzione di iPhone e di iPad e, secondo le stime degli analisti, solo lo scorso anno in essa sono stati investiti 8 miliardi di dollari.

Secondo quanto scrive il quotidiano, le due società (che si dividono il mercato della telefonia e che assieme generano la quasi totalità dei profitti) sono sotto diversi aspetti complementari e combattono entrambe per battere la concorrenza di altri concorrenti come Microsoft e BlackBerry. Jeff Williams, dirigente di Apple, aveva affermato lo scorso mese che Samsung è un partner importante e che le due realtà hanno una solida relazione dal punto di vista dei rifornimenti.

Tutto cominciò nel 2005, quando Apple era in cerca per un fornitore per ingenti quantità di memorie flash per la realizzazione della linea iPod e decise di scegliere Samsung, che all'epoca era una società solida che deteneva la metà del mercato delle memorie NAND flash. "Chi controlla flash è destinato a controllare questo settore dell'elettronica" affermava Jobs a quel tempo. Così, evidentemente, è stato.

Il confronto tra Apple e Samsung è meno drammatico di quanto sia stato fatto credere

Tornando ai giorni nostri, nell'articolo viene fatto notare che il confronto legale (e non solo) tra le due protagoniste sia stato meno drammatico di quanto sia stato fatto credere. Probabilmente far credere a tutti che ci sia una lotta costante porta benefici a entrambe. "Le persone spingono per queste cose per far vedere una specie di dramma, ma la realtà degli affari è che la temperatura non è così alta".

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?